26 Novembre 22:28 Brasile: 37.614 casi e 691 decessi in un giorno

Il Brasile ha registrato 37.614 nuovi casi di coronavirus nella giornata di giovedì. Il ministero della Salute ha anche comunicato che i morti sono stati 691. Il totale da inizio pandemia sale così a oltre 6,2 milioni di casi confermati e più di 171mila decessi a causa del covid-19.

26 Novembre 22:18 Crisanti: “Voglio chiarire che con i dati il vaccino lo faccio”

 "Non rifarei quell'affermazione nello stesso modo, ma il senso era quello, è stata usata in maniera sensazionalistica. Ma è chiaro che, con i dati, il vaccino lo faccio. Sono fiducioso di giungere a una conclusione ragionata e trasparente". Lo ha detto, ospite a ‘Piazzapulita' su La7, il virologo Andrea Crisanti.

Parole analoghe a quelle pronunciate dal professor Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas, "Ho un rispetto infinito per Crisanti: condivido con lui, nella sostanza, l'atteggiamento di voler vedere i dati" sul vaccino. Lo ha detto, intervistato sempre a ‘Piazzapulita', sottolineando che "come San Tommaso voglio vedere i dati, ma penso positivo: ci sono luci in fondo al tunnel, speriamo di avere vaccini che proteggano dall'infezione, dalla malattia e dalla disseminazione del virus". L'approvazione "dovrà essere accompagnata da un monitoraggio molto stretto delle persone che saranno vaccinate", ha aggiunto, spiegando che "l'importante non è chi arriva prima, ma chi arriva bene, per sicurezza ed efficacia, ed e' salutare che vi siano più vaccini".

26 Novembre 22:06 Scuole, le regioni chiedono ritorno in aula il 7 gennaio

È ancora braccio di ferro tra governo e Regioni sul nuovo dpcm di dicembre, e in particolare sul ritorno in classe per gli studenti delle scuole superiori. I governatori hanno chiesto ai ministri Boccia e Speranza di prolungare la didattica a distanza almeno fino al prossimo 7 gennaio, cioè dopo le vacanze di Natale.

26 Novembre 21:54 Giani (Toscana): lettera a Speranza per tornare zona arancione

"La Toscana ha ormai raggiunto dati che ci possono far chiedere la zona arancione e prima di Natale quella gialla. I risultati stanno migliorando, sono 1351 i nuovi positivi, esattamente la metà del numero del picco più acuto registrato negli ultimi giorni di ottobre. Oggi abbiamo dati certificati sull'indice Rt che è a 1,2" e "siamo lontani dall'1,8 che ci ha portati in zona rossa. Lunedì manderò una lettera al ministro Speranza per chiedere di tornare in zona arancione". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani in una diretta Facebook.

26 Novembre 21:44 La crisi del coronavirus negli USA: Disney licenzierà 32 mila dipendenti in più

Disney prevede di licenziare circa 32 mila dipendenti in più nella prima metà del 2021, dato che la pandemia di coronavirus continua ad assillare le attività del parco a tema. Lo riporta l'emittente "Cnbc". L'azienda ha fatto sapere che i licenziamenti avrebbero colpito principalmente i dipendenti nei suoi parchi a tema. Disney ha subito un forte colpo in questo settore a causa del Covid-19, delle restrizioni e la diminuzione dei visitatori. I suoi parchi Disney World in Florida ha riaperto nel mese di luglio dopo una chiusura di tre mesi, anche se ci sono stati alcuni ridimensionamento. Tuttavia, Disneyland in California rimane chiusa.

26 Novembre 21:36 Telefonata Speranza-Fontana su Lombardia zona rossa

"Ho avuto, qualche minuto fa, un confronto schietto e diretto con il ministro Speranza. Entrambi condividiamo che, secondo il modello delle ‘zone' predisposto dal Governo, la Lombardia abbia tutti i requisiti per passare da quella rossa a quella arancione. Ci siamo lasciati con l'impegno di riaggiornarci molto presto per verificare quella che realmente può essere la data giusta per allentare le misure restrittive nella nostra regione. Com'è nel nostro modo ormai consolidato di rapportarci, ci siamo parlati senza tatticismi politici o retropensieri, ma con il solo intento di far prevalere il bene comune per i nostri cittadini. Sia per quanto attiene alla loro salute, sia per ciò che concerne la situazione economica". Lo dice il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando una telefonata avvenuta stasera con il ministro della Salute, Roberto Speranza.

26 Novembre 21:22 Spagna, calano ancora contagi e morti: oggi 12.300 casi e 337 morti

Continuano a diminuire i numeri di contagi e decessi per coronavirus in Spagna, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 12.289 nuovi casi e 337 morti. Anche il numero cumulativo su 14 giorni di casi di Covid-19 su 100mila abitanti, che misura la diffusione della pandemia, è sceso a 325. E' molto lontano dal picco del 9 novembre, quando era a 529, e arriva in mezzo a misure nazionali che limitano i movimenti e le riunioni sociali. Il governo ammette che la tendenza è favorevole, ma vuole mantenere cautela fino al raggiungimento del tasso fissato come obiettivo di 25 casi per 100mila abitanti. Il numero totale di casi confermati di coronavirus in Spagna è 1,6 milioni, con oltre 44mila morti.

26 Novembre 21:12 Ministro Speranza: “Indice RT poco sopra 1 ma serve ancora prudenza”

“L'indice RT è di pochissimo sopra 1, ma serve ancora prudenza. Dobbiamo evitare di disperdere i sacrifici fatti finora”. Lo avrebbe detto, a quanto si apprende, il ministro della Salute Roberto Speranza al tavolo con le Regioni.

26 Novembre 20:56 Lombardia zona rossa, Fontana contro il Governo: “Nostri parametri sono da zona arancione”

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana contro il Governo dopo aver appreso che l'Esecutivo è intenzionato a lasciare la regione in zona rossa.  "Nonostante la mia opposizione, il Governo intende mantenere in vigore fino al 3 dicembre le attuali misure restrittive e, quindi, lasciare la Lombardia in zona rossa" ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia secondo cui "restare in zona rossa significa non fotografare la realtà dei fatti e non considerare i grandi sacrifici dei lombardi". "Nel DPCM sono presenti ‘automatismi' secondo cui la Lombardia è pienamente nei parametri che la qualificano in zona arancione. Ho fatto presente al Governo che gli automatismi di assegnazione delle zone, così come si applicano in senso negativo devono essere attuati anche in senso positivo, al fine di allentare la pressione sulla popolazione e sull'economia.

26 Novembre 20:39 Dpcm Natale, Governo: “Riapertura impianti sci solo dopo le feste”

Il governo non intende riaprire in alcun modo gli impianti da sci per il periodo delle feste di Natale. Lo ha confermato oggi il ministro Francesco Boccia, parlando con le Regioni del nuovo dpcm in arrivo. “Riapriranno quando l’epidemia si sarà raffreddata, speriamo nel giro di un mese, un mese e mezzo. I ristori saranno garantiti per tutte le attività che non potranno aprire” ha spiegato Boccia

26 Novembre 20:24 Conte: “Domani mi attendo Rt sceso a 1, sarebbe un segnale importante”

"Domani è una giornata importante: mi aspetto un RT che è arrivato all'1, sarebbe un segnale importante della riduzione del contagio. E mi aspetto anche che molte regioni che ora sono rosse diventino arancioni o gialle. Sarebbe un bel segnale". Lo ha detto il presidente del consiglio Giuseppe Conte in diretta al Tg5.

26 Novembre 20:17 Arcuri boccia l’app Immuni: “Risultati inferiori alle aspettative”

Il commissario straordinario all’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, è tornato a parlare dell’app Immuni . “È arrivata oltre i 10 milioni di download, ma non ha avuto i risultati che ci aspettavamo in termini di scoperta dei contagiati”, ha sottolineato. Nessuna notizia del call center nazionale previsto dal decreto ristori, ma il commissario ha spiegato che sono al lavoro con ministero della Salute e dell’Innovazione per annunciarlo al più presto.

26 Novembre 20:00 Francia, 13.563 nuovi casi e 339 morti nelle ultime 24 ore

Sono stati 13.563 i nuovi casi di positività al Covid-19 nelle ultime 24 ore in Francia, secondo il comunicato serale del governo, contro i 16.282 di ieri. I decessi sono stati 339, in diminuzione rispetto ai 381 di 24 ore fa. Continua il calo delle rianimazioni, 130 in meno rispetto a ieri (in tutto sono 4.018), e dei ricoveri (662 in meno, totale a 29.310).

26 Novembre 19:57 La Lombardia resta zona rossa fino al 3 dicembre

Prima l’annuncio del sindaco di Lodi Sara Casanova (“La Lombardia si appresta a diventare zona arancione”), poi le voci su una smentita di Speranza e infine la conferma di Attilio Fontana: “La Lombardia resta zona rossa fino al 3 dicembre”. Il governatore, non d’accordo con la decisione del Governo, ha commentato la scelta dicendo che “restare in zona rossa significa non fotografare la realtà dei fatti”.

26 Novembre 19:47 Boccia: “Gesù bambino può anche nascere due ore prima, non è eresia…”

"Seguire la messa, e lo dico da cattolico, due ore prima o far nascere Gesù bambino due ore prima non è eresia. Eresia è non accorgersi dei malati, delle difficoltà dei medici, della gente che soffre". E' quanto ha detto il ministro Boccia alla videoconferenza con gli Enti locali, secondo quanto si apprende. "Questa è eresia non facciamo i sepolcri imbiancati – ha aggiunto l'esponente Pd -. Papa Francesco ha dato un esempio bellissimo a tutti nella scorsa Pasqua, a partire dalla Via Crucis. Il Natale non si fa con il cronometro ma è un atto di fede"

26 Novembre 19:36 Il commissario Arcuri: “Risultati sono buoni, ma non bisogna abbassare la guardia”

La curva sta congelando, i risultati sono buoni, ma non è il momento di abbassare la guardia, soprattutto in vista del Natale. Il commissario straordinario Domenico Arcuri ha spiegato che “il virus è lontano dall’essere sconfitto”. Ci sono 300 presidi già pronti sul territorio nazionale per somministrare il vaccino, quando arriverà.

26 Novembre 19:30 Battiston: “Curva arriva al picco, ora inizia la discesa”

La curva dell'epidemia di Covid-19 in Italia ha raggiunto il picco e sta cominciando a scendere. È quanto emerge dai calcoli fatti dal fisico Roberto Battiston, dell'Università di Trento. "Siamo al picco e la curva comincia a scendere", ha detto il fisico all'ANSA. "Siamo al massimo per gli infetti e abbiamo superato il massimo nei ricoveri in terapia intensiva e nelle ospedalizzazioni". Adesso, ha aggiunto, "è fondamentale non lasciare andare la situazione e accompagnare la decrescita, che richiederà la massima cautela e molto tempo, almeno un paio di mesi".

26 Novembre 19:15 L’infettivologo Vella: “Stop a vaccino Oxford non preoccupa, ma rassicura”

"La notizia che il candidato vaccino anti Covid elaborato dall'università di Oxford ha bisogno di ulteriori studi per un verso preoccupa perchè si allontana il momento della consegna, dall'altro rassicura perchè ci garantisce". Lo ha detto Stefano Vella, infettivologo, docente di Salute globale all'Università Cattolica di Roma ed ex presidente di Aifa. "Ipotizzo che gli studi da fare – ha aggiunto – possano riguardare le dosi: si tratta di capire perchè una vaccinazione con metà dose prima (dose prime) e successivamente il richiamo con una dose completa funzioni meglio che diversamente. Quindi lo studio dovrebbe essere di tipo biologico, ossia sulla risposta del sistema immunitario, e non un ritorno indietro al trial clinico"

26 Novembre 19:11 Regioni chiedono di riaprire le scuole non prima di gennaio

Durante la riunione tra i ministri della Salute e degli Affari regionali Roberto Speranza e Francesco Boccia, i presidenti delle Regioni, la prima sul nuovo dpcm per Natale, i governatori hanno chiesto di prolungare la didattica a distanza per le scuole superiori fino a gennaio.

26 Novembre 19:04 Il premier Conte torna a parlare in tv: questa sera alle 20 l’intervista al Tg5

Il premier Giuseppe Conte torna a parlare in tv. A pochi giorni dalla sua presenza nel salotto di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7 questa sera, alle 20, il presidente del Consiglio interverrà al Tg5 per una breve intervista. Si attendono novità sul prossimo dpcm alla luce del confronto di oggi con i con i capidelegazione della maggioranza nell'Esecutivo.

26 Novembre 18:52 Il vaccino Oxford richiede studi ulteriori: lo ammette AstraZeneca

Doccia fredda sul vaccino elaborato dall’università di Oxford, in collaborazione fra gli altri con l’Irbm di Pomezia. I dubbi erano venuti fuori dopo l’ammissione di un “errore” nel dosaggio delle somministrazioni in occasione dei test clinici, a seguito del quale è stata registrata un’efficacia del prodotto fino al 90%

26 Novembre 18:39 New York, da prossima settimana nuove restrizioni

Il sindaco di New York Bill de Blasio ha avvertito che "la prossima settimana o quella successiva dovremmo vedere alcune restrizioni sostanziali" nella Grande Mela. "Penso che verrà bloccato il servizio all'interno dei ristoranti, le palestre saranno chiuse. Non ne sono contento. Nessuno ne è contento ma è quello che sta arrivando", ha precisato. Si tratta di norme già entrate in vigore ieri per alcune parti di Staten Island, distretto della metropoli che ha registrato un aumento esponenziale dei casi.

26 Novembre 18:20 Consiglio di Stato conferma obbligo di mascherina per i bimbi a scuola

Il Consiglio di Stato ha confermato in via cautelare l'obbligo delle mascherine per i bambini a scuola previsto dai Dpcm del 3 e 17 novembre e chiesto gli atti del Cts su cui si basa questo provvedimento. Con questo decreto monocratico il giudice ha respinto l'istanza dei genitori di alcuni bambini – tra i 6 e gli 11 anni – che chiedevano sospensione dei Dpcm concernenti l'obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso, per bimbi di età superiore ai sei anni.

26 Novembre 18:10 Bonaccini (Emilia Romagna): “Prime 170mila dosi del vaccino a operatori sanitari e Rsa”

"Le prime 170mila dosi del vaccino anti-Covid che entro gennaio potrebbero arrivare in Emilia-Romagna saranno destinate agli operatori sanitari e agli ospiti delle strutture sociosanitarie (Centri residenziali, Centri diurni anziani e disabili, Case famiglia)", queste le parole del governatore Stefano Bonaccini.

26 Novembre 18:03 Morto un altro medico, totale vittime tra ‘camici bianchi’ sale a 217

Un altro ‘camice bianco' vittima del Covid in Italia. Si tratta di Luciano Giorgi, psichiatra. Il totale delle vittime tra i medici nel nostro Paese sale così a 217. E' quanto rende noto la federazione degli ordini degli ordini dei medici (Fnomceo), che dall'inizio dell'epidemia sul suo portale listato a lutto tiene aggiornato l'elenco dei colleghi uccisi dal virus.

26 Novembre 17:57 Vaccini, l’allarme: in Cina venduti al mercato nero

In attesa che le prime dosi di vaccino anti-Covid arrivino in Europa in Cina è sorto un fiorente mercato illegale in cui, al prezzo di 90 dollari, vengono vendute online dosi di vaccino Sinopharm. L’Agenzia Italiana delle Dogane lancia l’allarme: “Potrebbero arrivare pseudo vaccini di provenienza extra UE potenzialmente pericolosi per la salute pubblica”.

26 Novembre 17:52 Ministro tedesco: “Davanti a noi ci sono mesi invernali difficili, e questo vale fino a marzo”

"Davanti a noi ci sono mesi invernali difficili, e questo vale fino a marzo", ha detto il ministro dell'Ufficio di Cancelleria, Helge Braun in un'intervista all'emittente Rtl a Berlino. "Questa moderazione che dobbiamo tenere noi tutti ogni giorno anche a gennaio, febbraio e marzo, sarà accompagnata da ulteriori misure di contenimento se il nostro comportamento non sarà sufficiente" ha aggiunto il ministro, molto vicino alla cancelliera Merkel. Hotel e ristoranti non apriranno nemmeno a Natale, né vi saranno eccezioni per le visite parentali.

26 Novembre 17:44 Covid Lombardia, 5.697 nuovi positivi e 207 vittime in un giorno

Sono 5.697 i nuovi positivi registrati oggi in Lombardia. Ancora alto il numero delle vittime, 207, che porta il totale a 21.212 dall'inizio della pandemia. Si registrano oggi 3.118 guariti.

26 Novembre 17:34 Coronavirus Campania, oggi 3.008 contagi e 49 morti

Sono oltre tremila i positivi registrati in un giorno in Campania dove la curva del contagio aumenta leggermente rispetto ai giorni precedenti. I casi riscontrati sono 3.008 a fronte dei precedenti 2.815 con un rapporto tra positivi e tamponi (oggi ne sono stati registrati 23.761) del 12,6 per cento rispetto al 12,1 di ieri. Gli asintomatici sono 2.681, i sintomatici 327. Il totale dei positivi: 146.018 a fronte di un numero complessivo di 1.508.502 tamponi. I deceduti sono 49, tra il 7 ed il 25 novembre, per un totale di 1.483. I guariti sono 1.723, il totale arriva a 41.151.

26 Novembre 17:29 I ricoveri in regime ordinario diminuiscono di 275 unità, terapie intensive calano di 2

I casi totali di Covid in Italia superano il milione e mezzo attestandosi su 1.509.875 con l'ultimo bollettino. In calo di 275 unità i ricoveri in regime ordinario: in totale sono 34.038. Sono 3.846 invece le persone in terapia intensiva, due meno di ieri. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 232.711. I dimessi o guariti sono oggi 661.180, 24.031 in più rispetto a ieri. Ad oggi, in Italia, gli attualmente positivi sono 795.961.

26 Novembre 17:19 Capogruppo di Italia Viva al Senato Faraone: “Vaccino anti-Covid sia obbligatorio e gratuito”

Il capogruppo di Italia Viva al Senato, Davide Faraone, chiede che il vaccino anti-Covid sia obbligatorio e gratuito. In un’intervista a Fanpage.it ha detto: “La libertà individuale si ferma quando diventa un limite e un pericolo per la libertà collettiva”. Per la distribuzione, invece, Faraone invoca il sostegno dell’esercito.

26 Novembre 17:09 Bollettino Coronavirus, oggi 29.003 contagi e 822 morti

Secondo l'ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salutesi registrano oggi 29.003 contagi, per un totale di 1.509.875 casi dall'inizio dell'emergenza sanitaria. I morti in un giorno sono 822, i guariti 24.031. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 232.711. La Regione con più casi positivi su base giornaliera è la Lombardia con 5.697 nuovi casi seguita da Veneto con 3.980 casi e Campania con 3.008 nuovi contagi.

26 Novembre 17:04 Zaia: “La chiusura dello sci è la fine della montagna”

"La chiusura dello sci è la fine della montagna e può avere un impatto economico e sociale devastante. Gli stagionali non sono milionari, il loro reddito viene dalla stagione per vivere un anno intero. Ricordo che Bellunese si spopola di mille persone l'anno". A lanciare l'allarme il presidente del Veneto, Luca Zaia, in merito al rischio per la stagione sciistica a causa del Covid.

26 Novembre 16:54 Covid Lazio, oggi 2.260 casi e 69 morti

La Regione Lazio ha comunicato 2.260 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, 158 in più rispetto a ieri, quando erano stati 2.102. Sono stati elaborati nelle ultime 24 ore circa 26.000 tamponi per la ricerca del Coronavirus. I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 69.

26 Novembre 16:51 In Friuli Venezia Giulia 814 contagi e 26 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 814 nuovi contagi (il 10,67 per cento dei 7.626 tamponi eseguiti) e 26 decessi da Covid-19. Dei nuovi positivi, 104 afferiscono a test pregressi eseguiti in laboratori privati dall'11 al 24 novembre. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 27.099, di cui: 6.569 a Trieste, 11.739 a Udine, 5.134 a Pordenone e 3.323 a Gorizia, alle quali si aggiungono 334 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione risultano essere 14.139. Sono 55 i pazienti in cura in terapia intensiva e 599 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 741, con la seguente suddivisione territoriale: 291 a Trieste, 262 a Udine, 161 a Pordenone e 27 a Gorizia. I totalmente guariti sono 12.219, i clinicamente guariti 317 e le persone in isolamento 13.168.

26 Novembre 16:42 In Sardegna 405 nuovi contagi e 5 decessi

Sono 20.044 i casi di positività al Covid-19 accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza: nell'ultimo aggiornamento si registrano 405 nuovi casi, 154 rilevati attraverso attività di screening e 251 da sospetto diagnostico. Si registrano 5 decessi (418 in tutto): quattro uomini in età compresa fra i 66 e i 76 anni, residenti nelle province di Sassari, Sud Sardegna, Oristano e nella Città Metropolitana di Cagliari, e una donna di 87 anni residente nella provincia di Sassari. In totale sono stati eseguiti 359.592 tamponi con un incremento di 3.037 test. Sono invece 535 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+20 rispetto al dato di ieri), mentre è di 73 (-3) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.363. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 6.585 (+126) pazienti guariti, più altri 70 guariti clinicamente. Sul territorio, di 20.044 casi positivi complessivamente accertati, 4.157 (+62) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 3.235 (+96) nel Sud Sardegna, 1.625 (+24) Oristano, 3.624 (+153) a Nuoro, 7.403 (+70) a Sassari.

26 Novembre 16:33 Ancora in calo i contagi in Valle d’Aosta: 44 in un giorno e 5 morti

Continuano a diminuire i contagiati dal coronavirus in Valle d'Aosta, ma il virus continua a mietere vittime: sono 5 i morti nelle ultime 24 ore. L'ultimo bollettino diffuso dalla Regione registra 44 nuovi positivi su 282 persone sottoposte a tampone. Il numero totale si abbassa ancora (-70) e si attesta a 1.613. Anche la quantità dei ricoverati è in arretramento: 128 contro i 137 di ieri. Ma in rianimazione i pazienti aumentano: ora sono 17.

26 Novembre 16:21 Mascherine realizzate con una macchina per lo zucchero filato e una stampante 3D, l’idea innovativa di uno scienziato

La carenza di Dispositivi di Protezione Individuale ha rappresentato un problema significativo durante la prima ondata dei contagi. Oggi, fortunatamente, non sussistono criticità di questo genere, tuttavia le scorte di DPI sono sempre limitate e spesso è ancora necessario fare di necessità virtù. Per questa ragione uno scienziato ha messo a punto una metodologia molto ingegnosa per ottenere respiratori facciali/mascherine filtranti professionali di tipo N95/FFP2 grazie alla plastica riciclabile, una stampante 3D e una macchina per lo zucchero filato. A sviluppare le innovative mascherine professionali è stato il fisico Mahesh M. Bandi, professore associato della Nonlinear and Non-equilibrium Physics Unit presso la OIST Graduate University di Onna, città della prefettura giapponese di Okinawa.

26 Novembre 16:05 Calo di nuovi positivi in Basilicata, sono 240 in 24 ore

La Basilicata registra un calo di contagi al coronavirus rispetto a ieri. Secondo quanto reso noto dalla task force regionale, dei 1.965 test effettuati ieri sono stati riscontrati 240 casi (225 riguardano residenti in regione) e sono stati registrati due decessi (in totale le vittime lucane sono 133). Con questo aggiornamento il totale dei lucani attualmente positivi è salito da 5.689 a 5.912. Resta stabile il numero delle terapie intensive (22), mentre sale da 176 a 178 quello dei ricoverati.

26 Novembre 15:49 Sileri: “Pericoloso il ritorno a casa per Natale dei figli che studiano fuori”

"È pericoloso" che i figli che studiano fuori città tornino a casa per fare Natale in famiglia. A dirlo il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ospite di "Un giorno da pecora" su Rai Radio 1, sostenendo che la sua definizione per il prossimo Natale, dopo che Conte ha detto che sarà un Natale sobrio e diverso, è quella di una festività "in emergenza". Anche se "sinceramente parlare di Natale quando ogni giorno muoiono ancora 700 persone, ovvero tre aerei pieni di italiani che precipitano ogni 24 ore, non mi sembra il caso". Secondo il viceministro, il Natale basterebbe dire che "si potrà fare tra le mura domestiche con chi già si convive". Ma quante persone potranno stare a tavola? Le indicazioni del governo dovrebbero essere di 6? hanno chiesto i conduttori. "Sembra che sia di 6 persone – replica Sileri – ma aspetterei ancora un po' di tempo", per vedere i risultati dei prossimi monitoraggi. E ancora: "Viene dato un numero come è stato fatto con i ristoranti, vengono date delle regole per far sì che nel rispetto di queste non si crei confusione, ma – conclude – è chiaro che basterebbe il buonsenso".

26 Novembre 15:32 In Puglia 1.436 casi in 24 ore e 52 decessi

In Puglia nelle ultime 24 ore su 9.612 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati 1.436 casi positivi: 619 in provincia di Bari, 117 in provincia di Brindisi, 200 nella provincia BAT, 163 in provincia di Foggia, 111 in provincia di Lecce, 220 in provincia di Taranto, 9 residenti fuori regione. 3 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e riattribuiti. Sono stati registrati inoltre 52 decessi: 15 in provincia di Bari, 5 in provincia Bat, 31 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 752.542 test; 12.668 sono i pazienti guariti; 34.979 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 49.001.

26 Novembre 15:12 In Alto Adige dopo lo screening di massa si passa alla fase 2 con altri test

In Alto Adige dopo lo screening di massa ora si passa alla fase 2 con altri test per monitorare la situazione epidemiologica e rendere duraturi gli effetti dello screening. Saranno 4900 gli altoatesini a cui verrà chiesto di sottoporsi volontariamente ai test settimanalmente. Si pensa di riuscire così ad individuare precocemente eventuali nuovi focolai, secondo quanto ha spiegato in conferenza stampa il direttore dell'azienda sanitaria Florian Zerzer.

26 Novembre 14:28 Al via riunione Conte-capi delegazione sul nuovo dpcm

È iniziata a Palazzo Chigi la riunione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte con i capi delegazione di maggioranza: all'ordine del giorno ci sono le nuove misure di contrasto al Covid, in vista della scadenza il 3 dicembre del dpcm attualmente in vigore. La strategia del governo sul Covid è l'unico punto ad ora previsto all'ordine del giorno della riunione. Sono presenti i ministri Dario Franceschini, Roberto Speranza, Teresa Bellanova, Alfonso Bonafede e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro.

26 Novembre 14:16 Zaia (Veneto): “Venerdì giorno del ‘verdetto’, noi abbiano dati solidi con l’Rt”

"Il venerdì è il giorno delle ‘nomination', l'uscita per qualche regione: noi abbiano dati assolutamente solidi con l'Rt, e abbiamo sicuramente la situazione sotto controllo. Non si discute il fronte delle terapie intensive  perché ci sono quelle previste per legge, 877,  e anche quelle che abbiamo fatto in più, 123". Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, in merito all'esito del monitoraggio settimanale sulle zone di rischio. "Comunque aspettiamo il ‘verdetto". I dati stanno lentamente crescendo e la pressione ospedaliera è elevata". Al momento il Veneto è zona gialla.

26 Novembre 13:53 Il Salone del Mobile di Milano si svolgerà a settembre 2021: “Data più sicura”

L’ultima edizione del Salone del mobile (LaPresse).
in foto: L’ultima edizione del Salone del mobile (LaPresse).

La sessantesima edizione del Salone del mobile di Milano in programma nel 2021 si svolgerà dal 5 al 10 settembre, e non nel classico periodo di aprile. Lo ha annunciato Claudio Luti, presidente del Salone del mobile, che quest’anno è stato prima rinviato e poi annullato per il Coronavirus. "È la data più in sicurezza possibile, anche per il vaccino. Ringrazio Fiera Milano che ha trovato il modo di metterci in un calendario affollato. Deve essere una settimana indimenticabile, speciale, un momento di rilancio per le nostre imprese, Milano e l’Italia".

26 Novembre 13:40 In Grecia lockdown prolungato fino al 7 dicembre

Il governo greco ha deciso di prorogare fino al 7 dicembre il secondo lockdown nazionale per contenere l'avanzata del Covid-19. Il portavoce del governo, Stelios Petsas, ha spiegato che sebbene comincino ad esserci dei primi segnali di diminuzione del numero di casi giornalieri, il rapporto tra il numero di casi e il numero di abitanti è ancora "preoccupante" in alcune regioni del Paese. La maggior parte di queste aree si trova nel Nord e nel centro, come Salonicco, Serres, Larissa, Magnesia, Etolia-Akarnania, Achaia, ma anche l'isola di Lesbo. Le attuali restrizioni prevedono la chiusura di tutti i servizi di ristorazione, tempo libero, commercio e istruzione. Sono aperti solo negozi di alimentari, farmacie, distributori di benzina e officine. Inoltre, nel settore pubblico, il telelavoro è obbligatorio per almeno il 50% della forza lavoro ed è in vigore il coprifuoco dalle 21 alle 5. Nonostante ciò, il numero di contagi è sceso di poco negli ultimi giorni e supera ancora i 2mila casi al giorno – l'obiettivo prima della riapertura era quello di scendere al massimo a 500.

26 Novembre 13:30 Via libera allo scostamento di bilancio, Conte: “Ottimo segnale, spero dialogo prosegua”

La Camera dei deputati ha dato il via libera allo scostamento di bilancio con un voto quasi unanime: parere positivo da 552 deputati, solamente sei astenuti e nessun contrario. Anche le forze dell’opposizione di centrodestra – Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia – hanno votato con la maggioranza a favore dello scostamento. Il commento del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: "La votazione alla Camera sulla risoluzione di maggioranza relativa allo scostamento di bilancio è un ottimo segnale in questo momento di particolare difficoltà che sta attraversando il Paese. Tra le forze di opposizione prevale la via del dialogo e di un approccio costruttivo e per questo ringrazio, in particolare, quanti l'hanno voluta perseguire sin dall'inizio, con determinazione ma sempre nella chiarezza dei ruoli. Auspico che questo clima di confronto e di dialogo possa accompagnare anche i prossimi, delicati passaggi che dovremo affrontare per uscire da questo periodo di emergenza".

26 Novembre 13:19 Ue: “Decisione sullo sci è di competenza nazionale”

“La decisione sull'attività sciistica è di competenza nazionale, non europea. Occorre prudenza nel revocare le misure anti-Covid perché questo può provocare la recrudescenza del virus. Stiamo lavorando per rafforzare il coordinamento tra gli Stati e vedere se possiamo sviluppare presto un approccio di raccomandazioni”. Così un portavoce della Commissione europea ha risposto alle domande sulla chiusura degli impianti sciistici. Ma, ha chiarito il portavoce dell'Esecutivo, Eric Mamer, “le decisioni sullo sci sono di competenza nazionale. Il nostro ruolo è fare raccomandazioni sanitarie affinché le varie attività si svolgano in condizioni di sicurezza sanitaria. Quindi c'è una vera differenza tra le due dimensioni”.

26 Novembre 13:08 Coronavirus in Veneto, 3.980 nuovi casi su 60mila tamponi nelle ultime 24 ore

Sono 3.980 i nuovi positivi al Covid in Veneto, numero che porta il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia a 134.056, su ben 59.955 tamponi effettuati, tra rapidi e molecolari, un vero e proprio record mai raggiunto in precedenza. Cresce il numero dei ricoverati (2.579 in totale, +50 da ieri) mentre resta praticamente invariato il numero di letti occupai in terapia intensiva (323, -1). Si registrano 72 decessi nelle ultime 24 ore, 3.501 in totale dal 21 febbraio scorso ad oggi.

26 Novembre 13:02 Nel Regno Unito dopo il lockdown parte del Paese resterà in zona rossa

L'Inghilterra resterà in gran parte in regime di allerta rossa – o almeno arancione – anche alla scadenza del secondo lockdown nazionale iniziato il mese scorso e confermata dal governo Tory britannico di Boris Johnson per il 2 dicembre. Lo ha ufficializzato oggi alla Camera dei Comuni il ministro della Sanità, Matt Hancock, indicando che nella prima fase post confinamento  – segnata da un ripristino in versione rafforzata del sistema di restrizioni locali graduate territorio per territorio a seconda dei dati sui contagi e sui ricoveri – l'area di Manchester e diverse altre contee saranno sottoposte a un regime di allerta rossa (rischio molto alto), che prevede limitazioni solo leggermente inferiori al lockdown. Mentre un numero ancor maggiore di persone, come a Londra e Liverpool, saranno nella fascia intermedia dell'allerta arancione (rischio elevato); e solo una minoranze di contee inglese potrà godere del livello più basso di divieti, quello previsto dall'allerta gialla (rischio medio).

26 Novembre 12:56 Pediatri-Iss: “Finora 8 decessi Covid tra i bambini a fronte dei 52mila tra gli adulti”

Sono stati 8 i decessi per Covid-19 registrati nei bambini e nei ragazzi da 0 a 19 anni dall'inizio dell'epidemia, a fronte degli oltre 52.000 decessi registrati tra gli adulti. Sempre dall'inizio della pandemia il numero complessivo dei contagiati in questa fascia d'età è stato 149.219, pari al 12,2% del totale. A fare il punto, sulla base degli ultimi dati forniti dall'Istituto Superiore di Sanità e aggiornati al 18 novembre, è la Società Italiana di Pediatri (Sip), in occasione della conferenza stampa di presentazione del Congresso Straordinario Digitale "La Pediatria italiana e la Pandemia da Sars-CoV-2".

26 Novembre 12:39 Cervinia valuta stop agli sci: “Chiusura totale anche per gli altleti”

Rimasto aperto in deroga al Dpcm per consentire agli atleti top di allenarsi, il comprensorio sciistico di Breuil-Cervinia sta valutando la chiusura totale a dicembre. "Visto che molto probabilmente a Natale non si aprirà al pubblico – spiega Matteo Zanetti, presidente della Cervino spa – stiamo facendo calcoli sui costi e sui benefici per decidere assieme alla Regione Valle d'Aosta e agli operatori economici di Cervinia se continuare o chiudere: rimaniamo aperti per gli atleti fino a lunedì 30 novembre e per il futuro prenderemo una decisione entro domani". Da inizio novembre gli impianti italiani ai piedi della Gran Becca sono aperti per gli atleti di "interesse nazionale". Il collegamento internazionale con la stazione svizzera di Zermatt, che è aperta al pubblico, è stato transennato.

26 Novembre 12:11 Il premier francese Castex: “Liberi andare in montagna ma gli impianti sciistici resteranno chiusi”

I comprensori sciistici in Francia potranno riaprire durante il periodo delle festività natalizie ma gli impianti di risalita resteranno chiusi. Lo ha annunciato il premier francese, Jean Castex, promettendo aiuti alle categorie colpite. "Tutti potranno recarsi in queste località per godersi l'aria pura delle nostre belle montagne" ma "gli impianti di risalita e i servizi saranno chiusi al pubblico", ha spiegato il capo del governo. Castex ha anche aggiunto che bar e i ristoranti della Francia "resteranno chiusi" almeno "fino al 20 gennaio. Si tratta di una decisione estremamente difficile, ma è necessaria" per contribuire a fermare il Coronavirus.

26 Novembre 12:09 Vaccino Covid, Sileri: “Credo debba essere obbligatorio per alcune categorie”

"Io credo che per alcune categorie debba esserci l’obbligo vaccinale. Per il resto immagino che, dopo quello che si è passato in tutti questi mesi, la richiesta della vaccinazione sarà estremamente alta. Poi monitoreremo la richiesta del vaccino, ma al momento non credo sarà necessario un obbligo per tutta la popolazione. Quello che interessa maggiormente in questo momento è che venga fatto dalla popolazione più fragile". Lo ha detto Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, nel suo intervento al III Forum Sostenibilità di Fortune Italia. Sui tempi "dobbiamo aspettare l’ente certificatore che dia l’ok, poi che i vaccini arrivino e arriveranno in maniera scaglionata; il nostro piano, che è in mano a un gruppo di lavoro qui al ministero, ha già fornito i dati al commissario Arcuri che sarà l’esecutore del piano: sono state già comunicate alle Regioni le necessità del numero di centri di stoccaggio, di vaccinazione. Ci sarà un centro ogni 20mila abitanti".

26 Novembre 12:05 Crisanti: “Abbiamo superato il picco, ma numero alto di morti ancora per 2 o 3 settimane”

Secondo Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di Medicina molecolare presso l’Università di Padova, “tutti noi abbiamo il diritto di conoscere i dati sui contratti e sugli effetti collaterali del vaccino contro il Coronavirus. Anche secondo il direttore generale di Moderna che non è detto che i vaccinati non siano contagiosi". Lo ha detto partecipando alla trasmissione Studio24 su Rainews. "Il picco della seconda ondata in Italia? Credo l’abbiamo superato, la trasmissione del contagio sta calando", ha aggiunto.

26 Novembre 11:49 Il principe di Svezia e la moglie positivi al Coronavirus

Il Coronavirus ha colpito la famiglia reale in Svezia, il Paese scandinavo largamente più colpito dall'emergenza Covid – in termini di bilancio di casi e di morti – dopo aver puntato per mesi su una strategia contraria al lockdown e aver scommesso su un'ipotetica immunità di gregge spontanea. Lo riferisce fra gli altri media internazionali la Bbc, precisando che il principe Carlo Filippo, 41 anni, secondogenito del sovrano regnante, e la consorte, Sofia, 35, sono risultati entrambi testati positivi in queste ore dopo aver avvertito sintomi dell'infezione fin da ieri. Tamponi sono stati adesso disposti anche per il resto della dinastia, dal 74enne re Carlo Gustavo, alla 76enne regina Silvia, all'erede al trono Vittoria (43 anni) e a suo marito Daniel. Venerdì l'intera famiglia reale si era riunita in una chiesa luterana per i funerali di Walther Sommerlath, fratello della regina.

26 Novembre 11:27 Ricciardi: “Operatori sanitari decimati, non riusciamo a curare i pazienti”

Walter Ricciardi, Oms (Immagine di repertorio)
in foto: Walter Ricciardi, Oms (Immagine di repertorio)

"In questo momento, nel nostro Paese, non riusciamo a curare i pazienti Covid e nemmeno gli altri affetti da altre patologie perché stiamo conducendo una guerra in cui il nostro esercito di operatori sanitari è in progressiva decimazione". Lo ha detto Walter Ricciardi, professore di Igiene e Sanità Pubblica all'Università Cattolica e consulente del ministero della Salute, intervenendo all'evento online Next generation health: le priorità degli italiani per la Sanità del futuro. "Nell'ultimo mese – ha continuato Ricciardi -, per dare un'idea, si sono infettati 27mila tra medici e operatori sanitari e già mancavano 53mila infermieri. È di ieri la notizia che una importante struttura oncologica italiana ha dovuto sospendere le chemioterapie perché l'unico infermiere che era di servizio si è infettato e, quindi, in questo momento abbiamo dei pazienti che hanno patologie oncologiche e non possono accedere alla chemioterapia cosi' come altri pazienti non possono essere sottoposti agli interventi chirurgici necessari e altri ancora non possono accedere alle terapie cardiovascolari".

26 Novembre 11:09 A Prato alcol e karaoke ad una festa in piena zona rossa: 36 multati

Blitz dei carabinieri la scorsa notte in un locale notturno di via dei Confini, a Prato, a pochi metri da Campi Bisenzio, dve era in corso una festa tra karaoke, balli, musica, alcol e numerose persone senza mascherina, nonostante la zona rossa. In 36 sono stati multati, tra cui  la proprietaria del locale, una 49enne cinese, per la quale è arrivata anche la sanzione accessoria di chiusura del locale.

26 Novembre 11:01 Il ministro Guerini: “Difesa contribuirà a distribuzione vaccino”

"La Difesa, come ha sempre fatto dall'inizio della pandemia, fornisce e fornirà tutto il supporto richiesto dalle autorità predisposte, in termini di concorso delle Forze Armate alla distribuzione e alla somministrazione del vaccino alla popolazione italiana. In questa ottica il Comando Operativo Interforze ha già avviato un processo di pianificazione che prevederà, ad esempio, per quel che riguarda il contributo alla distribuzione del vaccino, l'impiego, se ritenuto necessario dalle suddette autorità, delle infrastrutture logistiche e degli assetti di trasporto delle Forze Armate; e per quanto riguarda la somministrazione, l'ampliamento e la trasformazione della rete dei drive through presenti in tutto il territorio; infine, per eventuali esigenze specifiche, quali ad esempio l'intervento presso presidi residenziali per anziani,  la composizione di team sanitari mobili, pronti all'occorrenza".  Lo ha detto il ministro della Difesa, Guerini.

26 Novembre 10:53 L’immunologa Viola: “Sperimentazione vaccino su bimbi ad aprile”

"Attualmente non ci sono vaccini anti-Covid per la fascia pediatrica. Gli studi inizieranno probabilmente verso aprile 2021, con la sperimentazione nei bambini". A spiegarlo è Antonella Viola, direttore scientifico dell'Istituto di Ricerca Pediatrica-Città della Speranza di Padova. "Non c'è nulla di certo, ma chi lavora nel campo considera che la primavera sia un tempo probabile – continua – Se i vaccini per gli adulti saranno approvati a fine dicembre, i tempi per iniziare la sperimentazione sui bambini di tutte le età portano alla primavera".

26 Novembre 10:41 Nelle Marche 448 nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore

Nelle Marche sono stati individuati nelle ultime 24 ore 519 nuovi casi di Covid-19 nel percorso per le nuove diagnosi, il 24,5% rispetto ai 2.115 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi. Rispetto ai ieri, per il secondo giorno consecutivo è diminuito il rapporto positivi-test (ieri al 26% rispetto ai 1.721 tamponi processati). Il totale dei casi positivi individuati in tutta la regione dall'inizio della crisi pandemica è salito a 28.073. Sempre ieri, sono stati effettuati anche 790 test nel percorso guariti, il maggior numero dall'inizio della crisi pandemica. Lo si apprende dal primo aggiornamento del Servizio Sanità della Regione Marche.

26 Novembre 10:27 Gimbe: “Governo non allenti le misure prima di Natale o vanificherà sacrifici”

Una distensione delle regole solo in nome delle festività natalizie non farebbe altro che invertire nuovamente la curva dei contagi di Coronavirus, vanificando i sacrifici già fatti. È questo l’allarme che la Fondazione Gimbe lancia a pochi giorni dal nuovo Dpcm di dicembre. Facendo un appello alla responsabilità dell’esecutivo, ma anche delle Regioni, affinché prendano scelte coraggiose anche se impopolari. "Considerando che oltre l'1% della popolazione è attualmente positivo all'infezione, la circolazione del virus nel nostro Paese è ancora molto elevata. E in questa fase di lenta discesa della curva dei contagi l'incremento dei nuovi casi post-allentamento delle misure sarà visibile non prima di 2-3 settimane", ha commentato Renta Gili, responsabile di ricerca sui servizi sanitari della Fondazione.

26 Novembre 10:22 Walt Disney, previsto taglio di 32.000 posti di lavoro nei suoi parchi a tema

Il colosso Usa Walt Disney prevede il taglio di ben 32.000 posti di lavoro nei suoi parchi a tema entro il primo semestre del 2021, a causa dell'impatto della pandemia. A settembre la Disney aveva annunciato il taglio di 28.000 posti negli Usa. "In totale, circa 32.000 dipendenti vedranno scadere i loro contratti nella prima metà del 2021". Il gruppo comprende Disneyland in California, il secondo parco divertimenti più visitato al mondo, dietro Disney World a Orlando (Florida), così come altri parchi Disney in Asia e a Parigi.

26 Novembre 10:06 Torino, 8 indagati per gli anziani morti nella Rsa Chiabrera

Sono accusati di epidemia colposa e omicidio colposo gli 8 indagati in un’inchiesta della procura di Torino su 20 decessi nelle Rsa Chiabrera e D’Azeglio del gruppo Gheron avvenute durante la prima ondata della pandemia generata dal Covid-19. Lo riporta La Stampa. Si tratta di 3 componenti della commissione di vigilanza dell’Asl Città di Torino, e il presidente insieme ai vertici delle case di riposo del gruppo Gheron. All'epoca dei fatti nelle due Rsa scoppiò un focolaio e ci furono decine di contagiati, da qui anche l'accusa di epidemia colposa, da parte dei due pm titolari del fascicolo, Rossella Salvati e Giovanni Caspani.

26 Novembre 09:49 Chiuso un reparto Covid al San Martino di Genova, Toti: “Una bella notizia”

Chiude un reparto covid al policlinico San Martino di Genova. Il reparto, che poteva accogliere fino a 20 pazienti, era stato aperto il 15 ottobre scorso: in questi 42 giorni ha ospitato 150 malati. Questa mattina è avvenuta la chiusura. Nella prima fase dell'epidemia il cosiddetto ‘Fagiolone' è stato attivo per 32 giorni e la struttura si dedicò a 104 pazienti. A darne comunicazione è stato il presidente della Liguria, Giovanni Toti, su Facebook: "Iniziamo la giornata con una bella notizia. Continua a calare la pressione sui nostri ospedali, diminuiscono i ricoverati in Liguria, così come il numero di accessi in ambulanza. Piccoli grandi risultati che dobbiamo al lavoro straordinario della nostra sanità: grazie a medici, infermieri, operatori sanitari che dietro quelle mascherine, con coraggio e incessante impegno, ci stanno aiutando nella battaglia più difficile. Non abbassiamo la guardia, non è finita".

26 Novembre 09:40 Vaccino Covid, Angela Merkel: “Possibile che arrivi prima di Natale”

"Può darsi che i vaccini arrivino prima di Natale, e abbiamo deciso che saranno a disposizione del personale medico e sanitario". Lo ha detto Angela Merkel parlando al Bundestag. La cancelliera tedesca ha detto che "il vaccino rappresenta la luce alla fine del tunnel", anche se nei mesi invernali non tutti potranno essere vaccinati e molti dovranno ancora tenere duro senza. Sulla questione chiusura piste da sci, la cancelliera ha annunciato che il governo tedesco cercherà di raggiungere un divieto di vacanze invernali nelle Alpi "almeno fino al 10 gennaio", ma sarà difficile arrivarci "a causa della posizione dell'Austria" in merito, anche perché nonostante il lockdown, che è stato prorogato fino al 20 dicembre, "non siamo ancora arrivati alla inversione di rotta assolutamente necessaria.

26 Novembre 09:27 A Bari requisiti alcuni padiglioni della Fiera del Levante per trasformarli in ospedale Covid

La prefetta di Bari Antonella Bellomo ha disposto la "requisizione d'uso temporanea" di alcuni padiglioni e spazi della Fiera del Levante di Bari in favore della Protezione civile regionale e del Policlinico, dove sarà realizzato un ospedale da campo Covid. Serviranno ad "allestire, con apposita struttura temporanea – si legge nel decreto – spazi per l'aumento di posti letto, nel numero di 160, da destinare al trattamento in terapia intensiva di pazienti positivi al Coronavirus", aggiungendo che "il provvedimento è immediatamente efficace e avrà durata fino al termine dello stato di emergenza sanitaria, attualmente fissato al 31 gennaio 2021 e comunque per l'ulteriore eventuale periodo di proroga".

26 Novembre 09:07 Ancora un record di contagi in Russia: 25.487 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Nuovo record di casi giornalieri di Coronavirus in Russia: sono 25.487 e portano il totale dall’inizio della pandemia nel Paese a 2.187.990. Le autorità hanno anche riportato 524 nuovi decessi a causa del Covid, per un totale di 38.062.

26 Novembre 08:59 Coronavirus in Germania, 22.268 nuovi casi e 389 morti in 24 ore

In Germania i nuovi casi di Coronavirus confermati sono 22.268 e portano il totale nel Paese dall’inizio della pandemia a 983.588. I decessi nelle ultime 24 ore sono 389, per un totale di 15.160. Lo comunica il Robert Koch Institute. Proprio ieri, al termine di un vertice fiume tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e i 16 presidenti dei Land, è stato deciso il prolungamento del lockdown fino al 20 dicembre per raggiungere l'obiettivo fissato dal governo federale tedesco di portare la soglia dei nuovi casi a 50 per ogni 100mila abitanti in ogni regione.

26 Novembre 08:51 Piemonte e Lombardia verso la zona arancione: tutti i cambi di colore in vista

Da domani, venerdì 27 novembre, la mappa dell’Italia divisa in zona rossa, arancione e gialla potrebbe cambiare colore. Con l’arrivo del nuovo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità, gli occhi sono puntati su Lombardia e Piemonte, che potrebbero passare dalla zona rossa a quella arancione. I dati degli ultimi giorni confermano infatti come i territori, con le severe norme anti-coronavirus in vigore, siano riusciti a piegare la curva e potrebbero quindi procedere con un allentamento delle restrizioni. Venerdì scorso il ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva già prorogato tutte le misure per le prime Regioni in zona rossa e arancione (rispettivamente Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d'Aosta e Puglia e Sicilia) fino al 3 dicembre.

26 Novembre 08:46 Ippolito (Spallanzani): “Dobbiamo mantenere le regole anche a Natale”

"Il raffreddamento della curva c'è perchè abbiamo usato le mascherine, abbiamo fatto le chiusure, abbiamo evitato gli assembramenti. Dobbiamo mantenere queste regole, anche a Natale, perché il virus continua a circolare. Dobbiamo pensare a quanto ci costa questa pandemia in termini di vite umane e di spesa sanitaria". Lo ha detto Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell'Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani IRCCS di Roma.

26 Novembre 08:39 Il commissario Ue alla Salute Kyriakides: “Sullo sci non c’è formula valida per tutti”

"Saranno vacanze difficili. Natale è importante per tutti noi, ma niente nel 2020 è stato lo stesso di sempre". Non lascia spazio ad aperture Stella Kyriakides, commissaria Ue alla Salute che in una intervista al Corriere della Sera ha detto sul tema della chiusura delle piste da sci: "Non c'è una formula valida per tutti, perchè gli Stati hanno situazioni epidemiologiche diverse" e pertanto "fino a quando i vaccini non saranno disponibili e una grossa massa critica di persone non sarà vaccinata, raccomandiamo agli Stati membri di continuare nei loro sforzi per mitigare la pandemia".

26 Novembre 08:28 Viceministro Zampa: “Vaccino obbligatorio per operatori sanitari”

"Smettiamola di contrapporre le ragioni dell'economia a quelle della salute", esorta la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa che in un'intervista a La Stampa assicura: "Stiamo tutti lavorando nella stessa direzione" con l'obiettivo di "non ripetere il film di agosto". Per le feste, l'invito è: "Non abbassiamo la guardia perché meno ci si sposta meglio è". La sottosegretaria parla anche dell'obbligatorietà o meno del vaccino: "Dovremo essere trasparenti, aspettare il giudizio dell'Ema e impostare un rapporto con i cittadini di reciproca fiducia".

26 Novembre 07:57 In Cina registrati 21 nuovi casi di Coronavirus

La Commissione sanitaria nazionale cinese ha riferito che il paese asiatico ha diagnosticato, ieri, 21 nuovi positivi per il coronavirus Sars-CoV-2, di cui 9 dovuti al contagio locale nella regione settentrionale della Mongolia continentale. I restanti 12 casi sono stati rilevati in viaggiatori dall'estero a Shanghai (est, 5) e nelle province di Guangzhou (sud-est, 4), Jiangsu (est, 1), Fujian (sud-est, 1) e Sichuan (centro, 1). Inoltre, con la somma dei 5 casi asintomatici annunciati oggi (tutti al di fuori dei confini cinesi), il numero totale di persone in quella circostanza sotto osservazione e' di 321, di cui 317 "importate".

26 Novembre 07:50 Ipotesi quarantena per chi rientra dall’estero nel nuovo Dpcm sul Natale

Una quarantena per chi rientra dall’estero dopo aver trascorso le vacanze di Natale e di Capodanno in un altro Paese, che tenta di disincentivare ulteriormente gli spostamenti durante il periodo natalizio. Sarebbe questa una delle ipotesi al vaglio del governo da inserire all'interno del nuovo Dpcm, che dovrebbe essere presentato nei prossimi giorni. In particolare, si andrebbe ad aggiornare la lista dei Paesi a rischio includendo quelli che non prevedono di chiudere le piste da sci fino a fine gennaio, come propongono invece diversi Paesi europei tra cui l’Italia.

26 Novembre 07:47 Dpcm sul Natale: oggi incontro di Conte con i capi delegazione di maggioranza

Oggi è in programma un incontro del presidente del Consiglio Conte con i capi delegazione di maggioranza in vista del nuovo Dpcm con le misure anti-Covid per Natale e Capodanno. Sempre nelle prossime ore i ministri Boccia e Speranza vedranno gli enti locali con Arcuri e Borrelli. Al vaglio dell'esecutivo, la quarantena per chi rientra dall'estero, spostamenti limitati in tutta Italia, numero di persone al cenone e regole per evitare assembramenti durante lo shopping.

26 Novembre 07:37 In Corea del Sud 583 casi in 24 ore: mai così tanti da marzo

In Corea del Sud sono stati registrati nelle ultime 24 ore 583 nuovi casi di Coronavirus, l'incremento giornaliero più alto da marzo. Basti pensare che è la prima volta che viene superata la soglia dei 500 contagi dal 6 marzo, nonostante le misure più rigide di distanziamento sociale decretate nel Paese. I vertici militari hanno vietato le licenze dopo che è stata scoperta una serie di focolai in strutture delle forze armate, tra cui 60 contagi tra le reclute in una base a Yeoncheon.

26 Novembre 07:32 Negli Usa 2.400 morti Covid nelle ultime 24 ore: bilancio peggiore degli ultimi 6 mesi

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri oltre 2.400 morti per il Coronavirus in 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University: il bilancio peggiore da più di sei mesi. Il Paese ha contemporaneamente registrato quasi 200.000 nuovi casi di Covid-19. L'ultima volta che il bilancio delle vittime ha superato le 2.400 in un giorno era stato all'inizio di maggio, al culmine della crisi sanitaria. Intanto, sale la preoccupazione per gli spostamenti legati alla festa del Ringraziamento.

26 Novembre 07:29 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, giovedì 26 novembre

Continua l'emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo. Nel nostro Paese la curva epidemiologica sembra essersi stabilizzata, come conferma l'ultimo bollettino del ministero della Salute di ieri, mercoledì 25 novembre: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 25.853 nuovi casi, su 230.007 tamponi effettuati, anche se continua a rimanere alto il numero dei morti, +722 da ieri. La Lombardia è ancora la regione con il maggior incremento di infezioni giornaliere, seguita da Piemonte e Campania. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

Lombardia: +5.173

Piemonte: +2.878

Campania: +2.815

Veneto: +2.660

Emilia Romagna: +2.130

Lazio: +2.102

Toscana: +986

Sicilia: +1.317

Liguria: +460

Puglia: +1.511

Marche: +448

Abruzzo: +623

Friuli Venezia Giulia: +696

Umbria: +386

P.A. Bolzano: +341

Sardegna: +351

P.A. Trento: +179

Calabria: +335

Valle d'Aosta: +27

Basilicata: +339

Molise: +105

Il governo è intanto al lavoro per il Dpcm sul Natale, che dovrebbe contenere le misure per il periodo prefestivo e festivo. Oggi è in programma un vertice del presidente del Consiglio Giuseppe Conte con i capi delegazione di maggioranza, mentre i ministri Boccia e Speranza vedono gli enti locali con Arcuri e Borrelli. Allo studio dell'esecutivo controlli per chi rientra dall'estero, spostamenti limitati in tutta Italia e regole per evitare assembramenti durante lo shopping natalizio. Si attendono poi indicazioni Ue sullo sci, con la Germania che chiede addirittura lo stop fino al 10 gennaio. Intanto, Lombardia e Piemonte, dopo i dati degli ultimi giorni, vanno verso la zona arancione.

In tutto il mondo sono stati raggiunti 60.392.439 di contagi e 1.421.308 vittime. Negli Stati Uniti 2400 morti nelle ultime 24 ore. In Germania è stato prorogato il lockdown fino al 20 dicembre, dopo un vertice fiume tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e i 16 presidenti dei Land. Per Natale e Capodanno limiti alle riunioni private, con la partecipazione di due famiglie per un massimo di dieci persone, esclusi gli under 14 e scoraggiati i fuochi d'artificio.