Opinioni
15 Agosto 2022
19:47

Netflix con la pubblicità entro fine anno e a prezzo basso: arrivano anche gli ascolti streaming?

Entro la fine dell’anno arriverà il piano super economico ma con pubblicità. La domanda è: Netflix renderà pubblici anche gli “stream”?

Lo sappiamo già da metà luglio che Netflix ha scelto Microsoft per la raccolta pubblicitaria e come partner per lanciare il nuovo piano “economico” – ovvero con gli sponsor – a partire dalla fine dell’anno. Il colosso dello streaming ha trovato nella storica società fondata da Bill Gates tutto quello che serve per costruire una nuova offerta – come si dice in gergo – che sia ‘ad-supported’. L’offerta, secondo le prime stime, dovrebbe essere di quelle che fanno gola al consumatore medio: un profilo che costerebbe meno di 6-7 euro al mese, che di contro avrebbe però i contenuti imbottiti di pubblicità.

Squid Game, una delle serie tv più viste di sempre su Netflix
Squid Game, una delle serie tv più viste di sempre su Netflix

In che modo la pubblicità entrerebbe nei contenuti Netflix? Tra le ipotesi, si partirebbe già dalla piattaforma. All’ingresso e durante la scelta dei contenuti, una serie di banner pubblicitari in alto e in basso suggerirebbero all’utente cosa comprare, anche sulla base dei propri interessi. Una serie tv dovrebbe contenere almeno due mini spot compresi tra i 15 e i 30 secondi. Nulla di diverso da Youtube. Uno all’inizio e uno a metà episodio. Di conseguenza, un film dovrebbe contenerne, a seconda della sua durata, almeno tre di mini spot. Proprio come Youtube, e come qualsiasi pre-roll esistente, gli spot dovrebbero essere ‘skippabili’ solo dopo un certo numero di secondi.

Mare Fuori, una serie tv tra le più viste al momento
Mare Fuori, una serie tv tra le più viste al momento

Sorge spontanea una domanda. La piattaforma dalla grande “N” rossa non ha mai condiviso i suoi numeri. Ora che però si apre alle concessionarie, ora che ha bisogno della raccolta pubblicitaria, è probabilmente arrivato il momento di condividere quelli che – un po' da ‘boomer' – noi chiamiamo ancora con una parola molto semplice: gli ascolti. I numeri che si trova a fare una serie tv, un film, una miniserie, qualunque sia il contenuto non ha importanza, a questo punto andrebbero resi pubblici in qualche modo. Per trasparenza, certo, ma anche per assolvere alle regole del libero mercato. Sarà inevitabile e, in un modo o nell’altro, accadrà: la prossima stagione potrebbe essere quella degli ‘ascoltiufficiali dello streaming.

Gennaro Marco Duello (1983) è un giornalista professionista. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa di Napoli. Lavora a Fanpage.it dal 2011. "Un male purissimo" (Rogiosi, 2022) è il suo primo romanzo.
Netflix con la pubblicità: in arrivo il nuovo abbonamento supereconomico
Netflix con la pubblicità: in arrivo il nuovo abbonamento supereconomico
Come potrebbe funzionare Netflix con la pubblicità, ma ad un prezzo più basso
Come potrebbe funzionare Netflix con la pubblicità, ma ad un prezzo più basso
Amadeus:
Amadeus: "Le conduttrici? Le annuncerò entro la fine dell'anno"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni