285 CONDIVISIONI
Eurovision Song Contest 2022
14 Maggio 2022
19:21

Eurovision 2022, Cristiano Malgioglio rischia di cadere a pochi minuti dalla diretta

Il commentatore di Eurovision 2022 ha rischiato un incidente a pochi minuti dall’inizio della finale. Il video in pochi minuti è diventato virale sui social.
A cura di Andrea Parrella
285 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Eurovision Song Contest 2022

Cristiano Malgioglio è senza ombra di dubbio un protagonista di questo Eurovision 2022, almeno per quel che riguarda il racconto italiano della manifestazione. Malgioglio è tornato a commentare la manifestazione a un anno di distanza da quella che celebrò la vittoria dei Maneskin. La Rai ha confermato in toto la squadra, affiancandolo a Gabriele Corsi e Carolina Di Domenico, in un certo senso i suoi angeli custodi durante questa edizione che si avvia alla finale del 14 maggio.

L'imprevisto a pochi minuti dalla finale

Proprio a poche ore dall'inizio dell'ultimo atto di Eurovision 2022, Cristiano Malgioglio è stato protagonista involontario di una quasi caduta che ha fatto in pochi minuti il giro dei social, a riprova della popolarità dilagante di Malgioglio in formato meme. Mentre stava salutando fotografi e fan presenti all'esterno della struttura in vetro dalla quale presenta l'anteprima con Corsi e Di Domenico, Malgioglio non ha notato un faro alle sue spalle, rischiando di inciampare. Per sua fortuna è rimasto in equilibrio, ma l'inciampo è stato immediatamente immortalato, diventando virale su Twitter.

L'intervista a Cristiano Malgioglio

Nei giorni della manifestazione organizzata a Torino, Malgioglio ha più volte sottolineato la grandezza di uno show come Eurovision, ribadendo il concetto in un'intervista a Fanpage.it di pochi giorni fa, quando ha commentato il successo di ascolti, in un certo senso inatteso, di questa edizione: "Eurovision è sempre qualcosa di straordinario, anche l'anno scorso in finale abbiamo fatto grandi numeri. Io penso conti anche la curiosità per l'organizzazione italiana,  la popolarità di personaggi come Laura Pausini". Nella stessa occasione ha parlato del confronto tra Eurovision e Sanremo, due eventi che negli ultimi anni sembrano aver trovato una continuità di linguaggio che ha portato fisiologicamente all'attenzione del pubblico italiano per un evento meno aderente alla nostra cultura:

Penso che siano due eventi molto diversi. Sanremo appartiene alla tradizione italiana, è come una festa importante a cui nessuno può rinunciare. Conti, Fazio, Baglioni, Amadeus, sono conduttori che hanno avuto grandissimo fiuto e l'esempio dei Maneskin, ascoltati in tutto il mondo, lo testimoniano. L'Eurovision invece è fatto per persone che non vedono Sanremo ed hai la possibilità di ascoltare musica da paesi con tradizioni diverse. Mi piace il fatto che non ci siano imitazioni, ogni voce ha la sua specificità.

285 CONDIVISIONI
151 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni