34 CONDIVISIONI

Palinsesti Rai 2023-2024, le novità su conduttori e programmi: la conferenza stampa minuto per minuto

34 CONDIVISIONI

È in corso la presentazione dei palinsesti Rai 2023/2024 oggi, venerdì 7 luglio, presso gli studi Rai di Napoli in diretta a partire dalle ore 12. Nel corso dell'evento, dedicato alla stampa e agli investitori, scopriremo i nomi dei conduttori, i programmi e le fiction che faranno parte della nuova stagione televisiva della tv di Stato. Molte le novità e le indiscrezioni che saranno confermate o smentite in diretta. Confermato il Festival di Sanremo 2024 e Report. Pesanti le assenze per l'anno prossimo: Bianca Berlinguer, Fabio Fazio, Lucia Annunziata e Luciana Littizzetto non ci saranno. Tra gli interventi, le più alte istituzioni campane e locali: il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, protagonista di un intervento contro Mauro Corona e Bianca Berlinguer, passati a Mediaset.

07 Luglio
14:43

Roberto Sergio: "Bianca Berlinguer? La sostituiremo entro la prima decade di agosto"

Roberto Sergio parla ancora della sostituzione di Bianca Berlinguer:

Non possiamo immaginare di sostituire un programma che faceva ascolti importanti in due giorni, immaginando che qualunque nome possa andare bene. Non sarebbe stato serio farlo da parte nostra. I nomi che sono usciti sono usciti forse per autopromozioni, non è il caso della Giandotti, o perché si può immaginare che la Giandotti e altri possano sostituire Bianca Berlinguer, noi però non l'abbiamo pensato. Sono tutti nomi che non sono stati ancora valutati. La scelta che abbiamo fatto è quella di affidare al marketing la valutazione di quale possa essere, rimanendo in quell'area di genere, la migliore soluzione possibile. Noi, non sappiamo ancora con assoluta certezza, se la Berlinguer sarà in un giorno piuttosto che in un altro, sono valutazioni attente che stiamo facendo. Mi auguro per la prima decade di agosto, avere una notizia.

Sul fatto che l'anno prossimo possa lasciare a Giampaolo Rossi: "Qual è la mia grande responsabilità? Favorire o sfavorire Giampaolo Rossi? A noi ci lega un rapporto storico che ci mette nelle condizioni di poter lavorare con grande serenità e reciproco rispetto. Sono stato chiamato dalla politica e per senso della responsabilità, ho dato la mia risposta. Io sono sereno. Quando scadrà il mandato ci sarà un governo, dei dipendenti, che decideranno cosa si dovrà fare. Non sono qui a scaldare la sedia, ma non sono nemmeno uno attaccato alla poltrona". 

07 Luglio
14:39

Roberto Bolle non sarà più in onda a Capodanno, Pino Insegno non è un caso

Domande su Roberto Bolle, Barbara D'Urso e Pino Insegno. Su Bolle, risponde Coletta: "Roberto Bolle non andrà in onda il 1° gennaio, ma si sta lavorando a una nuova data. Non sarà più l'apertura dell'anno". Poi Roberto Sergio:

Barbara D'Urso a Ballando con le stelle? Non risulta nella maniera più assoluta. Pino Insegno? Farà l'access di Rai2 con Il Mercante in Fiera, dal punto di vista editoriale con noi sarà un bel ritorno, sarà un nuovo bel racconto per Rai2, un programma che farà da traino al Tg2 delle 20.30. Io non credo che Pino Insegno sia né il primo né l'ultimo che ha partecipato o parteciperà ad eventi politici di ogni tipo. È chiaro che noi abbiamo delle policy, è chiaro che non ci saranno strumentalizzazioni, ma capita sempre, in particolare a settembre, con eventi politici, feste e iniziative, capita sempre di vedere tantissimi giornalisti, conduttori e artisti che partecipano per animare il dibattito. Sinceramente, non mi pare che possa essere un elemento che ci fa decidere o meno l'utilizzo di una persona nei programmi piuttosto che in conduzioni.

07 Luglio
14:30

Roberto Sergio: "Il canone in bolletta ha risolto il problema dell'evasione"

Roberto Sergio parla poi del canone in bolletta: "Al di là di alcune legittime rappresentazioni fatte dai parlamentari sul canone fuori dalla bolletta, non sono convinto che sarà così. So che non è un tema europeo, ma un tema politico. Mi pare di capire dalle prime espressioni che ci sia una larga maggioranza che veda il canone in bolletta come forse l'unica possibilità di pagare una tassa senza evasione. Dobbiamo evitare che si ritorni ad avere una parte dell'Italia che paga e l'altra parte che evade". 

Il direttore generale Giampaolo Rossi poi aggiunge: "La storia del canone, proviamo a circoscriverla in una dimensione che non è solo nazionale. In Francia hanno risolto due anni fa, attingendo dall'Iva. Il tema è relativo alle risorse pubbliche. In tutti i paesi europei più importanti, l'Italia è quella che ha il canone più basso, che ha il maggior numero di ore di produzione. Facciamo molto di più con un canone molto molto più basso. Il paradosso è che se si riuscissero ad avere risorse certe, la Rai ci guadagnerebbe. Il principio, però, è uno: il servizio pubblico deve essere finanziato pubblicamente. Direi: quanto serve alla Rai per fare a pieno il proprio lavoro? Questo è il centro del dibattito". 

07 Luglio
14:28

Giampaolo Rossi: "Rocco Schiavone c'è, è una delle serie più seguite"

Immagine

Giampaolo Rossi conferma la presenza di Rocco Schiavone, serie tv in passato contestata dalla destra per il personaggio nato dalla penna di Antonio Manzini: "Rocco Schiavone c'è. È una delle serie più seguite e trasgressive ed evocative della Rai. La nuova narrazione? TeleKabul non è più un brand", spiega il direttore della rete: "Rai3 si trasforma nella rete dell'approfondimento e dell'intrattenimento, non è più una connotazione culturale ma di genere. Perché si è dato ordine a questa narrazione, perché si è dato un orizzonte. Non è un tema ideologico o culturale, è un tema di senso per dare al pubblico quello che cerca". 

07 Luglio
14:18

Giampaolo Rossi sulle accuse della Rai di destra: "La Rai appartiene al pubblico"

Immagine

Giampaolo Rossi, direttore generale della Rai, stronca chi parla di Rai della destra: "La Rai. Di tutto, di tutti. La Rai non è di nessuno, ma è di tutti. Questa è la chiave di lettura". E ancora: "Questa trasformazione è legata a una trasformazione dei contenuti. Abbiamo iniziato questa rivoluzione nel 2019 con Salini e con la sua visione, con lui realizzammo il passaggio da una organizzazione verticale a una per generi". La missione: "Attenzione al prodotto, nuovi prodotti di genere, dialogo tra tv lineare e non lineare. Io continuo a dire che il claim che è "Di tutto, di tutti" riassume il servizio pubblico: la Rai appartiene innanzitutto al pubblico". 

07 Luglio
14:00

Jacopo Volpi tira indietro la Rai da Coppa Italia e Serie A: "A certe cifre non è possibile"

Immagine

Jacopo Volpi conferma che la Rai probabilmente quest'anno non avrà né la Coppa Italia né tantomeno partite di Serie A, dove pure si era pensato di immaginare di avere quelle in onda al sabato e al lunedì: "A certe cifre e a certi costi non è possibile". Confermata l'attenzione a tutti gli sport, come le Olimpiadi e 31 partite di Euro 2024.

07 Luglio
13:50

Roberto Sergio: "Ranucci al posto di Fazio riporta Report alla sua collocazione originale"

Immagine

Roberto Sergio risponde alle domande sul compensare la perdita di Fabio Fazio con Report e Ranucci: "Come compensare la perdita di Fabio Fazio? Fabio Fazio ha scelto di andare via prima del mio insediamento, lo ha fatto sulla base di una serie di percezioni che non c'erano sul rinnovo di contratto. Non ho potuto fare altro che prenderne atto e capire che prodotto di valore mettere che consentisse alla rete e all'insieme delle tre reti di vincere la serata nei confronti dei competitor. Prioritariamente, abbiamo pensato di mettere il prodotto del giornalista d'inchiesta come Report, con più spazio e più durata, con la giusta garanzia e tutela nella sua collocazione primaria e naturale. I numeri, sono convinto, Report li farà". 

07 Luglio
13:44

Roberto Sergio: "Massimo Giletti? Ha ancora un contratto con La7"

Cominciano le domande dei giornalisti. Roberto Sergio risponde sui talk-show: "Talk-show? Turnazioni normali, sono nuovi prodotti e nuovi racconti, ma non è altro che aggiungere contenuti e linguaggi, aggiungere esperienze e culture, in questo senso c'è stato un rinnovamento rispetto a quello che avevamo nei precedenti palinsesti". Su Bianca Berlinguer: "L'ho incontrata sabato scorso e lei mi ha presentato i suoi disagi che aveva già da tempo. Avrebbe voluto fare una striscia quotidiana ma non era possibile farlo e modificarlo. Con dispiacere, ma con un rapporto cordiale tra me e lei, Bianca ha deciso di intraprendere un nuovo percorso di vita". Su Giletti e Miss Italia: "Miss Italia? Mai sentito parlare. Massimo Giletti? È contrattualizzato con La7. Non escludo che in futuro possa essere una delle persone d'interesse per l'azienda, ma al momento non c'è nulla". 

07 Luglio
13:40

Elena Capparelli sottolinea: "Ci sarà il grande ritorno di Valerio Lundini"

Elena Capparelli, responsabile dei palinsesti, spiega del tentativo che c'è in Rai di unire i target giovani, millenials e young adult. Oltre le conferme di Un professore e Mare Fuori 4 – "Non lo cito proprio, così come Sanremo", dice – poi c'è a ottobre Eppure cadiamo felici, You and Me, Starstruck. Su RaiPlay, il ritorno di Valerio Lundini, il ritorno de La Conferenza Stampa. E poi gli speciali:  i 60 anni del Vajont, il 20ennale di Nassirija, uno speciale per i 70 di Anna Marchesini, i 100 anni di Italo Svevo.

07 Luglio
13:18

Roberto Sergio su Fiorello: "Non è annunciato perché dobbiamo risolvere i problemi su Via Asiago"

Immagine

Rosario Fiorello non è stato citato nella presentazione dei palinsesti e Roberto Sergio spiega i motivi: "Rosario Fiorello ha fatto uno dei programmi di grande successo, una delle cose più innovative con una formula incredibilmente nuova, che abbiamo avuto la fortuna di poter avere a nostra disposizione. Rosario ha voglia di proseguire, ma in quella strada ci abitano delle persone e ci sono dei condomini. Cercheremo di ragionare coi condomini di Via Asiago per trovare una soluzione che permetta a Rosario di riprendere questa trasmissione".

07 Luglio
12:58

Stefano Coletta su tutta la programmazione Rai: "Raccontiamo l'Italia e gli italiani con i linguaggi più diversi"

Immagine

Salgono sul palco Giampaolo Rossi, Elena Capparelli, Roberto Sergio e Stefano Coletta. Le parole di Roberto Sergio che puntano soprattutto a sottolineare il pluralismo: "Abbiamo 30 nuovi programmi, molti nuovi talent, che vuol dire essere pliù pluralisti del passato. penso che sia un obbiettivo raggiunto. penso sia un investimento per il futuro della Rai: molto programmi sono in ottica di lanciare nuovi talenti e quest’anno abbiamo avuto il coraggio di farlo, dopo tanto tempo. Penso sia un valore aggiunto importante". E ancora: "È stato dimezzato il numero degli appalti esterni e abbiamo saturato i centri di produzione". Stefano Coletta ha annunciato anche il ritorno di Roberto Saviano. 

L'intervento di Stefano Coletta

A Stefano Coletta tocca parlare di tutto il palinsesto nel dettaglio: "Raccontiamo l'Italia e gli italiani con i linguaggi più dicversi", ricordando il grande ritorno di Caterina Balivo che conduce dall'11 settembre La volta buona, un nuovo programma di infotainment che si propone di raccontare le eccellenze italiane in ambito sociale, culturale, imprenditoriale, sportivo e di spettacolo. Confermatissima È sempre mezzogiorno con Antonella Clerici. Maggiore centralità ai quiz del preserale con Reazione a Catena di Marco Liorni fino al 31 dicembre che lascerà spazio in onda dal 1° gennaio a Pino Insegno con L'Eredità. Ovviamente tornano anche Francesca FagnaniAlessia Marcuzzi su Rai2. Sulle novità di Rai1: "UnoMattina con Massimiliano Ossini c’è Daniela Ferolla. Resta Storie Italiane con “la belva e chi ci ha lavorato lo sa” Eleonora Daniele e il cooking di Antonella Clerici. Dopo il Tg1 c'è un'altra ritornanza: la Balivo con La volta buona". Complimenti a Marco Liorni, parlando dell'allungo di Reazione a catena: “Una grande sfida per l’empatia, l’autenticità di un gioco che racconta anche il paese con Marco Liorni”. Fino a Sanremo, lo show dell'access prime time sarà Affari Tuoi. Le prime serate: alla domenica, "Cuori" e "Lea e i suoi figli", al lunedì le fiction crime, al martedì la cronaca, al mercoledì il multigenere con "Arena Suzuki", il giovedì ancora fiction con "Blanca" e "Un professore", il venerdì il grande intrattenimento di Carlo Conti. Il sabato, Ballando con le stelle.

La mancata menzione di Fiorello

Nel presentare l'offerta di Rai2, fa rumore l'assenza di Fiorello. Presentato il prime time col ritorno de La Caserma, dopo lo stop dovuto alla guerra. Torna Bianca Guaccero con il programma "Liberi Tutti", torna Max Giusti con "Veramente Falso". Ovviamente ritorna Francesca Fagnani presenta come la titolare delle "interviste un po' coatte". Confermata Alessia Marcuzzi con "Boomerissima". Il ritorno di Luisella Costamagna al giornalismo con la trasmissione "Tango". Il ritorno del dating con la conduzione a sorpresa di Lorena Bianchetti in uno show dove i genitori cercano i fidanzati ai figli.

Il palinsesto di Rai3

Stefano Coletta chiude con Rai3 ricordando che resta la casa dell'approfondimento. Poi spiega: "È l'emittente che ha avuto più partenze, chi li sostituisce ha una grande responsabilità e ne è consapevole". L'offerta di prima serata è in via di composizione: ci sarà Nunzia De Girolamo con un talk chiamato "Botta e Risposta", resta al lunedì sera Presadiretta. Chi ci sarà al martedì? Coletta conferma che sono ancora in fase di ragionamento su chi sostituirà Bianca Berlinguer. Chi l'ha visto? resta al mercoledì, il giovedì ci saranno documentari e film. Luca Barbareschi torna in Rai, in seconda serata alla domenica.

07 Luglio
12:32

Marinella Soldi: "La Rai attenta all'intelligenza artificiale"

Immagine

Fabrizio Casinelli, US Rai, presenta una clip che introduce i volti e i programmi della Rai con un claim "Rai, di tutto, di tutti". Ritorna il format "La caserta", ritorna "Arena Suzuki 60-2000", ritorna Tale e Quale Show, ritorna The Voice Kids, Ballando con le stelle, Sanremo Giovani. C'è Il mercante in fiera con Pino Insegno (dal 22 dicembre).

Il Presidente Rai Marinella Soldi presenta la modalità operativa: "Il nostro approccio è un approccio responsabile, trasparente, inclusivo, innovativo e coraggioso. Conquistare la fiducia del pubblico è il nostro primo obiettivo. È una grande sfida, che anche i grandi servizi pubblici europei mettono al centro delle loro discussioni. Bisogna essere trasparenti su quello che facciamo, vuol dire declinare i valori del servizio pubblico". Tra questi, i valori ambientali. E ancora sull'intelligenza artificiale: "Cambierà completamente l'intero sistema dei media e non solo. L'intelligenza artificiale porterà a una democratizzazione dei contenuti, sarà a disposizione di tutti. È un'opportunità per la Rai. Se saremo capaci di conquistare la fiducia degli utenti rappresentando un punto di vista autorevole in un mercato frastornante e frastornato". 

07 Luglio
12:12

Presentazione palinsesti Rai, Vincenzo De Luca attacca Mauro Corona e Bianca Berlinguer: "Una sola a Mediaset"

Vincenzo De Luca ha attaccato Mauro Corona e Bianca Berlinguer. Nel corso dei palinsesti Rai ha parlato in questo termine della giornalista passata a Mediaset e del suo opinionista: "Ho visto che se ne va la Berlinguer. Pensare di non poter più vedere quel Nehandertal, quel troglodita che si presentava come un capraio afghano, un cammelliere yemenita, io sto male a immaginare che non avremo più quell'immagine di sobrietà. A parte questa nota di dolore, avete tirato questa sola alla Mediaset con la Berlinguer, in bocca al lupo".  

07 Luglio
12:08

Presentazione palinsesti, Vincenzo De Luca: "La Rai ha una grande responsabilità nei confronti dei più giovani"

Immagine

Vincenzo De Luca, presidente Regione Campania, ha esordito così nella conferenza stampa di presentazione dei Palinsesti: "La Rai è una presenza insostituibile in Italia. Dobbiamo fare un salto di qualità perché abbiamo un tempo maledettamente complicato per le nuove generazioni. La responsabilità della Rai è enormemente cresciuta negli ultimi anni. La politica e le istituzioni non ce la fanno a governare. Contano i disvalori che vengono trasmessi, rispetto alle parole che diciamo noi. Vorrei che avreste una grande responsabilità nel trasmettere un'immagine vera, con valori e messaggi civili". 

07 Luglio
11:12

Palinsesti Rai a Napoli: cambia il dispositivo traffico su via Marina e via Medina

Immagine

Con la presentazione Rai dei nuovi palinsesti a Napoli, il Comune ha stabilito per il giorno 6 luglio 2023, dalle ore 16:00 alle ore 00:00, e comunque fino a cessate esigenze, le seguenti modifiche alla circolazione:

  • istituire in via Marina, nel tratto compreso tra fronte civ. 5 e altezza varco Pisacane, nell’ambito delle aree di sosta regolamentata a tariffa senza custodia (cd. strisce blu), il divieto di sosta con rimozione forzata, eccetto per gli autobus dell’evento Rai;
  • sospendere, dalle ore 16:00 del giorno 6 luglio 2023 alle ore 13:00 del giorno 8 luglio 2023, in via Medina:
    a) dal civ. 67 al civico 72, n. 8 stalli riservati ai veicoli adibiti al trasporto pubblico non di linea (taxi);
    b) dal civ. 57 al civ. 22, le aree di sosta regolamentata a tariffa senza custodia (cd. strisce blu).
  • consentire, dalle ore 16:00 del giorno 6 luglio 2023 alle ore 13:00 del giorno 8 luglio 2023, in via Medina:
    a) nell’area di cui al punto 2a) la sosta dei bus dell’evento Rai;
    b) nell’area di cui al punto 2b) la sosta degli 8 stalli riservati ai veicoli adibiti al trasporto pubblico non di linea (taxi) già sospesi al punto 2a).
07 Luglio
11:00

Dove vedere la conferenza stampa per i palinsesti 2023/24 in diretta streaming e in tv

La presentazione dei Palinsesti Rai 2023-24 parte venerdì 7 luglio 2023 alle ore 12 negli studi Rai di Napoli. L’evento è riservato ai giornalisti accreditati, ma sarà disponibile una diretta streaming su RaiPlay oltre a una replica in tv della presentazione, che sarà condotta da Ema Stockholma e Fabrizio Biggio, fissata per giovedì 13 luglio alle ore 23.30.

07 Luglio
10:30

I nomi dei conduttori e i programmi Rai: chi resta e chi va via

I nomi dei conduttori e i programmi Rai della prossima stagione. Secondo le anticipazioni date dall'amministratore delegato Roberto Sergio, sarà assicurato l'impegno della Rai ad assicurare il contratto di servizio, con le trasmissioni d'inchiesta. Nel 2022 le trasmissioni di approfondimento erano: Presadiretta, Report, Mi manda Rai3, Indovina chi viene a cena, Fattore umano, Chi l’ha visto, Codice, Cose nostre, Tv7, Speciale Tg1, Tg2 dossier. A queste si aggiungeranno Storie dal mondo e Petrolio su Rai3 e Poster su Rai2. Tra i conduttori che hanno lasciato la Rai: Bianca Berlinguer, Fabio Fazio, Lucia Annunziata e Luciana Littizzetto. Anche Maurizio Mannoni dovrebbe lasciare, così come Marianna Aprile.

07 Luglio
10:01

La presentazione dei Palinsesti Rai 2023-2024

Immagine

La presentazione dei palinsesti Rai 2023/2024 in corso oggi, venerdì 7 luglio, presso gli studi Rai di via Guglielmo Marconi a Napoli in diretta a partire dalle ore 12. Nel corso dell'evento, dedicato alla stampa e agli investitori, scopriremo i nomi dei conduttori, i programmi e le fiction che faranno parte della nuova stagione televisiva della tv di Stato. Molte le novità e le indiscrezioni che saranno confermate o smentite in diretta. Dopo tutte le novità già annunciate da Mediaset e le anticipazioni arrivate nel corso di quest'ultimo mese, le sorprese dovrebbero essere davvero poche.

34 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views