Covid 19
17 Gennaio 2022
06:00

Torna la zona arancione in Italia, due Regioni cambiano fascia da oggi: la nuova mappa colorata

L’ordinanza firmata dal ministro della Salute Speranza ha aggiornato la mappa colorata delle Regioni: Valle d’Aosta passa in arancione, la Campania diventa gialla.
A cura di Annalisa Cangemi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Torna la zona arancione in Italia. A partire da oggi, 17 gennaio, la mappa colorata delle Regioni italiane cambia ancora. L'ultima ordinanza firmata dal ministro della Salute Speranza venerdì decreta il passaggio di fascia per due Regioni: la Campania entra in zona gialla mentre la Valle d'Aosta diventa arancione. Peggiora quindi la situazione epidemiologica del Paese: adesso, oltre alla Campania, in giallo ci sono altre 14 Regioni e Province autonome Abruzzo, Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia, Lazio, Piemonte, Sicilia, Liguria, Marche, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Calabria e le Province autonome di Bolzano e Trento in giallo. Mentre solo Basilicata, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria, e solo la Valle d'Aosta è passata in arancione.

A pesare sono stati soprattutto i livelli d'occupazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari, ben oltre le soglie prefissate, rispettivamente del 20% e del 30%. La Campania sarà quindi in fascia gialla per le prossime due settimane, e lo stesso intervallo di tempo servirà alla Valle d'Aosta per sperare in una ‘promozione'. Anche se i dati degli ultimi giorni mostrano un peggioramento per queste due Regioni, sia per le rianimazioni sia per l'area non critica.

Cosa cambia tra zona gialla e zona arancione

Tra la zona bianca e la zona gialla non ci sono praticamente differenze. La differenza principale era rappresentata dall'obbligo mascherina all'aperto, ma con il decreto Natale la misura è entrata in vigore anche in fascia bianca, fino al 31 gennaio 2022. Allo stesso tempo è stato introdotto l'obbligo di indossare la mascherina FFP2 a bordo dei mezzi pubblici, sui trasporti a lunga percorrenza, nei cinema e nei teatri, fino al termine dello stato d'emergenza, il prossimo 31 marzo.

Le cose cambiano invece per la zona arancione. La limitazione principale riguarda gli spostamenti all'interno della Regione, che sono vietati a coloro che non possiedono un Super Green pass o un Green pass base. Per chi non ha la certificazione verde gli spostamenti tra Comuni sono vietati quindi, a meno che non siano motivati da ragioni di lavoro, necessità, salute, oppure se servono per usufruire di servizi che non sono disponibili nel proprio comune. Consentiti invece gli spostamenti da Comuni di massimo 5.000 abitanti verso altri comuni, entro i 30 km.

In zona arancione negli impianti sciistici servirà il Super Green Pass, quella che si ottiene solo dopo il vaccino o la guarigione dal Covid; e la stessa certificazione sarà necessaria per le consumazioni nei bar e nei ristoranti. Sempre in zona arancione l'accesso ai negozi presenti nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi è precluso senza Green pass rafforzato, (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi).

31052 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni