Un ragazzo di ventitré anni, Davide Zane, residente a Burano (Venezia) insieme al padre, ha perso la vita la notte scorsa in un incidente stradale a Cavallino Treporti (Venezia). A quanto ricostruito, il giovane era al volante di un'automobile che mentre percorreva via Saccagnana, nei pressi del cimitero, per cause ancora da chiarire è uscita di strada ed è finita nel canale. Insieme a Davide Zane viaggiavano altri due passeggeri che sono riusciti a uscire dalla macchina e hanno nuotato fino a mettersi in salvo. Lui, invece, è rimasto intrappolato nel veicolo. A bordo strada, poi, i due passeggeri in salvo, intorno alle tre del mattino, hanno fermato e chiesto aiuto a un automobilista di passaggio, che ha lanciato l'allarme.

Davide Zane rimasto intrappolato nell’auto affondata – Sul posto poco dopo sono arrivati i vigili del fuoco, un’ambulanza e i carabinieri. Nel frattempo però l'auto con il ventitreenne all'interno è affondata e solo due ore più tardi è stata individuata dai sommozzatori dei vigili del fuoco, che intorno alle 5 di sabato mattina hanno riportato a riva il corpo ormai senza vita del giovane. Le cause dell'incidente sono al vaglio dei carabinieri che hanno eseguito i rilievi. La giovane vittima e i due amici viaggiavano a bordo di una Fiat 500.

Il cordoglio sui social – Tanti i messaggi apparsi sui social per ricordare il giovane scomparso: “Quando succedono queste cose ti casca il mondo addosso e ti rendi conto di quanto importanti sono le persone che ti stanno accanto. Io non avevo bisogno di rendermene conto perché lo sapevo già ma la vita è talmente ingiusta che oggi ti ha portato via. Sei e resterai sempre una parte di me e non ti dimenticherò mai. Ora proteggimi da lassù e abbraccia la mamma da parte mia. Riposa in pace Fratello Mio”, uno dei commoventi post apparsi su Facebook in ricordo del ventitreenne di Burano.