104 CONDIVISIONI
3 Dicembre 2021
17:40

La gaffe di Ibrahimovic, 5 milioni bruciati con un tweet: “Raiola voleva uccidermi”

Nel suo ultimo libro “Adrenalina: My Untold Stories”, Zlatan Ibrahimovic ha parlato anche di una vera e propria gaffe che ha rischiato di costargli caro.
A cura di Marco Beltrami
104 CONDIVISIONI

Anche Zlatan Ibrahimovic alle volte deve fare "mea culpa". L'attuale centravanti del Milan che non ha fatto nulla per nascondere il suo ego esagerato e dominante, non è stato immune da errori durante la sua carriera. Uno di questi è stato commesso lontano dal campo di gioco ed è costato molto caro al Manchester United, ovvero la squadra che nel 2016 decise di affidarsi a lui reduce dalla più che positiva esperienza al Psg. Le cose però non iniziarono nel migliore dei modi a giudicare dal racconto che dello stesso Ibra nelle pagine del suo nuovo libro "Adrenalina: My Untold Stories".

In alcuni estratti del volume ripresi dal quotidiano svedese Aftonbladet, Ibrahimovic ha raccontato un retroscena relativo al suo trasferimento all'Old Trafford. L'attaccante dopo la conclusione del suo contratto con il Psg aveva scatenato un tormentone di mercato, tenendo tutti con il fiato sospeso in attesa di conoscere la sua nuova destinazione. Alla fine la scelta è ricaduta sul Manchester United e il tutto è stato ufficializzato dal diretto interessato attraverso i suoi canali social con un post emblematico: "È ora di farlo sapere al mondo. La mia prossima destinazione è il Manchester United".

Un annuncio sorprendente soprattutto per il suo agente Mino Raiola e il club inglese che non la presero bene, anzi. Ibrahimovic ha infatti spiegato: "Non puoi fare annunci simili se la questione non è definita. Si scatenò l'inferno, Mino voleva uccidermi". Il problema infatti era proprio quello relativo all'accordo che, seppur raggiunto, avrebbe necessitato di essere formalizzato in un altro modo, anche per permettere ai Red Devils di trarne il massimo beneficio. Ecco allora che Ed Woodward, all'epoca ex vicepresidente esecutivo dello United gli disse: "Hai rovinato un piano di pubbliche relazioni da 5 milioni di sterline".  

Una situazione che mise in imbarazzo Ibrahimovic che non si aspettava con il suo annuncio di fare un danno: "Avevano programmato una campagna a sorpresa e una presentazione con effetti speciali a la Hollywood. E ho rovinato tutto con un aggiornamento sui social". Per questo comunque il calciatore era pronto ad assumersi le sue responsabilità: "Se l'accordo va a rotoli ora, allora è tutto, lo lasceremo andare. Sono io quello che ha fatto la cosa sbagliata. Mi scuso ancora una volta. È solo colpa mia, Mino Raiola non c'entrava niente. Ho perso la pazienza, tutto qui. Mi sembrava di stare nelle sabbie mobili e ho cercato di fare qualcosa per portarmi avanti, senza pensare alle conseguenze".

104 CONDIVISIONI
Andrea Pinamonti a Fanpage: "Non voglio essere una comparsa, all'Empoli la fiducia che volevo"
Andrea Pinamonti a Fanpage: "Non voglio essere una comparsa, all'Empoli la fiducia che volevo"
Suona la campanella davanti a uno stadio pieno: a 8 anni ha sconfitto la leucemia
Suona la campanella davanti a uno stadio pieno: a 8 anni ha sconfitto la leucemia
Cavani salva il Manchester United, ma la zona Champions si allontana
Cavani salva il Manchester United, ma la zona Champions si allontana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni