Dal 26 di aprile l'Italia è tornata principalmente in zona gialla, ma dalla prossima settimana potrebbe schiarirsi ancora di più. C'è almeno un'altra Regione pronta a passare nella fascia con le misure meno restrittive. Discorso diverso per le altre che si trovano tra zona arancione e zona rossa: c'è chi rischia di peggiorare la situazione e vedere inasprite le regole per contrastare l'andamento del contagio. La settimana prossima, a partire da lunedì 3 maggio, probabilmente alcune Regioni cambieranno colore, ma tutto dipenderà dal monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità atteso – come ogni venerdì – nel pomeriggio. Sulla base dei dati aggiornati il ministro della Salute Speranza firmerà una o più ordinanze, che cambieranno la zona di alcune Regioni da lunedì prossimo.

Quali Regioni cambiano colore la prossima settimana

Innanzitutto le 13 Regioni e le due Province autonome che si trovano in zona gialla possono stare tranquille: almeno per la prossima settimana non dovrebbero esserci cambiamenti. A sperare di tornare in zona gialla dalla zona arancione è la Puglia che, se confermerà i dati già positivi della scorsa settimana, sarà molto probabilmente nella fascia con misure meno restrittive da lunedì. Discorso opposto per la Valle d'Aosta, che con l'incidenza settimanale molto alta rischia di passare dalla zona arancione a quella rossa. Basilicata, Calabria e Sicilia, le altre tre Regioni in zona arancione, ci dovrebbero rimanere almeno per la prossima settimana. Infine la Sardegna, unica Regione in zona rossa questa settimana, può sperare ragionevolmente nella zona arancione a partire da lunedì prossimo.

Zona gialla, zona arancione e zona rossa: i prossimi colori delle Regioni

Le previsioni dovranno essere confermate dalle eventuali ordinanze di Speranza di questo pomeriggio, ma sembra quasi certo che le Regioni che oggi si trovano in zona gialla ci resteranno. Parliamo di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e le Province autonome di Bolzano e Trento. Tra le cinque che oggi sono in arancione gli scenari sono diversi: Puglia sarebbe gialla, Basilicata, Calabria e Sicilia arancioni e la Valle d'Aosta rossa. Se i dati confermeranno le previsioni la Sardegna andrebbe ad aggiungersi alla zona arancione. In totale, la prossima settimana, avremmo 14 Regioni e due Province autonome in zona gialla, quattro Regioni in zona arancione e una in zona rossa.