Agata Christie nel 1950
in foto: Agata Christie nel 1950

La regina del crimine e del genere giallo, Agata Christie, è nata il 15 settembre del 1890: esattamente 130 anni fa. Dopo William Shakespeare è la scrittrice inglese più tradotta, letta e conosciuta al mondo, con buona pace di J. K. Rowling. L'inventrice della saga di J. K. Rowling ha tuttavia di che consolarsi, trattandosi della scrittrice vivente più ricca del globo con un patrimonio di 95 milioni di dollari al 2019. Ma il mito di Agata Christie, nata a Torquay, nel Regno Unito, a metà settembre del 1890 e scomparsa all'età di 86 anni, nel 1976, resta ancora inattaccabile.

I 130 anni della regina del giallo

Agata Christie nel 1925
in foto: Agata Christie nel 1925

La sua incredibile e prolifica attività di scrittrice, autrice di gialli che ancora oggi vengono letti da milioni di lettori, spesso usati per avvicinare i più piccoli alla lettura, fa di Agatha Mary Clarissa Christie, una fonte inesauribile di remake per il cinema e di ispirazione per fortunate serie televisive. I personaggi di Mary Westmacott (pseudonimo con cui firmava romanzi rosa e pièce teatrali), sono ormai entrati nel nostro immaginario, nazionale, da Hercule Poirot a Miss Marple (presente in ben 12 romanzi della Christie), e tutta quella incredibile produzione di gialli che ha dato vita a incredibili storie.

Da Hercule Poirot a Miss Marple, i personaggi più famosi

Con oltre 80 romanzi pubblicati in 45 lingue, da "Dieci piccoli indiani" ad "Assassinio sull'Orient Express", passando da "Istantanee di un delitto" e "Addio, Miss Marple" (pubblicato postumo nel 1976, pochi mesi dopo la morte dell'autrice, che ha come protagonista la simpatica e astuta vecchietta), Agata Christie è la scrittrice inglese più tradotta dopo Shakespeare. Tutti i suoi romanzi, sin dal primo, "Poirot a Styles Court", edito nel 1920, il suo successo presso il pubblico mondiale è stato inarrestabile e ancora oggi "Dieci piccoli indiani" resta il libro giallo più venduto della storia.