22 Luglio 2021
10:00

Chi è Jessica Rossi, la tiratrice portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Tokyo

Jessica Rossi è la portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Tokyo insieme a Elia Viviani. La vedremo sfilare come aprifila della delegazione azzurra nella cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici in programma venerdì 23 luglio alle ore 13. Già vincitrice di un oro olimpico a Londra, si è separata con Mauro De Filippis, con cui ha avuto a lungo una relazione sia sentimentale che professionale. Anche alle Olimpiadi di Tokyo i due gareggeranno insieme nonostante la separazione.
A cura di Valerio Albertini

Jessica Rossi è la portabandiera dell'Italia, insieme ad Elia Viviani, alle prossime Olimpiadi di Tokyo. Sarà la tiratrice a volo a fare da aprifila della delegazione azzurra ai Giochi Olimpici nella cerimonia di apertura in programma domani, venerdì 23 luglio, alle ore 13 (ora italiana). Originaria della provincia di Ferrara, a 32 anni Jessica Rossi partecipa alle Olimpiadi di Tokyo nella sua specialità, insieme all'ex marito e collega Mauro De Filippis. Nel 2012 ha vinto un oro olimpico a Londra nel trap femminile, e in quella occasione ha stabilito il nuovo record mondiale nella sua categoria.

Chi è Jessica Rossi, la portabandiera dell'Italia alle Olimpiadi

Nata il 7 gennaio 1992 a Renazzo, frazione del comune di Cento, in provincia di Ferrara, Jessica Rossi ha iniziato fin da piccola a imbracciare il fucile. La passione per il tiro al volo, infatti, le è stata trasmessa da suo padre, che seguiva nei suoi allenamenti nei campi di Crevalcore, in provincia di Bologna, dove la famiglia Rossi si è trasferita nel 1996. A spalleggiarla, però, è stata anche sua madre, la quale ha preso un porto d'armi, pur non avendo mai sparato in vita sua, per far sì che Jessica potesse iniziare a sparare prima del compimento dei 18 anni. La scelta si è rivelata azzeccata: a soli 17 anni, infatti, la tiratrice ha vinto in serie Campionato italiano, europeo e mondiale, portando a casa anche due medaglie di argento in Coppa del Mondo. Entrata a far parte delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo della Polizia di Stato, tre anni dopo, il 19 aprile 2012 ha ricevuto il Collare d'oro al merito sportivo, riconoscimento che le è stato consegnato anche nel 2014. Appena ventenne, ha partecipato alle Olimpiadi di Londra, dove gli italiani hanno imparato a conoscerla. Jessica, infatti, ha conquistato la medaglia d'oro nel trap femminile con il punteggio record di 75/75 nelle qualificazioni e 24/25 in finale, stabilendo il nuovo record sia mondiale che olimpico di 99/100. Ragazza decisa e tenace, Jessica ha anche un cuore d'oro, come dimostra la scelta di dedicare il suo (finora) unico Oro olimpico alle popolazioni emiliane colpite dal terremoto del maggio 2012.

Il sesto posto a Rio 2016 e gli altri ori conquistati

L'anno dopo sono arrivate altre tre vittorie, issandosi sul gradino più alto del podio ai Giochi del Mediterraneo, al Campionato mondiale di Lima e a quello europeo di Suhl, in quest'ultimo caso sia nel trap singolo che in quello a squadre. Sempre nel 2013 è stata nominata Sportiva dell'anno dalla Gazzetta dello Sport e Atleta dell'anno dalla ISSF. Pur non riuscendo a ripetere l'impresa di Londra ai Giochi Olimpici di Rio 2016, dove si è classificata sesta, vince altre tre medaglie. Conquista il terzo oro al Campionato mondiale di Mosca 2017, mentre al Campionato europeo di Leobersdorf 2018 trionfa sia nel trap a squadre femminile che in quello misto. Infine, nel 2019 ottiene la sua prima vittoria in Coppa del Mondo, ad Acapulco. Ora si presenta ai Giochi di Tokyo con l'obiettivo di replicare quanto fatto a Londra, con lo stimolo in più derivato dall'essere portabandiera.

Il matrimonio di Jessica Rossi con Mauro De Filippis e la separazione

A 17 anni Jessica Rossi ha conosciuto quello che è diventato suo marito, Mauro De Filippis, anche lui tiratore specializzato nel trap. Dopo pochi mesi dalla loro conoscenza, infatti, hanno deciso di andare a convivere e e si sono sposati, condividendo oltre alle gare e i successi, la vita di tutti i giorni. Insieme hanno aperto un campo di tiro a Crevalcore dove allenarsi e poter far crescere le nuove generazioni di tiratori. Pochi mesi fa, l'annuncio della separazione concretizzatasi nel 2020. Nonostante tutto i due continuano a gareggiare insieme e proprio ad inizio luglio hanno vinto la gara di Mixed Team della ‘tappa' di Coppa del Mondo a Osijek. D'altronde proprio la Rossi ha dichiarato in un'intervista al Corriere: "Se all’Olimpiade gareggerò con il mio ex marito Mauro De Filippis resterò concentrata". E ora appuntamento a Tokyo, con la speranza di togliersi delle belle soddisfazioni.

Bebe Vio è d'oro nel fioretto alle Paralimpiadi di Tokyo: battuta la cinese Zhou in finale
Bebe Vio è d'oro nel fioretto alle Paralimpiadi di Tokyo: battuta la cinese Zhou in finale
"Avete onorato al meglio il Paese, grazie": gli atleti e le atlete di Tokyo celebrati al Quirinale
"Avete onorato al meglio il Paese, grazie": gli atleti e le atlete di Tokyo celebrati al Quirinale
Oltre 100 medaglie per lo sport italiano a Tokyo: la migliore estate della nostra vita
Oltre 100 medaglie per lo sport italiano a Tokyo: la migliore estate della nostra vita
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni