Federico Chiesa è sempre più vicino alla Juventus. Il centrocampista potrebbe aver disputato già l’ultima partita con la maglia della Fiorentina. Il club di Commisso avrebbe detto di sì all’offerta dei Campioni d’Italia che hanno proposto la formula del prestito oneroso fissato a 10 milioni, con obbligo di riscatto a 40. L’affare non si può chiudere fino a quando la Juve non cede un paio di calciatori, ma Pirlo sta già studiando la formazione che manderà in campo, dopo la sosta delle nazionali, quella in cui ci sarà anche Federico Chiesa.

Nuovo modulo per la Juve

Con Pirlo la Juventus è tornata a giocare con la difesa a tre, marchio di fabbrica dell’era Conte e utilizzata nella prima stagione da Allegri. Contro la Sampdoria e la Roma la Juve ha alternato il 3-4-1-2 al 3-5-2, la posizione del trequartista cambiava dalla fase offensiva a quella difensiva. Con Kulusevski, punta contro la Sampdoria, che all’Olimpico è stato schierato come esterno di fascia destra, una posizione nuova per lo svedese.

Come cambierebbe la Juventus con Federico Chiesa

Pirlo con Chiesa avrebbe un’arma in più. Ma in quale posizione di campo lo schiererebbe? Molto probabilmente il figlio d’arte giocherebbe a centrocampo, come si dice oggi: ‘a tutta fascia’, in un modulo che potrebbe diventare un 3-4-3 puro con Kulusevski e Cristiano Ronaldo esterni d’attacco e uno tra Dybala e Morata centravanti. O anche un 3-4-1-2 con Dybala o Kulusevski alle spalle di Ronaldo e Morata. Insomma tante opzioni per la Juventus con Pirlo che naturalmente potrebbe anche mettere Chiesa nel tridente con Ronaldo, che il centravanti non lo vuole fare, e uno tra Dybala e Morata, e in questo caso Kulusevski sarebbe di troppo. Tante armi per questa Juve di Pirlo che vuole vincere e giocare bene con una squadra più fresca, giovane e con delle stelle destinate a durare nel tempo.