19 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Italia-Malta, le formazioni ufficiali per le qualificazioni agli Europei: le scelte di Spalletti

Italia-Malta si gioca domani, sabato 14 settembre, al San Nicola di Bari (ore 20.45) ed è valida per le Qualificazioni agli Europei 2024. È un match da vincere e farlo con un risultato molto largo. La formazione ufficiale di Spalletti.
A cura di Maurizio De Santis
19 CONDIVISIONI
L'Italia di Spalletti torna in campo contro Malta per le qualificazioni a Euro 2024.
L'Italia di Spalletti torna in campo contro Malta per le qualificazioni a Euro 2024.

L'Italia torna in campo domani sera (ore 20.45, al Sin Nicola di Bari) contro Malta per la partita di qualificazione a Euro 2024. Il risultato è già scritto: la Nazionale di Luciano Spalletti deve vincere a tutti i costi, meglio se con un punteggio molto largo per rimpinguare la differenza reti che – in caso di ricorso alla classifica avulsa – può tornare utile nella definizione della graduatoria definitiva del girone.

L'avversario, già sconfitto all'andata per 0-2, è nettamente inferiore sotto il profilo tecnico e tattico per alimentare ansie ingiustificate: dopo 5 gare nel Gruppo C è a zero punti e ha subito 11 gol segnandone appena 1.

Gli Azzurri sono attualmente secondi nel girone a quota 7 punti, gli stessi di Ucraina e Macedonia del Nord, ma con il vantaggio degli scontri diretti (nel caso della formazione di Rebrov, battuta 2-1) e della migliore differenza reti (+2) rispetto ai macedoni (-5). In cima c'è l'Inghilterra (13 punti) che ha una partita in più e sarà la selezione da affrontare martedì prossimo (a Wembley, ore 20.45).

La vicenda delle ‘scommesse illecite' ha toccato da vicino la squadra, visto che nella giornata di giovedì a Coverciano sono arrivate le forze dell'ordine per interrogare Zaniolo e Tonali, appena coinvolti nella vicenda a livello mediatico e poco dopo rispediti a casa.

La formazione ufficiale contro Malta. Spalletti medita qualche cambiamento rispetto alle ultime uscite e dovrà far fronte alle assenze di Zaniolo e Tonali che hanno lasciato Coverciano per il caso scommesse illecite. Le mancate convocazioni di Immobile e Retegui suggeriscono novità in attacco: Berardi e Raspadori dovrebbero giocare ai fianchi di una punta più ‘fisica' e strutturata: Kean sembra essere il prescelto. Centrocampo di lotta e di governo con Barella, Locatelli e Bonaventura (quest'ultimo reduce dalla vittoria della Fiorentina al Maradona). In difesa, davanti a Donnarumma, ci sarà la linea da quattro composta da Darmian e Dimarco esterni, Bastoni e Mancini centrali.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Darmian, Mancini, Bastoni, Dimarco; Barella, Locatelli, Bonaventura; Berardi, Raspadori, Kean. Ct: Luciano Spalletti.

MALTA (5-3-2): Bonello; Camenzuli, Muscat, Pepe, Apap, Mbong, Yankam, Guillaumier, Kristensen; Montebello, Mbong. Ct: Michele Marcolini.

La partita contro Malta sarà la 10ª quale confronto diretto in 37 anni: il bilancio è nettamente a favore degli Azzurri che finora hanno vinto le 9 partite disputate (4 in casa, 5 in trasferta).

Perché è così importante fare tanti gol contro Malta? Il regolamento prevede che a qualificarsi a Euro 2024 siano le prime due piazzate di ogni raggruppamento, l'Italia ha ancora qualche buona opportunità per chiudere addirittura in vetta e beneficiare di un sorteggio meno ostico nella fase finale. Cosa deve fare? Vincere le ultime 4 partite in calendario, battere l'Inghilterra con almeno 2 reti di scarto (a causa dell'1-2 subito all'andata) oppure pareggiare il conto degli scontri diretti ma sperare in qualche altro cavillo della classifica avulsa per prevalere e piazzarsi prima.

Il secondo posto, invece, appare impresa meno ardua: basterà stare sempre un gradino in avanti rispetto a Ucraina e Macedonia. Per farlo basterà un pareggio al ritorno contro gli ucraini (il bilancio dei confronti diretti sarebbe così favorevole) e una vittoria contro i macedoni (visto il pari per 1-1 dell'andata) così da indirizzare la classifica avulsa.

Nella peggiore delle ipotesi (Azzurri fuori dalle prime due posizioni) non sarebbe del tutto perso: in quanto semifinalista di Nations League (ha chiuso come terza avendo vinto nella finalina contro l'Olanda), l'Italia ha già la sicurezza di far parte del lotto di nazionali (12) che si giocheranno il tutto per tutto nei playoff. I possibili avversari? Per via di un cervellotico percorso del regolamento di qualificazione potrebbe incrociare l'Estonia (Lega D) in semifinale e una tra Polonia e Galles (Lega A) nello spareggio finale.

19 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views