Incendio nella notte tra giovedì e venerdì nell’area industriale di San Giorgio di Nogaro, nella provincia di Udine. In una delle acciaierie della zona, la Nunki Steel Spa di via Enrico Fermi, poco dopo la mezzanotte è avvenuto un incidente nella lavorazione di materiale ferroso. Secondo una prima ricostruzione – le esatte cause del rogo sono ancora da accertare –  erano in corso attività di taglio di grandi pezzi di acciaio quando a un certo punto le lance termiche di due operai avrebbero colpito anche un tubo di zolfo. La sostanza ha dato luogo a un incendio di proporzioni limitate, ma il fumo si è diffuso in tutto lo stabilimento propagandosi anche a una vicina fabbrica dove stavano lavorando una quindicina di persone. Una ventina in totale le persone coinvolte: alcune sono state controllate sul posto dai sanitari del 118, sette intossicati sono stati portati negli ospedali della zona. Nessuno, fortunatamente, sarebbe in gravi condizioni.

Vigili del fuoco al lavoro fino a questa mattina – A quanto si apprende, l'incendio scoppiato nella notte non è stato di vaste proporzioni ma ad aver creato problemi è stato lo zolfo, molto irritante per occhi e bronchi. Imponente lo spiegamento di forze da parte dei soccorritori. Sul posto sono intervenuti Vigili del fuoco di Cervignano, Codroipo e Udine con 5 mezzi, e i carabinieri di Latisana. L’intervento dei mezzi di soccorso è andato avanti fino alle 5 del mattino, con i pompieri che hanno messo in sicurezza le aree delle due aziende interessate dal fuoco e dal fumo.