Sparatoria a Seattle, negli Stati Uniti. Ci sarebbero, secondo una prima stima delle autorità, almeno un morto e otto feriti. Gli aggressori sarebbero in fuga. Tutto è avvenuto in un'area trafficata e molto visitata da turisti, poco lontano da Pike Place Market. La vittima sarebbe una donna di quaranta anni e fra gli otto feriti ci sarebbe anche un bambino di 9 anni che sarebbe stato portato in ospedale in condizioni serie. Un'altra persona ferita in condizioni critiche è una donna di cinquantacinque anni mentre gli altri feriti – tre uomini di 21, 34 e 35 anni – sarebbero stabili. Tutto sarebbe iniziato in seguito a una lite scoppiata nei pressi di un McDonald’s. La polizia di Seattle sta ricostruendo l’accaduto tramite i filmati girati dalle telecamere di sicurezza della zona. I video – riferisce la polizia – hanno mostrato come a sparare sarebbero state più persone, a differenza delle ricostruzioni iniziali che indicavano un unico aggressore.

Ci sono diversi sospettati – Il capo della polizia della città, Carmen Best, ha spiegato ai giornalisti durante una conferenza stampa che sono appunto diversi i sospetti ricercati: "Non è stato un incidente casuale, sono molte le persone coinvolte". Le indagini vanno avanti: la polizia invita chiunque abbia filmati a consegnarli. Questa avvenuta davanti al fast food è la terza sparatoria avvenuta nell'area in meno di due giorni ed è l'ultimo di una serie di incidenti provocati da armi da fuoco.