Tira un parziale sospiro di pensiero il Napoli. L'infortunio patito da Lorenzo Insigne nel match di Europa League con la Real Sociedad è meno grave del previsto. La contrattura muscolare è lieve. Il capitano dovrà però comunque saltare tre partite e rischia di non essere a disposizione nemmeno per le tre partite del mese di novembre della nazionale di Roberto Mancini.

L'infortunio di Insigne in Europa League

Il capitano dei partenopei è stato costretto a uscire al 22′ del primo tempo del match di Europa League con la Real Sociedad. Nella giornata di venerdì il calciatore ha effettuato gli esami strumentali che hanno evidenziato una lieve contrattura che verrà valutata progressivamente nei prossimi giorni. Salterà probabilmente tre partite. Insigne non ci sarà contro il Sassuolo domenica 1° novembre e non ci sarà nemmeno contro il Rijeka nella gara di Europa League (in programma il 5 novembre) e non ci sarà nemmeno contro il Bologna, domenica 8 novembre.

Come Gattuso sostituirà Insigne nelle prossime partite

La rosa del Napoli è ampia, ma c'è anche la necessità di fare un giusto turnover per via dei tanti impegni. Contro il Sassuolo al posto di Insigne dovrebbe essere impiegato Lozano, che ha iniziato molto bene la stagione. Ma sono rientrati anche Zielinski e Elmas, che sono stati fuori per oltre tre settimane a causa del contagio al Coronavirus. Entrambi possono essere schierati nella batteria dei trequartisti e magari in Europa League, se non già con il Sassuolo potrebbero essere riproposti da Gattuso, che in avanti ha tanti calciatori di livello: da Mertens a Osimhen da Petagna al caldissimo Politano, oltre ai citati Lozano e Insigne. E in rosa, anche se difficilmente saranno utilizzati, ci sono anche Llorente, comunque convocato nelle ultime partite, e Milik, che invece è stato messo ai margini.