310 CONDIVISIONI
Grande Fratello 2023/2024

La famiglia di Massimiliano Varrese: “Il GF diventato un incubo, contro di lui gioco al massacro”

Come si ferma la gogna social? Se lo chiedono i familiari di Massimiliano Varrese che hanno affidato a Fanpage.it il loro appello. A parlare sono la madre, la sorella e la zia dell’attore.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Stefania Rocco
310 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello 2023/2024

Come si ferma una gogna alimentata dai social? Se lo chiedono i familiari di Massimiliano Varrese che hanno affidato a Fanpage.it il loro appello affinché i detrattori dell’attore possano ridimensionare il tipo di critiche, alcune feroci, che da mesi vengono rivolte al concorrente del Grande Fratello. A parlare sono Luisa, Monica e Stefania, rispettivamente madre, sorella e zia di Varrese. Chiedono che questo odio social, che ha trasformato in un incubo l’esperienza di Massimiliano all'interno della Casa, cessi prima di distruggere definitivamente la reputazione di uomo accusato, a torto, delle peggiori nefandezze.

Contro Massimiliano Varrese è partita da tempo una gogna social senza precedenti. Viene definito “ratto” o “paziente”, solo per citare qualche esempio. Che effetto vi fa?

La zia: Ci fa molto male. Doveva essere una bella esperienza ma è diventato un incubo. La signora Beatrice Luzzi ha addirittura parlato di molestie. È gravissimo.

C’è un video che mostra Beatrice Luzzi parlare di molestie, in effetti. 

La sorella: Le “Luzzers”, le fan più accanite di Beatrice Luzzi, hanno addirittura parlato di femminicidio. Non posso rispondere perché altrimenti mi metterei allo stesso livello ma quel fandom è diventato una setta. Addirittura, quando è morto il padre di Beatrice, si sono augurati che a mio fratello accadesse la stessa cosa. Non è più un gioco.

Temete che la sfilza di insulti nei suoi confronti possa produrre un effetto sulla sua carriera?

La sorella: Sicuramente. Sulla carriera e sulla vita privata. Mi chiedo cosa abbia fatto Massimiliano di tanto grave da meritarsi questo trattamento. Ha reagito alle provocazioni di Beatrice che ne ha dette più di mio fratello. Le sue, però, non sono state mostrate.

Sotto il profilo emotivo, come reagirà Massimiliano di fronte a tanto odio una volta uscito dalla Casa?

La madre: Non bene. Mio figlio è vittima di una carneficina, non è più un gioco. Mi ha fatto male vederlo umiliato di fronte a milioni di persone quando gli è stato letto quanto la sua ex compagna aveva scritto a favore di Beatrice Luzzi e contro di lui. È stato uno smacco, per di più perché è avvenuto in diretta. Questo è uno degli episodi che mi ha fatto più male ma ce ne sono decine.

Come ritenete si comporterà dopo essere stato accusato di molestie?

La madre: Spero reagirà in qualche modo. Gliene sono state dette talmente tante…Credo un po’ si sia già reso conto di quanto sta accadendo all’esterno ma che non abbia compreso la portata di quanto è stato scritto e detto sul suo conto. Non a questi livelli. Da madre, non ho potuto fare niente. Ho parlato con decine di avvocati e tutti mi hanno detto che dovrà essere lui a decidere una volta uscito.

Massimiliano non è stato sempre corretto. Ha commesso degli errori e si è scusato in diretta tv. C’è stata un’occasione, però, in cui Beatrice Luzzi ha messo le mani al collo di Giuseppe Garibaldi e lo ha chiamato gigolò. Se a farlo fosse stato un uomo contro una donna?

La madre: Fosse capitato a Massimiliano, lo avrebbero arrestato.

La zia: Sui social usano due pesi e due misure. Non tutti vengono trattati allo stesso modo.

Nella scorsa puntata del GF, Massimiliano ha appreso l’esistenza di un uomo al quale Monia La Ferrera è particolarmente legata. Che idea vi siete fatte?

La sorella: Già 15 anni fa, all’epoca in cui stavano insieme, mi sembrava una cercatrice di fama. Credo sia entrata nella Casa proprio grazie alla storia con mio fratello. Non credo per niente ci sia un interesse reale.

La madre: È stata Monia a parlare di quest’uomo a tutta la Casa. Gli dedica le canzoni che mettono al GF, bacia la catenina che ha al collo perché gliel’ha regalata lui. L’ha detto a tutti là dentro, meno che a mio figlio. Poi ha rigirato la frittata e ha detto che Max sapeva tutto. Cosa non vera.

C’è stato un periodo durante il quale, per gioco, i detrattori di Massimiliano hanno raccontato su Twitter episodi non veri sul suo conto. Un esempio era che avesse rifiutato il ruolo da protagonista nella saga Pirati dei Caraibi per fare un piacere all’amico Johnny Depp. Bugie raccontate scientemente – e senza alcun disclaimer – per ridicolizzarlo. 

La madre: Sono episodi gravissimi che mi mettono angoscia anche per la sua carriera. Provo rabbia perché Massimiliano non si è mai vantato, è sempre stato modesto, non si è mai montato la testa e fa questo mestiere da quando aveva 19 anni. Sto vivendo un incubo, non è più un gioco. È un massacro: massacrano sia la persona che l’artista.

La figlia di Massimiliano ha avuto la percezione di quanto sta accadendo?

La madre: Non credo, guarda solo qualche pezzetto del GF che le mostriamo noi. Per sincerarmi del suo benessere, sono andata a parlare con i suoi insegnanti affinché mi garantissero che a scuola è serena. Considerate le tante voci in giro, ho voluto toccare con mano. Vorrei capire che cosa ha scaturito tanto odio.

Massimiliano ha commesso degli errori per i quali si è scusato. Ma la gogna che gli si è abbattuta addosso è sproporzionata. Perché Valentina Melis, madre di sua figlia, non è intervenuta pubblicamente per chiedere maggiore correttezza?

La madre: Voglio rimanere in buoni rapporti con la ex compagna di mio figlio. Sono cose loro e vedranno tra loro.

Qual è il vostro stato d’animo in questo momento?

La madre: Io sono sgomenta. Dal punto di vista personale, mi sarebbe piaciuto uscisse fin dal primo episodio con la signora Baci. Ma è lì per lavorare e quindi capisco. D’altronde, se uscisse, lo farebbe portandosi addosso l’etichetta schifosa che gli è stata appiccicata addosso e questo mi addolora.

La zia: Ci sono migliaia di persone a favore di Massimiliano. Questo piccolo gruppo di hater sta solo facendo più rumore. Ma mia sorella sta cadendo in una brutta depressione, è distrutta. Queste persone andrebbero fermate. Ci stanno distruggendo, siamo in uno stato d’animo pessimo.

La sorella: E il problema è che non possiamo fare niente. Come si ferma una gogna social?

310 CONDIVISIONI
778 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni