144 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Opinioni
Isola dei famosi 2024

Il pubblico cercava Selen e ha trovato Luce: umanizzare il porno all’Isola dei Famosi non funziona per tutti

L’uscita precoce di Luce Caponegro dall’Isola dei Famosi dimostra che umanizzare il mondo del porno non è una formula che funziona per tutti. Soprattutto quando a cercare questa strada di ‘redenzione’ sono le donne.
144 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Luce Caponegro è la prima naufraga che è stata eliminata dall'Isola dei Famosi, vittima del televoto. Chi si aspettava un finale diverso, è rimasto deluso. Vladimir Luxuria ha commentato a caldo che la sua uscita è la dimostrazione di quanto il programma sia una livella, che non guarda in faccia tra famosi e non famosi. La verità sta nel mezzo, come sempre: da un lato, più che una livella, conviene accettare definitivamente il fatto che i "non famosi" sono i "nuovi famosi", soprattutto se vengono dal mondo di TikTok; dall'altro, e questo è il punto di questo pezzo, il tentativo di umanizzazione della ex pornostar è fallito. Il pubblico voleva Selen, ha trovato Luce Caponegro. Non è bastato. 

L'Isola dei Famosi sperava di aver trovato nella storia di Luce Caponegro un nuovo tentativo di rivalutazione e normalizzazione, al pari di quanto era già accaduto con Rocco Siffredi. Il contesto, ricordiamolo, lo suggeriva: Selen è stata una di quelle pornostar assolute, proprio come Rocco, sotto il cui nome è stato possibile addirittura fondare una rivista di cultura erotica e fumetti, un mensile edito dalla 3ntini Editore dal 1994 al 2000 nel quale si potevano trovare persino le avventure di Ranxerox firmate da Tanino Liberatore. Nel 2000, Selen era già riuscita a cavalcare il drago del mainstream, aveva già lasciato il mondo del porno ma viveva comunque del suo riflesso. Da "Ciro, il figlio di Target" a "Zora la vampira" dei Manetti Bros, Selen non era più attiva ma era ancora nell'immaginario maschile quella di "Concetta Licata" e "Selen dalla testa ai piedi".

Ambra Angiolini, Selen e Luciana Littizzetto in "Ciro, il figlio di Target"
Ambra Angiolini, Selen e Luciana Littizzetto in "Ciro, il figlio di Target"

La scelta di lasciare il mondo dell'intrattenimento, alla fine, l'ha pagata cara. Perché all'Isola dei Famosi non è riuscita ad avere il giusto spazio per far conoscere Luce Caponegro. Perché nessuno conosceva Luce Caponegro. Tutti, invece, conoscevano Selen. Perché con Rocco Siffredi, invece, ha funzionato? Maggiore carisma? Maggiore personalità? Sicuramente. Soprattutto un trattamento mediatico differente e una percezione del pubblico fortemente distorta quando si parla di donne del mondo del porno. Perché le donne funzionano solo se quell'immaginario è attivo, solleticato. Pensiamo a Malena, quinta classifica all'Isola e ancora titolare del suo ruolo di attrice porno (scoperta, nemmeno a dirlo, proprio da Rocco).

Chi scrive non vuole buttarla in caciara, tirando in ballo la solita storia che le donne si ritrovano ad affrontare con maggiore severità tentativi del genere, tra pregiudizi che sanno essere molto più profondi e difficile da tirare giù. Eppure l'esperienza di Luce Caponegro dimostra proprio questo. Fosse stata ancora Selen, sarebbe stata una potenza bellica, l'avrebbe ‘distrutto' il televoto; invece era solo Luce Caponegro. Ha cercato di restituire la sua umanità dopo un passato nel mondo dell'hard ed ha perso. La sua storia di redenzione dal porno non ha interessato nessuno: non è una formula di successo assicurato, non funziona per tutti.

144 CONDIVISIONI
Immagine
Gennaro Marco Duello (1983) è un giornalista professionista. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa di Napoli. Lavora a Fanpage.it dal 2011. Ha esordito nella narrativa nel 2022 con il romanzo Un male purissimo (Rogiosi). California Milk Bar - La voragine di Secondigliano (Rogiosi, 2023) è il suo secondo romanzo.
140 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views