Un nuovo caso di meningite da meningococco si è registrato in Italia, dopo quello della studentessa 19enne di Padova: una donna di 60 di L'Aquila, originaria di Roma, è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale della città abruzzese ed è in coma. Le sue condizioni, fanno sapere i medici, sono stazionarie e si tratterebbe di un caso isolato. Stando ai primi risultati delle analisi condotte sulla paziente, sarebbe stata colpita da una meningite batterica con uno stato infiammatorio molto grave, da meningococco. Dunque, non ci sarebbe un allarme sanitario, anche se è già scattata la procedura della profilassi, alla quale si sono sottoposti i medici e gli operatori che si sono occupati del suo trasferimento nel nosocomio e i parenti più vicini.

Saranno importanti le prossime ore soprattutto nella valutazione dei danni cerebrali. La donna, da quanto si è appreso, era arrivata in ospedale giovedì sera con febbre alta, un forte mal di testa e in stato confusionale, ricevendo le prime cure nel reparto Malattie infettive. Poi, visto l'aggravamento, è stata trasferita in rianimazione. Sono in corso comunque altri approfondimenti. Solo pochi giorni fa un altro caso di meningite aveva gettato nel panico da contagio più di 400 persone a Padova, dove è stata ricoverata una studentessa 19enne che nei giorni precedenti il manifestarsi i primi sintomi della patologia aveva frequentato le aule studio dell'università ed una festa a Venezia.