Una girata favolosa per segnare il suo primo gol in Serie A. Gianluca Scamacca ha vissuto una settimana magica. Prima la doppietta di mercoledì in Coppa Italia contro il Catanzaro e poi il gol, il suo primo, in massima serie, nel derby ligure con la maglia del suo Genoa. Il club di Preziosi che ha tanto creduto in questo ragazzo cresciuto nella Roma di cui si è sempre parlato un gran bene. Prima le esperienze in Olanda, poi il passaggio al Sassuolo e successivamente quello all'Ascoli.

Solo dopo un lungo girovagare le qualità di questo ragazzo stanno finalmente venendo fuori. Fisico, tecnica e determinazione, ingredienti vincenti per un inizio da sogno con la squadra di Maran. Già dopo il suo ingresso in campo a Verona aveva cambiato la partita rendendosi pericoloso in diverse occasioni. Oggi la sua grande gioia della prima rete in A nel derby di Genova.

Scamacca e il suo cammino per arrivare al primo gol in Serie A

"Segnare il primo gol in Serie A nel derby vale di più". Ha detto Scamacca ai microfoni di Sky Sport al termine del primo tempo della sfida tra Sampdoria e Genoa. E ne ha fatta di strada questo ragazzo prima di consacrarsi finalmente nella Serie A italiana. Gianluca Scamacca, è cresciuto nel settore giovanile della Roma. Il numero 9 dei grifoni ha infatti indossato la maglia giallorossa, nelle giovanili, dal 2009 al 2015.

Acquistato nel gennaio 2015 dal PSV Eindhoven che lo inserisce nel proprio settore giovanile, Scamacca inizia il suo lungo cammino nel mondo del calcio. Dagli olandesi passerà poi al Sassuolo nel 2017. Inserito nella squadra Primavera, Scamacca quell'anno vincerà il Torneo di Viareggio segnando 3 reti nel corso della competizione. Gol e prestazioni che gli valgono uno spezzone di gara valido come esordio nel massimo campionato italiano, prima di finire in prestito alla Cremonese in B. Pochi sussulti nel campionato cadetto con 1 gol in 14 presenze. Ma il ritorno ai neroverdi sarà poi solo di passaggio poiché nel 2018 passerà nuovamente in Olanda, in prestito, allo Zwolle ottenendo 8 presenze in Eredivisie.

L'esplosione all'Ascoli prima dell'exploit al Genoa nel derby

Nell'estate 2019 il Sassuolo lo cede in prestito secco all'Ascoli. Sarà l'inizio della svolta per il giocatore che in Serie B segnerà 11 gol in 35 presenze tra campionato e Coppa Italia. Una vera esplosione per lui che nel corso di questi anni non è comunque rimasto indifferente agli occhi della Nazionale italiana. Ha infatti giocato con tutte le selezioni azzurre: dall'U15 all'U21.

Specie con l'U19, nell'estate 2018, è stato grande protagonista con la conquista della finale dell'Europeo di categoria poi perso ai supplementari contro il Portogallo. L'estate scorsa il Sassuolo l'ha girato in prestito al Genoa a caccia di una punta che riuscisse ad affiancare al meglio Goran Pandev. Mercoledì scorso la doppietta in Coppa Italia contro il Catanzaro e ora addirittura il primo gol in Serie A nel derby di Genova alla prima da titolare. Un inizio migliore di questo proprio non poteva di certo immaginarlo…