2 Aprile 2021
13:47

La fascia buttata via da Cristiano Ronaldo all’asta per 64mila euro: aiuterà un bambino malato

La grande rabbia di Cristiano Ronaldo per il goal regolarissimo non concessogli durante Serbia-Portogallo si è tradotta in un’operazione di beneficenza che ha visto battere all’asta la sua fascia di capitano furiosamente buttata a terra al termine del match: l’incasso di 64mila euro andrà in beneficenza per le cure di un bambino gravemente malato.
A cura di Paolo Fiorenza

La rabbia di Cristiano Ronaldo al termine di Serbia-Portogallo aveva fatto il giro del mondo. Troppo eclatante – abituati come siamo a Goal Line Technology e VAR imperanti – l'errore dell'arbitro, ma soprattutto del guardalinee, avvenuto in pieno recupero del match valido per le qualificazioni mondiali tra le due Nazionali.

Sul punteggio di 2-2, il pallone tirato fuori dalla porta da Mitrovic era palesemente entrato, con conseguente gesto di rabbia mostrato a beneficio di telecamere dal campione portoghese, che aveva scaraventato a terra la fascia di capitano. Polemiche a gogo inevitabili, anche con qualche voce pronta a stigmatizzare la mossa di Ronaldo, giudicata "esagerata e sbagliata" ad esempio da Del Piero.

In attesa di sapere se la FIFA considererà o meno l'ipotesi di sanzionare lo juventino per "comportamenti offensivi o violazione dei principi del fair play", quello che è certo è che da un momento non certamente esemplare è scaturito qualcosa che invece profuma di buono: la fascia finita a terra è stata venduta ad un'asta di beneficenza il cui incasso andrà ad accrescere un fondo istituito per curare un bambino gravemente malato.

È successo infatti che ad assistere alla scena avvenuta a Belgrado al termine della partita ci fosse tra gli altri Djordje Vukicevic, un vigile del fuoco in servizio allo stadio Rajko Mitic, che ha raccolto la fascia lanciata rabbiosamente da Ronaldo e di concerto coi suoi colleghi ha avuto l'idea di metterla all'asta per raccogliere fondi a beneficio di un bimbo di sei mesi affetto da atrofia muscolare spinale.

"Cristiano Ronaldo era agitato, ha gettato la fascia a terra ed è caduta proprio accanto a me", ha raccontato il vigile del fuoco, spiegando anche come i soldi ricavati dall'asta sarebbero stati impiegati per aiutare i genitori del bambino a raccogliere ben 2,5 milioni di euro necessari per pagare le cure: "Eravamo tutti d'accordo che questa fascia sarebbe andata al piccolo".

Dal canto suo, la mamma del bambino ha confessato tutto il suo felice stupore nell'apprendere la notizia: "Non volevamo neanche credere che alcune persone che nemmeno ci conoscono avessero preso la fascia di capitano mettendola all'asta per aiutare nostro figlio".

E così nella giornata di oggi quel pezzo di stoffa blu con la lettera C bianca è stato battuto all'asta per 64mila euro. "Si è appena conclusa l'asta a carattere umanitario per la fascia di capitano di Cristiano Ronaldo, con la ragguardevole cifra raggiunta di 7,5 milioni di dinari (quasi 64mila euro, ndr)", ha informato il promotore dell'iniziativa, Jovan Simic, ringraziando in particolare il vigile del fuoco che aveva raccolto la fascia e dato il la all'iniziativa benefica. La cifra, certamente non piccola ma non sufficiente, andrà a irrobustire il fondo finora raccolto per curare il bambino. Come annunciato dalla madre, ad ora si è arrivati a circa 500mila euro.

Cristiano Ronaldo truffato da un'agenzia di viaggio: sottratti 288mila euro in tre anni
Cristiano Ronaldo truffato da un'agenzia di viaggio: sottratti 288mila euro in tre anni
Cristiano Ronaldo ha vita facile al Manchester United: "Sono ingenui"
Cristiano Ronaldo ha vita facile al Manchester United: "Sono ingenui"
Cristiano Ronaldo durissimo con suo figlio: "Voglio che soffra come ho fatto io"
Cristiano Ronaldo durissimo con suo figlio: "Voglio che soffra come ho fatto io"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni