In un post su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato di aver trovato una soluzione per rendere agibili le casette dei terremotati, che presentavano delle criticità, a causa dell'umidità proveniente dai pavimenti: "Un pensiero costante del mio governo va anche alle famiglie colpite dagli eventi sismici. Negli scorsi giorni sono rimasto in continuo contatto con il sottosegretario Crimi, delegato a seguire le aree terremotate. Proprio domani pomeriggio incontrerò a Palazzo Chigi i governatori di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria. Un incontro a cui tengo in maniera particolare. Parleremo dei problemi legati alla fase di ricostruzione post-terremoto che ancora persistono e di come rafforzare il sostegno al tessuto produttivo locale. Ci confronteremo, inoltre, sulla soluzione che abbiamo trovato, anche insieme alla Protezione Civile, per rendere agibili quelle casette che hanno evidenziato criticità per l'umidità trasudata dai pavimenti", ha assicurato il premier.

"Personalmente e come governo ci siamo messi fin dall'inizio all'opera, con interventi normativi e risorse economiche attribuite alla struttura commissariale, per sostenere e alleviare le sofferenze di tutte le popolazioni colpite dai terremoti, provando anche a colmare i ritardi accumulati in passato Abbiamo ancora molto da fare, ma voglio che questi cittadini sappiano che non ci siamo mai dimenticati di loro". 

Il premier Conte ha confermato che domani è in arrivo il decreto che renderà operative le misure principali del governo giallo-verde, cioè il reddito di cittadinanza e la riforma delle pensioni con quota 100: "Tanti gli impegni che mi aspettano a partire da domani. Innanzitutto avremo un consiglio dei ministri importantissimo. Approveremo il decreto che contiene i due provvedimenti chiave di questo governo: il reddito di cittadinanza e quota 100, misure che molti italiani aspettano da tempo e che finalmente diventeranno leggi dello Stato".