Ormai è questione di ore. Arturo Vidal è infatti atteso a Milano, dove svolgerà le visite mediche prima di firmare il suo contratto con l'Inter: un biennale da sei milioni di euro a stagione più bonus. Il lungo braccio di ferro tra il centrocampista cileno e il Barcellona si è dunque concluso, con il giocatore che riceverà comunque una piccola parte dello stipendio blaugrana e il club catalano un rimborso simbolico per averlo liberato prima della scadenza del suo contratto.

A pagare un minimo indennizzo al Barcellona sarà la società di Suning, che è riuscita a contenere al massimo l'esborso concordando una cifra vicina ai 500.000 euro e l'aggiunta di una serie di bonus proprio come è stato pattuito giorni fa per il passaggio di Rakitic al Siviglia. Come ha rivelato l'emittente radiofonica catalana ‘RAC1', nella serata di ieri c’è stata dunque l’accelerata decisiva tra i due club, che ha permesso a Vidal di preparare le valigie in vista dell'imminente volo per Milano.

L'attesa di Vidal

Nonostante la trattativa ormai chiusa, il trentatreenne ex Juventus si è comunque recato stamane alla Ciutat Esportiva de Sant Joan Despí: il centro d'allenamento di Messi e compagni. In attesa del via libera del Barcellona, Vidal si è infatti messo gli ordini di Koeman per la seduta atletica di stamattina. Nelle prossime ore, quando verrà comunicato ufficialmente il suo trasferimento, potrà infine salutare i compagni e svuotare l'armadietto.

La piccola e inaspettata frenata, che non andrà ad ostacolare l'affare di mercato, è arrivata anche a causa delle esigenze dell'Inter. Il club di Suning vorrebbe infatti chiudere un paio di cessioni, prima di accogliere in aeroporto Vidal e traghettarlo verso la clinica Humanitas per le visite e poi verso la Pinetina per il primo allenamento con Antonio Conte.