19 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Michele Morrone: “Sono stato ubriaco per sei mesi tutti i giorni, fino al coma etilico”

Michele Morrone si è raccontato durante una puntata del podcast One More Time, in cui ha rivelato alcune delle esperienze più estreme della sua vita: dal matrimonio lampo ai problemi con l’alcolismo, fino al successo con il film Netflix.
A cura di Ilaria Costabile
19 CONDIVISIONI
Immagine

In una chiacchierata consumatasi durante il podcast One More Time di Luca Casadei, Michele Morrone racconta la sua vita fatta di eccessi, di passioni, anche logoranti, e di successo desiderato a tutti i costi e poi ottenuto. L'amore, il matrimonio, i figli, i problemi con l'alcool sono solo alcuni degli aspetti che l'attore mette a nudo nel raccontarsi per la prima volta senza filtri.

Il desiderio di fare cinema e il matrimonio

Uno dei più grandi sogni di Michele Morrone è sempre stato quello di girare un film a Hollywood e, alla fine, è riuscito nel suo intento: "Personalmente non ho mai avuto un piano B. O andava, o andava o andava. Per me non esisteva al mondo che non arrivassi a Hollywood a fare un film". L'attore, che sin da bambino voleva entrare nel mondo dello spettacolo, ha raccontato di aver vissuto ogni esperienza della sua vita al massimo: "Io sono un tossico della mia vita, sono un tossico della mia passione", anche il suo matrimonio è stato piuttosto inaspettato che ha momentaneamente cambiato la sua vita: "Conosco la mia ex moglie in piazza Duomo. Era una turista libanese: dopo alcuni giorni vado in Libano, mi sposo e nascono Brando e Marcus". L'amore, però, rischiava di oscurare i suoi veri obiettivi, quelli relativi alla sua carriera:

È la prima volta che lo dico, ma la vita da padre e da marito mi stava portando via dalla mia grande passione e io non potevo permettermi questa cosa. Decido di lasciare mia moglie, consapevole del fatto che sarei tornato libero ma anche dei tumulti a cui sarei andato incontro allontanandomi dai miei figli

I problemi con l'alcolismo

La fine del suo matrimonio è stato uno dei periodi più bui della sua vita, in cui gli eccessi predominavano sul resto e Morrone aveva perso completamente coscienza di sé stesso, come racconta senza tralasciare alcun dettaglio:

Nel 2018 mi sono separato da mia moglie e da lì per sei mesi ero ubriaco tutti i giorni, fino a finire in coma etilico. Ero sempre ubriaco e poi è arrivata una sera in cui ho davvero esagerato rischiando il coma etilico e lì mi sono detto: “Ora basta”. Non tocco un bicchiere di vino dal 2018. Oggi non ho tanti vizi, solamente la sigaretta. La droga, che ho provato in passato, non mi fa schifo ma mi fa paura perché potrebbe togliermi il focus dai miei obbiettivi: il cinema, la musica e tutto ciò che mi piace fare.

Michele Morrone, fonte Instagram
Michele Morrone, fonte Instagram

La svolta con 365 giorni

Qualcosa, però, riuscì a salvarlo da quel baratro in cui era finito: l'opportunità di girare un film per Netflix, quel famoso365 giorniche gli ha cambiato la vita e che lo ha reso famosissimo, ovunque. La produzione del film lo aveva praticamente scelto:

Era un periodo che prendevo antidepressivi a cannone, la mia agente mi chiama per un provino per Netflix. Netflix stava cercando questo Massimo Torricelli e non lo trovava. Facevano casting su casting. Poi vedono una mia foto su Facebook e iniziano a cercarmi. Io stavo al lastrico, non avevo più un euro nel portafoglio, loro mi fanno il biglietto e mi dicono “facciamoci almeno una chiacchiera”

Il provino fu fuori da ogni comprensione: "Arrivo lì, e volevano che io limonassi con una: volevano vedere come io baciassi. La cosa è stata assurda perché io bacio questa bellissima ragazza, mi danno il contratto, e io mi dico “c'è qualcosa che non va, non può essere così semplice". E invece, tutto è andato

Io giro il film, viene messo su Netflix, e praticamente mi sono svegliato che avevo 2.3 milioni di followers nella prima notte. Il film è stato primo in classifica per quattro mesi in tutto il mondo e da quel giorno la mia vita non è più stata la stessa. Dopo 365 ho preso il mio primo ruolo da protagonista a Hollywood, dove siamo protagonisti io e Megan Fox

19 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views