Un colpo al cerchio e uno alla botte. Sul tema della mobilità, uno dei quali su cui probabilmente si giocherà parte della prossima campagna elettorale per le Comunali 2021 a Milano, il sindaco Beppe Sala annuncia contemporaneamente due misure rivolte a due diverse categorie di cittadini. Da un lato gli automobilisti, partito sempre molto forte in città, dall'altro il "popolo dei monopattini elettrici" in costante crescita.

Area B riattivata a metà ottobre: era stata "spenta" per il lockdown

Sala ha annunciato che tra pochi giorni, a metà ottobre, sarà riattivata Area B, la grande zona a traffico limitato che copre quasi interamente la città. Il sindaco, che ne ha parlato a margine della cerimonia per i 160 anni della Polizia locale di Milano, non ha comunicato date precise, ma ha detto che "andiamo nella stagione termica invernale per cui l'inquinamento si alzerà e quindi può aver senso riattivarla". La stagione inizia il 15 ottobre, per cui è plausibile che da quella data le telecamere e i varchi di Area B, che erano stati spenti a marzo per via del lockdown seguito alla fase più acuta dell'emergenza Coronavirus, torneranno a essere in funzione: le auto e i veicoli più inquinanti (qui il dettaglio) non potranno dunque circolare dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30. "Se la situazione sanitaria dovesse poi peggiorare – ha aggiunto Sala – la riapriremo, probabilmente la gestiremo con l'attenzione e la flessibilità, non c'è spazio per ideologismi, c'è invece necessità di ragionare con molto pragmatismo".

La stretta sui monopattini

Se molti automobilisti potranno rimanere scontenti dopo le parole di Sala, lo stesso vale per gli utilizzatori dei monopattini elettrici. Sono due, in questo caso, i temi affrontati dal sindaco: da un lato la recente indagine conoscitiva della procura di Milano, secondo la quale vi sarebbero in circolazione in città più mezzi rispetto a quelli autorizzati, dall'altro i sempre più frequenti incidenti con i nuovi mezzi della micro mobilità elettrici, legati in alcuni casi al loro errato utilizzo. Sul problema portato alla luce dalla procura Sala ha detto: "Se è così è una cosa grave. Per cui suggerirei di togliere immediatamente l'autorizzazione a chi ha messo in  giro più monopattini del previsto". Per quanto riguarda invece gli incidenti e lo scorretto utilizzo dei mezzi a due ruote, il sindaco ha invitato a "essere più attenti in generale sulla gestione dei monopattini" e ha detto di aver invitato il comandante della polizia locale, Marco Ciacci, "ad essere più severo" sulle multe. Il primo cittadino ha poi invitato tutti gli utilizzatori dei monopattini a "stare più attento", ad esempio a dove lascia parcheggiati i mezzi, che possono essere d'intralcio per i non vedenti o coloro che si muovono sulla sedia a rotelle.