Gli Stati Uniti seguono da vicino la crisi di governo italiana e la trattativa tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle, e vedono con favore un Conte bis. Giuseppe Conte, secondo il presidente americano, dovrebbe rimanere a Palazzo Chigi, e lo ha esplicitato con un tweet, pubblicato poco fa. "Le cose cominciano a mettersi bene per il rispettato primo ministro della Repubblica italiana, Giuseppe Conte. Ha rappresentato con forza l'Italia al G-7", ha scritto l'inquilino della Casa Bianca sul social network, "Ama molto il suo Paese e lavora bene con gli Stati Uniti. È un uomo di grande talento che spero rimanga primo ministro!". 

Il tweet conteneva anche un piccolo errore di ortografia, visto che il capo dell'esecutivo dimissionario è stato chiamato ‘Giuseppi'. Per questo pochi minuti dopo Trump ha corretto la svista, sostituendo il primo tweet con un secondo, e riportando correttamente il nome di Conte. Un'attenzione che denota l'importanza che Trump attribuisce alla sua ‘investitura'.

Che i rapporti tra i due fossero buoni lo testimonia anche la visita fatta Conte un anno fa, a luglio 2018, a soli due mesi dal suo insediamento. Il Presidente del Consiglio del governo giallo verde era volato a Washington per incontrare il presidente Usa. Nel vertice alla Casa Bianca, Conte aveva ricevuto pieno appoggio da Trump sul tema immigrazione. Al centro dell'incontro c'erano gli scambi commerciali e i dazi Usa, l'apertura nei confronti della Russia, e la costruzione di una cabina di regia permanente tra Stati Uniti e Italia nel Mediterraneo per combattere l'immigrazione clandestina. "Gli altri Paesi europei dovrebbero seguire l’Italia", aveva dichiarato Trump in quell'occasione.

Nel profilo del Tycoon è comparso anche un altro tweet, questa volta a favore del presidente brasiliano Jair Bolsonaro: "Ho avuto modo di conoscere Jair Bolsonaro. Sta lavorando duramente per gli incendi in Amazzonia e in ogni ambito facendo un gran lavoro per la gente del Brasile – Non è facile. Lui e il suo Paese hanno il totale e completo sostegno degli Usa", ha scritto Trump.

Conte: "Sono orgoglioso"

Il tweet del Presidente americano, a quanto si apprende, è stato accolto con apprezzamento dal presidente del Consiglio dimissionario Giuseppe Conte. A renderlo particolarmente orgoglioso, riferiscono le stesse fonti, "è stato il riconoscimento di agire sempre con la massima determinazione nel difendere l'interesse nazionale, pur essendo leale nei confronti di tutti i partner. Riconoscimento ribadito solo qualche giorno fa anche dal Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk".

Le reazioni

"Il tweet di Trump a favore di Conte illumina la crisi di governo meglio di cento editoriali". Lo ha scritto Gianfranco Rotondi (FI) su Twitter.

"Anche Trump, il presidente degli Stati Uniti d'America, con un suo tweet sostiene Giuseppe Conte affinché possa continuare a fare il presidente del Consiglio, in altri momenti avremmo detto: Houston abbiamo un problema", ha dichiarato il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, che ha aggiunto: "Chi sostiene che un'alleanza tra Pd e M5S possa essere occasione per fare il governo del cambiamento climatico, dimentica che in 14 mesi il M5S ha demolito l'ambiente". Bonelli ha ricordato quindi l'approvazione, da parte dei 5 Stelle, di "un piano energia e clima che non rispetta gli accordi Onu di Parigi. Ha autorizzato lo spargimento di fanghi tossici sui suolo agricoli, approvato il condono edilizio e deroghe per non applicare vincoli ambientali e paesaggistici". Quindi ha concluso: "Se si deve fare un governo tra Pd e M5S, lo facciano ma si eviti ogni ipocrisia. Questo governo serve per fermare Salvini, e lo auspichiamo in molti, ma il M5S è colui che ha messo come primo punto il taglio dei parlamentari non l'emergenza climatica, sociale ed economica del nostro Paese".