Una donna di 35 anni è stata trovata morta in un lago in un parco di campagna nel Suffolk, in Regno Unito. Egle Vengaliene, madre di cinque figli, proveniente dalla Lituania, è stata trovata morta nelle acque del Brandon Country Park venerdì scorso. La polizia ha arrestato un uomo di 46 anni con l'accusa di omicidio intorno alle 12:15 di oggi, lunedì 12 aprile. Un'amica della signora Vengaliene ha lanciato una raccolta fondi su Facebook con l'obiettivo di riportare il suo corpo in Lituania. Nel post, Vitalija – che ha fornito solo un nome – ha descritto la signora Vengaliene come "amata figlia e sorella" e dice che "cinque bambini sono rimasti senza mamma" dopo la sua tragica morte.  Vitalija ha detto a MailOnline che la sua amica ha vissuto nel Regno Unito per circa sette anni prima della sua morte e che, come lei, proveniva dalla città di Rokiškis in Lituania. Un giudice ieri ha concesso alla polizia altre 24 ore per interrogare il sospettato dopo che un ulteriore mandato per una richiesta di detenzione è stato presentato alla Corte di Ipswich.

Solidarietà per Egle

In un post su Facebook sulla morte della signora Vengaliene si legge: “Esprimiamo le nostre condoglianze alla famiglia per la perdita dell'amata figlia e sorella Egl in Inghilterra. Cinque bambini sono rimasti senza mamma. È difficile trovare parole di conforto oggi. Esprimiamo tutta la nostra forza, la speranza e la fede a te, alla tua famiglia e ai tuoi cari. E chiediamo aiuto finanziario a tutti i lituani per riportare il suo corpo in Lituania". Il post include le coordinate bancarie per consentire un trasferimento di fondi.

Un uomo di 46 anni arrestato

Il sospetto di 46 anni è stato arrestato e rimane nel centro investigativo della polizia di Bury St Edmunds per essere interrogato. Le forze dell'ordine hanno detto che il parco resterà chiuso fin quando proseguiranno le indagini. "Siamo ancora nelle fasi iniziali. Comprendiamo che questo evento avrà scioccato e allarmato molte persone, ma gli agenti rimarranno sul posto nei prossimi giorni e sono in corso ulteriori pattuglie per rassicurare la cittadinanza", ha detto il sovrintendente investigativo Andy Smith