1.705 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

J.K Rowling non perdona Daniel Radcliffe e Emma Watson: “Chiedano scusa alle detransizioniste traumatizzate”

J.K Rowling non intende perdonare Daniel Radcliffe ed Emma Watson per le loro posizioni sulla transizione di genere. L’autrice scrive su Twitter: “Le celebrità che hanno aderito a un movimento intento a erodere i diritti conquistati a fatica delle donne o che hanno usato i loro canali per sostenere la transizione dei minori possono anche risparmiare le loro scuse”.
A cura di Eleonora Di Nonno
1.705 CONDIVISIONI
Immagine

Negli ultimi anni J.K Rowling, autrice della saga di Harry Potter, è stata più volte attaccata per le suo opinioni – giudicate controverse – sul concetto di genere, identità e sui diritti delle persone trans. Tra i primi a prendere le distanze dalle sue posizioni, Daniel Radcliffe ed Emma Watson, interpreti principali dei film tratti dai suoi libri. J.K Rowling, come riportato dal Daily Mail, ha sostenuto che non perdonerà mai gli attori per le loro idee sulla questione.

"Si sono schierati con un movimento che erode i diritti delle donne"

Il motivo dei contrasti tra J.K Rowling e gli attori Emma Watson e Daniel Radcliffe è stata la pubblicazione dello studio della pediatra Hilary Cass, in cui si sostiene che agli adolescenti in Gran Bretagna sia stato permesso di cambiare il proprio genere sulla base "di prove deboli". Nella sua revisione, la pediatra afferma che sia gli operatori sanitari che i pazienti "non dispongono di buone prove sui risultati a lungo termine degli interventi per gestire il disagio legato al gender". J.K Rowling ha pubblicato una serie di tweet sulla questione:"Migliaia di persone sono complici, non solo i medici, ma anche i portavoce delle celebrità, i media indiscussi e le aziende cliniche".  J.K Rowling, a proposito dello studio, scriveva su X (ex Twitter): "Le conclusioni di Cass saranno arrivate come uno shock per chi la pensava diversamente e accusava gli altri di essere omofobi e bigotti ".

In risposta a questi tweet, qualcuno chiedeva all'autrice se avrebbe perdonato Radcliffe e Watson per essersi scontrati con lei sulla questione, ricevendo come risposta che "non è sicura" che lo farà . "Le celebrità che hanno aderito a un movimento intento a erodere i diritti conquistati a fatica delle donne – scrive l'autrice di Harry Potter – O che hanno usato le loro piattaforme per sostenere la transizione dei minori, possono anche risparmiare le loro scuse alle detransizioniste traumatizzate e alle donne vulnerabili che fanno affidamento su spazi per sesso singolo".

Le posizioni di Daniel Radcliffe ed Emma Watson

Emma Watson e Daniel Radcliffe non hanno mai nascosto di avere posizioni nettamente divergenti da J.K Rowling circa la questione della transizione di genere e dei diritti delle persone trans. L'interprete di Harry Potter, in passato, aveva sostenuto come i fan queer e transgender della saga fossero sconvolti dalle opinioni dell'autrice. Emma Watson, facendo eco al collega, scriveva: "Voglio che i miei follower trans sappiano che io e tante altre persone in tutto il mondo vi vediamo, vi rispettiamo e vi amiamo per quello che siete".

1.705 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views