La Toscana resta al centrosinistra. Dopo i primi exit poll, da cui era emerso un testa a testa tra il candidato del centrosinistra, Eugenio Giani, e quella del centrodestra, Susanna Ceccardi, i risultati definitivi sanciscono la vittoria del centrosinistra. Giani vince in Toscana con il 48,95%, contro il 40,05% di Ceccardi. La Regione, storicamente amministrata dalla sinistra, non passa quindi sotto l'amministrazione del centrodestra.

A contendersi la carica di presidente Regionale non c'erano però solo Giani e Ceccardi, ma ben 7 candidati: Eugenio Giani per il centrosinistra, Susanna Ceccardi per il centrodestra, Irene Galletti per il Movimento 5 Stelle, Marco Barzanti per il PCI, Salvatore Catello per il Partito Comunista, Tommaso Fattori per la civica Sì Toscana a Sinistra e Tiziana Vigni. La Toscana era l'unica Regione in cui era previsto il ballottaggio nel caso in cui, al primo turno elettorale, nessun candidato avesse ottenuto almeno il 40% delle preferenze.

Ceccardi: "Ci ho creduto fino alla fine"

"È stata una bella partita. Io ci ho creduto fino alla fine e non mi sono risparmiata un secondo. Ci ho messo anima e cuore, insieme a tutti quelli che mi hanno aiutata. Adesso buon lavoro a Eugenio Giani, con l'auspicio che lavori per il bene di tutti i Toscani", ha commentato la candidata del centrodestra Ceccardi.

Tutti i candidati e le liste in Toscana

Come detto, in Toscana hanno corso sette candidati e ognuno di loro è sostenuto da diverse liste.

  • Marco Barzanti (Partito Comunista italiano)
  • Salvatore Catello (Partito Comunista)
  • Susanna Ceccardi (Lega, Forza Italia – UDC, Fratelli d'Italia, Toscana civica per il cambiamento)
  • Tommaso Fattori (Sì Toscana a Sinsitra)
  • Irene Galletti (Movimento 5 Stelle)
  • Eugenio Giani (Europa Verde, Partito Democratico, Svolta!, Sinistra Civica Ecologista, Orgoglio Toscana, Italia Viva +Europa)
  • Tiziana Vigni (Movimento 3V)