I senatori Pd protestano nel cortile di S.Ivo alla Sapienza, una volta appresa la notizia del voto in Giunta per le immunità del Senato, che ha stabilito a maggioranza il ‘no' all'autorizzazione a procedere. La decisione della Giunta di Palazzo Madama di fatto ‘salva' Matteo Salvini dal processo per il caso Diciotti. Non appena il presidente della Giunta Maurizio Gasparri e i commissari sono usciti dall'aula, i senatori del Pd, riuniti nel cortile, hanno cominciato a gridare "Vergogna e onestà. Giarrusso vergogna" all'indirizzo del parlamentare pentastellato.

Mario Michele Giarrusso, per rispondere, fa platealmente il gesto delle ‘manette', incrociando i polsi, verso i senatori dem, che hanno continuato a urlargli contro "buffone","restituisci lo stipendio", "dimettiti". Poi l'affondo di Giarrusso: "Mio padre e mia madre sono regolarmente a casa: altri sono ai domiciliari. E poi sono loro che parlano di onestà", riferendosi ai genitori dell'ex premier Matteo Renzi. In questi momenti concitati, parlando con i cronisti, il senatore pentastellato ha continuato: "Sono loro che dovrebbero vergognarsi per quello che hanno fatto loro e i loro parenti per distruggere l'Italia".

"Il Pd ha fatto questa contestazione forse per coprire le sue difficoltà di queste ore: lo dico da giornalista che vede i fatti", ha commentato il presidente della Giunta per le Immunità del Senato Maurizio Gasparri.

Per i senatori dem si tratta di un voto che il M5S "ha espresso a braccetto con Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, dopo che sulla piattafroma Rousseau si sono espressi solo 1/3 degli iscritti con una votazione tecnicamente dubbia". Per il Pd questa è la "pietra tombale" sui principi cardine del Movimento. Gli esponenti dem twittano compatti.

Per Simona Malpezzi "Il barbaro giustizialista Giarrusso ha appena salvato Salvini dal processo Diciotti. Lui è dalla parte della Lega che governa con un debito verso lo Stato di 49 milioni di euro. Ma il gesto delle manette lo fa a noi. Che gente siete M5S??", e ha aggiunto l'hashtag "#SalvaSalvini".

Con lei anche il capogruppo Pd in Senato Andrea Marcucci: "Salvini scappa dai giudici, grazie alla gentile intercessione del M5S. Casaleggio ha deciso al posto dei senatori".

Dura anche Monica Cirinnà: "M5S ha gettato la maschera e perso la faccia. in Giunta per le immunità ha votato come aveva ordinato Matteo Salvini, insieme a Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Si sono svenduti per mantenere la poltrona. Ha ragione Zingaretti: è un patto di potere".