Samir Handanovic non sarà in campo contro la Sampdoria. Il rientro del portiere sloveno tra i pali dell'Inter slitta ancora e, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, domenica sera contro i blucerchiati ci sarà ancora Daniele Padelli a difendere la porta nerazzurra. Il numero uno sloveni non ha recuperato ancora al 100% e nell'allenamento di ieri ad Appiano Gentile non ha svolto esercizi con la palla ma solo il solito lavoro fisico e le terapie per la mano sinistra dopo l'infrazione rimediata al mignolo. Handanovic dovrebbe iniziare a prendere confidenza con il pallone dall'inizio della prossima settimana.

È impensabile che Antonio Conte lo rischi domani sera, anche perché appare evidente come l'obiettivo del tecnico dell'Inter sia quello di avere a disposizione il suo capitano per la sfida scudetto in programma tra una settimana con la Juventus a Torino. È molto probabile che Handanovic rimanga a guardare i compagni dalla panchina nella gara di ritorno dei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets, dopo lo 0-2 della gara d'andata. Samir potrebbe scendere in campo nella sfida europea solo se i rischi saranno ridotti a zero e se si vorrà fare una sorta di prova generale sul campo in vista di quella che potrebbe essere la partita scudetto.

Handanovic: una partita saltata negli ultimi tre anni

Samir Handanovic era un vero e proprio totem per l'Inter ma dall'infortunio di Udine dello scorso 2 febbraio: il portiere sloveno negli ultimi tre campionati non era sceso in campo solo una partita e negli ultimi due anni era aveva risposto sempre presente. L'infortunio al dito rimediato alla Dacia Arena lo ha stato costretto a cedere il posto al suo vice Daniele Padelli, che ha ritrovato la maglia da titolare dopo essere stato in panchina in 97 partite. Un vero e proprio stakanovista Samir, che, sfortunatamente per lui e per l'Inter, ha lasciato la sua squadra nel momento più importante della stagione.