Il peggio del peggio. Per colpa sua si rischiava sempre la rissa. Così Giorgio Chiellini ha definito l'ex compagno di squadra, Felipe Melo, nel libro "Io, Giorgio". Il capitano della Juventus racconta retroscena della propria carriera e, in particolare, il rapporto con alcuni calciatori che hanno indossato la maglia bianconera. Il brasiliano, però, non l'ha presa bene e ha risposto per le rime. E, a giudicare dal tono delle parole che usa per rispedire le accuse al mittente, non è affatto sorpreso.

Chiellini? Se la fa addosso. Fa il fenomeno ma è uno che rosica – ha ammesso Melo, contattato dalla Gazzetta dello Sport -. Per questo motivo non avrà mai il mio rispetto.

Mediano di rottura, più di lotta che di "governo. Felipe Melo entra in tackle su Chiellini e attacca subito, alla sua maniera: lo chiama "questo difensore" con tono sprezzante e non usa certo mezze misure (non lo ha mai fatto, andando spesso incontro a provvedimenti disciplinari in campo) nella replica

Quando ero a Torino, non ho mai mancato di rispetto a nessuno – ha aggiunto Melo -. Sono sempre stato corretto nei confronti di compagni, dirigenti e della Juventus in generale. Però se dice queste cose per lui non ne ho per nulla. E mai ne avrò. Se la faceva sempre addosso… Poi è troppo facile parlare male degli altri con un libro, certe cose dovrebbero restare dentro uno spogliatoio.

Sbollita un po' di rabbia, Melo non si tira indietro e aggiunge anche un pizzico di "cazzimma" (quella che a Napoli caratterizza l'ironia tagliente) per ricordare le sconfitte più cocenti che il suo ex compagno di squadra ha incassato quando si sono ritrovati di fronte da avversari.

Forse ‘questo difensore’ è ancora arrabbiato con me perché, quando sono andato al Galatasaray, abbiamo dato loro degli ‘schiaffi’ eliminandoli dalla Champions League. Oppure è arrabbiato con me perché l’Inter ha vinto tutto. E io sono interista. E mi viene in mente un’altra cosa: battemmo l’Italia 3-0 nella Confederations Cup 2009, vinta poi dal Brasile. Ecco, forse rosica pure per questo. Inoltre, a livello internazionale, non ha vinto proprio niente.