324 CONDIVISIONI
La morte di George Floyd in Usa
6 Giugno 2020
19:37

Caso Floyd, anche Manuel Ellis prima di essere ucciso dalla polizia disse “I can’t breath”

La stessa frase pronunciata da George Floyd: “I can’t breath”, “non respiro”. Anche Manuel Ellis, l’afroamericano di 33 anni ucciso a Tacoma il 3 marzo durante un arresto di polizia, ha urlato la stessa frase implorando gli agenti di lasciarlo andare. Da qualche ora circola il video dell’arresto e dell’omicidio di Ellis.
A cura di Stefano Rizzuti
324 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di George Floyd in Usa

“I can’t breath”. Non solo George Floyd. Ma una storia che si ripete. E che ora, secondo quanto emerge dalle comunicazioni radio tra gli agenti e la centrale, si scopre essere lo stesso grido strozzato di Manuel Ellis, urlato per convincere gli agenti di polizia a lasciarlo andare. Ellis è l’afroamericano che il 3 marzo è stato ucciso a Tacoma, nello stato di Washington, quando è stato arrestato dalla polizia. Prima di morire avrebbe implorato ai poliziotti di lasciarlo andare, con la stessa frase pronunciata da George Floyd: “Non respiro”. La frase divenuta poi lo slogan simbolo della protesta che si è scatenata negli ultimi giorni negli Stati Uniti, in varie città e in vari stati. L’implorazione di Ellis è stata riportata dal sito Broadcastify ed è contenuta nelle comunicazioni via radio tra gli agenti e la centrale. Inoltre, prima di quella frase, si sentirebbe anche uno dei poliziotti dire a un collega di usare sull’uomo in questione una tecnica di stretta con le gambe.

La morte di Manuel Ellis risale al 3 marzo e avvenne durante un arresto a Tacoma. Da qualche ora circola il video in cui si assiste alla scena ed è una donna, che si trovava dieto all’auto degli agenti, a urlare “smettetela di colpirlo”, prima che l’uomo venga ucciso. Il 33enne viene scaraventato a terra dagli agenti, che poi lo colpiscono con pugni e calci. La polizia sostiene che sia stato Ellis ad aggredirli, ma gli agenti hanno continuato a infierire su di lui fino a ucciderlo. La sindaca di Tacoma ha chiesto il licenziamento dei quattro poliziotti coinvolti. Secondo il medico legale la morte di Ellis è chiaramente causata dall’azione degli agenti e viene identificata come omicidio. Intanto negli Stati Uniti continuano le proteste per chiedere giustizia per George Floyd, con la grande marcia che si terrà a Washington nelle prossime ore.

324 CONDIVISIONI
174 contenuti su questa storia
Morte George Floyd, condannato a 22 anni e mezzo di carcere l'ex poliziotto Derek Chauvin
Morte George Floyd, condannato a 22 anni e mezzo di carcere l'ex poliziotto Derek Chauvin
George Floyd, chiesti 30 anni per Derek Chauvin. L'avvocato: "Processo compromesso dai media"
George Floyd, chiesti 30 anni per Derek Chauvin. L'avvocato: "Processo compromesso dai media"
Caso Floyd, incriminati Chauvin e altri tre poliziotti per violazione dei diritti costituzionali
Caso Floyd, incriminati Chauvin e altri tre poliziotti per violazione dei diritti costituzionali
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni