Infuriata, ha fatto irruzione in una chiesa insieme ai propri figli per chiedere che la cerimonia di matrimonio fosse interrotta, perché lo sposo era suo marito. Abraham Muyunda in mattinata aveva detto a sua moglie che sarebbe andato in città per lavoro, ma in realtà le cose stavano diversamente. La scena surreale è avvenuta in una chiesa cattolica a Chainda, nella capitale dello Zambia, Lusaka, riferisce lo Zambian Observer.

"Quell'uomo è mio marito"

Caroline Mubita avrebbe sentito sentito parlare del matrimonio dai vicini ed è corsa in chiesa per porre fine alla funzione. "Padre, questo matrimonio non può continuare. Quest'uomo qui è mio marito. Non so cosa sta succedendo qui” la si sente urlare nel video circolato in queste ore sui social. La donna, angosciata, che sembra avere un bambino legato alla schiena, viene trattenuta da un ospite prima di dirigersi all'altare per protestare direttamente con il prete. Lo sposo viene filmato mentre tiene il viso tra le mani mentre intuisce, evidentemente, di averla fatta grossa.

Ora rischia sette anni di carcere

I media locali riferiscono che Muyunda lavora per l'Autorità delle Entrate dello Zambia e ha tre figli. Secondo i media locali è stato consegnato alla polizia locale mentre la famiglia decide la prossima linea di condotta. Secondo quanto riferito, la sua nuova sposa sapeva che era già sposato. Nello Stato africano dello Zambia il diritto moderno ha messo fuori legge la bigamia, per cui rischia fino a 7 anni di carcere.