In Italia come nel resto d’Europa i governi sono al lavoro per tentare di allentare, in vista dell’estate, le restrizioni anti-Covid. Se in Italia attualmente abbiamo regole da zona gialla in quasi tutto il Paese (da oggi solo 3 regioni sono zona arancione e non c’è nessuna zona rossa), quindi ci sono pochi limiti sugli spostamenti, i locali sono aperti anche di sera, ma resta per il momento ancora il coprifuoco, in Europa ci sono dei Paesi che hanno già eliminato anche questa misura. È il caso, ad esempio, di Spagna e Belgio: la Spagna ha revocato lo stato di emergenza in vigore da ottobre e nella maggior parte delle Regioni questo vuol dire anche la revoca del coprifuoco. Nelle scorse ore migliaia di persone sono scese a festeggiare nelle strade, con scene da capodanno da Madrid a Barcellona. La fine dello stato di emergenza non significa tuttavia la fine delle restrizioni in tutto il Paese: le 17 comunità autonome possono, ad esempio, continuare a limitare l’orario di apertura o il numero di avventori di bar, ristoranti o negozi.

Anche il Belgio ha rimosso il coprifuoco: dopo sei mesi di caffè, bar e ristoranti chiusi, riaprono anche le attività all’esterno. Il premier Alexander De Croo non esclude la possibilità di organizzare grandi festival durante la seconda metà dell’estate, pur nel rispetto delle regole necessarie per evitare i contagi da coronavirus.

Sul coprifuoco molto più cauta la Francia, dove solo dal 19 maggio verrà posticipato dalle 19 alle 21. Nel Paese di Macron bar e ristoranti potranno riaprire all’esterno; negozi, cinema, musei e teatri potranno aprire, con limitazioni per i visitatori. Il 9 giugno, poi, il coprifuoco scatterà alle 23:00 e secondo i piani del Governo a fine giugno verrà eliminato. In Germania meno restrizioni per i vaccinati contro il Covid-19: le nuove misure consentiranno ai cittadini, già vaccinati, di incontrarsi senza restrizioni di numero. Inoltre, non verranno conteggiati in riunioni a cui partecipano persone non vaccinate. Non varrà per i vaccinati neppure il coprifuoco delle 22, ma rimarrà in vigore l'uso delle mascherine e il distanziamento.

La Grecia ha riaperto invece bar e le sue spiagge, una settimana prima dell'inizio ufficiale della stagione turistica, il 14 maggio. Anche i musei riapriranno il 14 maggio, seguiti dai cinema all'aperto il 21 maggio e dai teatri il 28 maggio. Il governo ha illustrato i prossimi passi per sollevare le restrizioni imposte per contrastare l'epidemia di Covid. Il coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino rimane ancora in vigore.

Pronto a riaprire sempre di più il Regno Unito, forte di un terzo degli adulti che ha completato il ciclo vaccinale: dalla prossima settimana sarà consentito abbracciare amici e parenti, a condizione che le persone usino il “buon senso”. Dal 17 maggio dovrebbero anche essere aggiornate le regole per i matrimoni e altri eventi sociali.