Il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, torna ad attaccare duramente Cesare Battisti dopo le parole di quest’ultimo dal carcere di Oristano. Oggi, infatti, Battisti ha riferito ai due esponenti Radicali che sono andati a trovarlo in prigione, Maurizio Turco e Irene Testa, di essersi sentito “umiliato” al suo arrivo in Italia e di “non riconoscersi nella descrizione” fatta di lui. Parole che a Salvini non vanno giù: “Povero assassino comunista”, ironizza in diretta Facebook il ministro dell’Interno: “Abbi dignità e rispetto. Chiedi scusa ai familiari a cui hai tolto il padre, il fratello, il figlio. Abbi almeno il gusto di tacere”.

Salvini commenta: “Leggevo su qualche sito che Battisti si lamenta. ‘Mi sono sentito umiliato', avrebbe detto a due esponenti dei Radicali. A parte il fatto che con tutte le persone per bene che ci sono in Italia, andare a trovare un assassino comunista… ma ognuno fa quello che crede. Ma Battisti abbia dignità, abbia rispetto: chiedi scusa ai parenti, ai familiari a cui hai tolto il padre, il figlio. Taci: abbi il buon gusto di tacere. Se sono triste perché Battisti si è sentito umiliato? Manco un po’”.

Il ministro dell’Interno parla anche degli altri terroristi italiani rifugiati all’estero da anni, reiterando la sua richiesta in particolare al presidente francese Emmanuel Macron: “Chiederò al presidente francese di fare quello che ha fatto Bolsonaro. Mi piacerebbe che anche il presidente francese avesse questa apertura, dimostrasse questo buon senso anche per rispetto di quei milioni di francesi con cui vogliamo vivere fraternamente: restituiscici i nostri terroristi”.

Poi un commento, da parte del ministro dell’Interno, anche sulla scelta del M5s di indicare Lino Banfi per la commissione Unesco. Dopo la battuta con cui Salvini ha commentato questa mattina la scelta ricaduta su Banfi, il ministro dell’Interno esprime nuovamente il suo parere: “Un abbraccio a Lino Banfi. Ho scoperto che l'amico Di Maio l'ha scelto per rappresentare l'Italia all'Unesco. A me piaceva un sacco come attore. Ma se avessi dovuto scegliere io avrei dirottato l'attenzione su un Andrea Bocelli, conosciuto nel mondo. Banfi non so quanto sia conosciuto nel mondo”.