Torna attiva Area B a Milano. A partire dalla mattina di oggi, giovedì 15 ottobre, la zona a traffico limitato più grande d'Europa riaccende le telecamere poste ai propri varchi per limitare l'accesso in città alle auto considerate troppo vecchie e, soprattutto, inquinanti. Dai Benzina euro 0 ai diesel euro 4, nonostante il Comune abbia fatto sapere che "in coerenza con le limitazioni alla circolazione dei veicoli adottate dalla Regione Lombardia, anche il Comune di Milano ha deciso di posticipare l’entrata in vigore dei divieti di circolazione in Area B dei veicoli immatricolati per il trasporto persona e commerciali Euro 1 benzina e ai veicoli commerciali Euro 4 diesel senza Fap all’11 gennaio 2021".

Telecamere Area B spente dal lockdown

L'Area B torna attiva da quando lo scorso marzo, in pieno lockdown, venne sospesa insieme alla sorella maggiore, l'Area C, riattivata invece lo scorso 15 giugno. Palazzo Marino ha spiegato la necessità di procedere con la riaccensione delle videocamere in quanto a Milano è cresciuto esponenzialmente il traffico, specialmente durante gli orari pomeridiani. Se da un lato, tra le 7 e le 9 di mattina le strade restano occupate per il due per cento in meno, dopo pranzo il traffico è superiore di circa il dieci per cento. L'Amministrazione ha snocciolato qualche dato, spiegando che "prima dell'emergenza Covid, gli accessi in Area B erano di oltre 900.000 veicoli al giorno. Anche gli ingressi in Area C complessivi nella stessa settimana sono il 98 per cento di quelli delle settimane di gennaio e febbraio pre-Covid".

Granelli: Vogliamo evitare strade congestionate

La decisione, contestata dalle opposizioni, è stata commentata così dall'assessore alla Mobilità Marco Granelli: "Vogliamo evitare che le strade di Milano siano congestionate dal traffico e in particolare da veicoli inquinanti, – ha detto mercoledì Granelli –, per questo riteniamo sia necessario riattivare Area B". Inoltre, da oggi potranno essere riattivati anche gli impianti di riscaldamento, altra fonte di inquinamento. Ma quali sono i 55 varchi attivi? Ecco l'elenco fornito dal Comune di Milano:

I 55 varchi attivi di Area B

"Via Anassagora, Baroni, Basilea, Cassinis, Fantoli, Carlo Feltrinelli, Gallarate 1 e Gallarate 2, Gonin, Mecenate, Giuditta Pasta, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano, Zurigo, Corelli, Camillo e Otto Cima, Rubattino, Caduti di Marcinelle, Monneret de Villard, Carnia, Palmanova e Palmanova altezza ponte della ferrovia, Cambini, Clitumno, Assietta, Gabbro, Bovisasca, Oriani, Certosa 1 e Certosa 2, Bressanone, Capodistria, Montefeltro, Columella, Sesto San Giovanni, Fulvio Testi, Comboni, Senigallia 1 e Senigallia 2, Vincenzo da Seregno 1 e Vincenzo da Seregno 2, Litta Modignani, Appennini 10 nuovi varchi in via Monsignor Romero, Seguro, Luraghi, Gozzoli, Lucca 1 e Lucca 2, Ciconi, Lorenteggio, Lodovico il Moro, Buccinasco".