438 CONDIVISIONI
16 Settembre 2021
18:47

Gino Strada, la figlia Cecilia annuncia denunce dopo bufale su padre: “Finanzierò soccorsi in mare”

La figlia del fondatore di Emergency Gino Strada annuncia su Facebook che denuncerà i responsabili di bufale e di calunnie ai danni del padre morto lo scorso 13 agosto. Ed è già stato stabilito a cosa destinare i risarcimenti: “Ho un sacco di voglia di finanziare un po’ di soccorsi in mare con i vostri soldi”, ha scritto Cecilia Strada.
A cura di Giuseppe Pastore
438 CONDIVISIONI
Gino Strada (LaPresse)
Gino Strada (LaPresse)

Bufale e diffamazioni contro Gino Strada. La figlia del fondatore di Emergency ha annunciato che denuncerà i responsabili: "Chi calunnia – ha scritto sul suo profilo Facebook – è l'unico responsabile delle proprie parole". Ed è già pronta la destinazione dei risarcimenti: "Ho un sacco di voglia di finanziare un po' di soccorsi in mare con i vostri soldi", ha scritto. Le fake news sul conto di Gino Strada, morto lo scorso 13 agosto, andrebbero "dalla vaccata della residenza in Svizzera – racconta Cecilia Stradaalla bufala sui soldati italiani a Mosul, passando ovviamente per gli anni ’70, katanga, Ramelli e diffamazioni varie che hanno già perso in un tribunale". In un primo momento, la figlia del fondatore dell'associazione umanitaria ha pensato di dare "risposte collettive, informative ed educative, a tutte le bufale". Poi, ha pensato di agire per vie legali: "Anche questo – si legge nel suo post – sarà educativo: insegnerà a un po' di persone come si sta al mondo, che esistono le leggi, e che non si può diffamare a caso". Per Cecilia si tratta di un tema di responsabilità individuale: "Io sono responsabile di quello che faccio e dico. Gli altri devono fare lo stesso, anche quando inciampano in una bufala e anziché controllare – come faccio io prima di parlare – la fanno propria diffondendola".

Emergency, l'associazione umanitaria fondata da Gino Strada

Al mondo sono 11 milioni le persone che grazie ad Emergency hanno ricevuto cure. Probabilmente sarebbe sufficiente questo a smontare ogni bufala sul conto di Gino Strada, il padre dell'associazione umanitaria fondata con la moglie nel 1994. La missione di Strada era quella di portare assistenza medica tra le popolazioni colpite dalla guerra. Un obiettivo nato già nel corso della sua carriera da medico, quando con la Croce Rossa ha raggiunto il Pakistan, l'Etiopia, la Tailandia, la Bosnia, la Somalia, il Gibuti, il Perù e l'Afghanistan. Proprio in Afghanistan è tornato nel 1998 aprendo con Emergency un centro chirurgico, che ha garantito assistenza medica alle vittime di guerra. Emergency ha anche aperto il primo centro gratuito di cardiochirurgia in Africa, più precisamente in Sudan, e ha affrontato l'ebola in Sierra Leone.

438 CONDIVISIONI
Come è morto il figlio di Maurizio Zamparini, il padre: "Il giorno dopo doveva iniziare a lavorare"
Come è morto il figlio di Maurizio Zamparini, il padre: "Il giorno dopo doveva iniziare a lavorare"
Congedo di paternità fino a tre mesi nel Family Act, Bonetti: "Parificare i ruoli genitoriali"
Congedo di paternità fino a tre mesi nel Family Act, Bonetti: "Parificare i ruoli genitoriali"
Migranti, 78 persone sbarcano in Calabria: ancora in mare i naufraghi a bordo della Resq People
Migranti, 78 persone sbarcano in Calabria: ancora in mare i naufraghi a bordo della Resq People
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni