"Calciatori di razza negra che giocano in Italia, bisognerà adattarsi anche a questo". La frase razzista che ha scatenato le polemiche è stata pronunciata dal giornalista sudamericano Gaston Recondo mentre commentava la partita della Nazionale azzurra al debutto nel Mondiale Under 17 contro le Isole Salomone. È successo in diretta, durante una trasmissione su Tyc Sports che si occupa della rassegna iridata giovanile in programma in Brasile: sullo schermo scorrevano le immagini del successo netto e meritato (5-0) della selezione italiana al debutto nella Coppa e quella riflessione del tutto fuori luogo è arrivata a corredo delle due reti realizzate di Wilfred Gnonto, italiano a tutti gli effetti e prodotto del vivaio interista ma dalla ‘pelle nera' come sottolineato nel corso del collegamento.

La bufera social sul giornalista per la frase razzista

Immediata la reazione indignata da parte del pubblico da casa che ha letteralmente invaso i social network per manifestare dissenso nei confronti di quella frase di stampo razzista e minata dal più becero dei pregiudizi e dei luoghi comuni. L'emittente argentina ha provato a difendere la posizione di Gaston Recondo sostenendo che le sue parole erano state fraintese e che dietro quella riflessione non c'era alcun intento discriminatorio.

Il tentativo dell'emittente di giustificare l'episodio: È stato frainteso

Una spiegazione che non è servita a placare l'ondata di proteste che aveva alimentato anche il dibattito in Rete sull'episodio specifico e su come sia necessario censurare e prendere le distanze da fatti del genere. Qual è stata la reazione del giornalista finito nella bufera? Nessuna presa di posizione ufficiale – almeno per il momento – ma non è escluso che nelle prossime ore, quando la tempesta di insulti e commenti negativi sarà scemata, lui stesso non intervenga per scusarsi e fare chiarezza su quanto detto, su quella sortita davvero infelice.