82 CONDIVISIONI

Amber Heard ha chiesto 100 milioni di dollari a Johnny Depp, il giudice nega l’archiviazione

Nuovo colpo di scena nella causa che vede contrapposti Johnny Depp e Amber Heard. L’attrice ha controdenunciato l’ex marito per diffamazione chiedendogli un risarcimento pari a 100 milioni di euro. Il giudice ha rifiutato l’archiviazione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Stefania Rocco
82 CONDIVISIONI
Immagine

Lungo, doloroso e più mediatico che mai: è a questo che si è ridotto il processo tra Johnny Depp e Amber Heard. Seguito da milioni di spettatori in tutto il mondo, ha messo sotto la lente d’ingrandimento ogni aspetto della vita matrimoniale dell’ex coppia di attori, denunciandone le brutture. Un processo che rischia perfino di allungarsi perché il giudice Penny Azcarate ha deciso di non archiviare il controprocedimento intentato da Amber Heard. L’attrice ha controdenunciato l’ex marito per diffamazione, chiedendogli un risarcimento di 100 milioni di dollari. Una richiesta per la quale i legali di Depp hanno chiesto l’archiviazione, per poi incassare il rifiuto il tribunale. I procedimenti, dunque, diventano due: uno a carico di Amber, denunciata da Depp per un articolo scritto nel 2018 in cui affermava di essere vittima di violenza domestica (l’attore le ha chiesto 50 milioni di risarcimento), e quello più recente a carico dell’attore.

Perché il tribunale ha negato l’archiviazione

Il giudice Azcarate ha negato la richiesta di archiviazione avanzata dai legale di Depp perché “sta alla giuria decidere se l’avvocato di Depp, Adam Waldman, ha agito con vera malizia quando affermò che le accuse di abusi della Heard erano una finzione. Non è nel mio ruolo misurare la veridicità e pesare le prove”. Amber Heard sostiene che la bufera social scatenatasi nei suoi confronti sia cominciata quando Adam Waldman, avvocato dell’ex marito, definì “una bufala” le accuse della donna.

La versione di Amber Heard

Amber Heard sostiene in aula che l’ex marito Johnny Depp fosse solito ubriacarsi e picchiarla. Ma la sua versione ha finora prodotto qualche lacuna. Esistono diversi audio che raccontano quanto accadeva tra le mura domestiche di casa Depp-Heard. In uno, in particolare, l’attrice insulta e deride l’ex marito dichiarando che nessuno gli avrebbe creduto nel caso in cui si fosse dichiarato vittima di violenza: “Dillo al mondo, io Johnny Depp, un uomo, io sono vittima di violenza domestica. Nessuno ti crederà. Come potrei colpirti? O farti perdere l'equilibrio? Vai alla sbarra e dì ‘Ha cominciato lei'. Sul serio? Sono una donna di 52 kg. Non sono mai stata in grado di sopraffarti, questa è la differenza tra me e te. C'è il mondo intero, c'è una giuria, c'è un giudice che vedrà che c'è una differenza molto grande tra me e te”. Nello stesso audio, l’attrice ammette di essere stata violenta. Ricordiamo che Johnny Depp ha già perso la causa per diffamazione intentata contro il tabloid The Sun che lo aveva definito “picchiatore di mogli”. Il tribunale, in quel caso, aveva stabilito che quanto pubblicato dal tabloid fosse sostanzialmente vero. Le accuse a carico del giornale furono archiviate. Definirlo "picchiatore di mogli" non fu diffamazione.

82 CONDIVISIONI
Johnny Depp contro Amber Heard, la sentenza: ha vinto l’attore, diffamato dalla moglie
Johnny Depp contro Amber Heard, la sentenza: ha vinto l’attore, diffamato dalla moglie
Johnny Depp contro Amber Heard, la sentenza: ha vinto l'attore, diffamato dalla moglie
Johnny Depp contro Amber Heard, la sentenza: ha vinto l'attore, diffamato dalla moglie
Il processo di Johnny Depp e Amber Heard è diventato un film
Il processo di Johnny Depp e Amber Heard è diventato un film
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni