449 CONDIVISIONI

Bernardeschi espulso per una testata, Insigne non gioca: Toronto è sempre più allo sbando

Ancora una sconfitta per il Toronto, la quarta consecutiva: un pesantissimo 4-0 in cui Federico Bernardeschi si è fatto espellere con la fascia di capitano al braccio. Nuovamente fuori Lorenzo Insigne, al terzo stop stagionale per infortunio. La squadra canadese appare completamente allo sbando.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Paolo Fiorenza
449 CONDIVISIONI
Immagine

Il Toronto FC è una squadra completamente allo sbando: perde sempre, è penultima nella Eastern Conference della Major League, ma soprattutto appare completamente incapace di qualsivoglia reazione che denoti un'appartenenza, uno spogliatoio, una squadra. Col 4-0 incassato stanotte in casa dell'Orlando City, le sconfitte di fila sono adesso 4, con una sola vittoria nelle ultime 13 partite giocate.

Ben altre erano le ambizioni del club canadese quando l'anno scorso ha ricoperto di dollari le due stelle italiane Lorenzo Insigne e Federico Bernardeschi: il flop della scorsa stagione, culminato nel mancato raggiungimento dei playoff, rischia a questo punto di essere replicato anche quest'anno, visto il distacco che il Toronto già accusa dall'ultimo posto utile per la qualificazione alla fase conclusiva del campionato nordamericano. L'esonero del tecnico Bob Bradley, con Insigne e Bernardeschi che avrebbero guidato la fronda interna in spogliatoio, non ha dunque prodotto alcuna scossa, anzi le cose sono peggiorate.

Non è un bel momento per Federico Bernardeschi e il Toronto
Non è un bel momento per Federico Bernardeschi e il Toronto

Stanotte Insigne non era in campo, ancora una volta infortunato in questa stagione (è al terzo stop, ha saltato 8 partite), mentre Bernardeschi ha giocato dal primo minuto con la fascia di capitano al braccio, evidente tentativo dello staff tecnico di responsabilizzarlo come leader della squadra. Il progetto tuttavia è naufragato in maniera clamorosa: Toronto è andato sotto di due gol dopo una ventina di minuti e Bernardeschi si è fatto espellere per somma di ammonizioni nel secondo tempo.

Il secondo cartellino giallo che gli è valso la doccia anticipata è arrivato per una testata: il gesto è stato accentuato dalla caduta plateale dell'avversario, ma resta la sciocchezza gravissima del giocatore toscano, che da capitano ha di fatto alzato bandiera bianca a nome della squadra, poi crollata incassando altre due reti.

L'espulsione peraltro ha avuto una coda che ha sollevato ancora più dubbi sull'atteggiamento mentale del giocatore ex Juve, visto che al momento dell'uscita dal campo Bernardeschi ha strizzato l'occhio verso qualcuno sugli spalti con un ghigno.

I commenti sui social non sono stati ovviamente lusinghieri, sono fioccate critiche: il tempo del Toronto ‘italiano' sembra già finito e non è un caso che crescano le voci che vorrebbero sia Insigne (che ha appena deciso di cambiare agente) che Bernardeschi in cerca di altre sistemazioni.

449 CONDIVISIONI
La promessa della rinascita: "Io conosco l'Insigne che sono e non è quello". Sostituito dopo un'ora
La promessa della rinascita: "Io conosco l'Insigne che sono e non è quello". Sostituito dopo un'ora
Allegri carica Inter-Juve con un discorso motivazionale alla squadra: cosa ha detto
Allegri carica Inter-Juve con un discorso motivazionale alla squadra: cosa ha detto
Gli americani chiedono a Insigne di chiamare la persona più famosa che ha sul telefono: "Ciao frate"
Gli americani chiedono a Insigne di chiamare la persona più famosa che ha sul telefono: "Ciao frate"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views