Tra le polemiche, nate dopo la sfuriata di Antonio Conte che si è scagliato contro la società al termine della partita con l'Atalanta di sabato scorso, l'Inter ha inviato alla UEFA la lista dei calciatori iscritti alla fase finale dell'Europa League 2019-2020. Per l'ottavo con il Getafe e l'eventuale Final Eight l'Inter in lista ha anche Alexis Sanchez, calciatore di proprietà del Manchester United con cui Marotta e Ausilio stanno da tempo cercando di trovare un accordo. Dalla lista mancano i nomi di Vecino e Asamoah.

La lista Uefa dell'Inter per l'Europa League 2020

Lista A: 1 Samir Handanovic, 2 Diego Godin, 5 Roberto Gagliardini, 6 Stefan de Vrij, 7 Alexis Sanchez, 9 Romelu Lukaku, 10 Lautaro Martinez, 11 Victor Moses, 12 Stefano Sensi, 13 Andrea Ranocchia,15 Ashley Young, 20 Borja Valero, 23 Nicolò Barella​​​​​​,  24 Christian Eriksen, 27 Daniele Padelli, 32 Lucien Agoumé, 33 Danilo D'Ambrosio,  34 Cristiano Biraghi, 37 Milan Skriniar, 77 Marcelo Brozovic, 87 Antonio Candreva, 95 Alessandro Bastoni

Lista B: 30 Sebastiano Esposito, 31 Lorenzo Pirola, 35 Filip Stankovic, 36 Thomas Schirò, 38 Giacomo Pozzer, 41 Jacopo Gianelli.

La trattativa dell'Inter con lo United per Alexis Sanchez

Alexis Sanchez in quest'ultimo mese e mezzo è stato uno degli uomini migliori dell'Inter, ha mostrato tutta la sua tecnica e la sua classe e soprattutto è stato accompagnato da una grande condizione fisica. Per Conte sarebbe una risorsa in più, in virtù anche della sua esperienza e non solo per un fatto numerico i nerazzurri stanno trattando la conferma del cileno con il Manchester United, che vuole monetizzare. Il prestito scade il 6 agosto, ciò significa che contro il Getafe Sanchez potrà essere utilizzato, ma non oltre se non ci sarà un accordo. I Red Devils pretendono 17 milioni di euro, l'Inter vuole pagarne molti di meno perché sa di dover pagare, in caso di acquisto, un notevole ingaggio al sudamericano (che sarebbe disposto a passare da uno stipendio di 12 milioni più bonus, a 7).