Almeno due persone sono rimaste ferite e 35 minatori sono rimasti intrappolati per ore a 700 metri di profondità in seguito a un'esplosione avvenuta alle 9 di stamane, venerdì 8 novembre, nella miniera tedesca di Teutschenthal, un comune della Germania di poco meno di diecimila abitanti situato nel land della Sassonia-Anhalt. Sul posto sono intervenuti numerosi soccorritori che hanno lavorato per tutta la mattina per mettere in salvo i minatori intrappolati. La polizia, citata dai quotidiani tedeschi, ha detto che avevano ossigeno e si trovavano in un'area sicura. Le stesse forze dell’ordine, tramite Twitter, hanno dato notizia del recupero delle persone intrappolate. Sono tutti salvi.

I feriti portati in ospedale – I feriti sono stati portati in ospedale, le loro condizioni non si conoscono. Secondo le prime informazioni trapelate, a innescare la deflagrazione nella miniera sarebbe stata una miscela di gas esplosiva formatasi sottoterra. Secondo la compagnia, circa cento persone lavorano nella miniera di Teutschenthal. Chiusa nel 1982, negli ultimi 15 anni è stata usata come deposito di rifiuti minerali.