Al ritorno da una vacanza si sente stanco, ha mal di testa, dolori articolari, anche febbre. E quelli che sembravano i sintomi di una normale influenza si sono rivelati altro. Come riporta il quotidiano Il Gazzettino, infatti, a un giovane di trenta anni residente nella cintura urbana di Treviso, appena tornato da una vacanza a Bali, è stata diagnosticata la febbre Dengue. Dopo la diagnosi, la casa del giovane è stata disinfettata dal dipartimento di Prevenzione dell’Usl della Marca. L’uomo, che è stato ricoverato e sottoposto a una terapia per abbassare la febbre, non sarebbe in gravi condizioni.

Febbre Dengue e zanzare: sintomi e cura della malattia

La febbre Dengue è una malattia di origine virale e non si trasmette da uomo a uomo, ma solo attraverso punture di zanzare infette del genere Aedes, tra cui la nota zanzara tigre. Il virus circola nel sangue della persona infetta per 2-7 giorni e in questo periodo la zanzara può prelevarlo e trasmetterlo ad altri. In genere, questa malattia si manifesta con febbre alta entro massimo 6 giorni dalla puntura di zanzara, spesso accompagnata anche da mal di testa, altri dolori e rash cutaneo. Nella maggior parte dei casi le persone guariscono nel giro di due settimane.

Casi di Dengue a Modena e Bologna

Un altro caso di Dengue è stato segnalato al servizio di Igiene pubblica dell’Azienda Usl di Modena in una donna residente nel Comune di Sassuolo, anche lei di rientro da un viaggio all'estero. Al rientro dalla vacanza la donna si è presentata spontaneamente al Policlinico di Modena direttamente dall'aeroporto: per questo motivo non si è reso necessario effettuare alcun trattamento straordinario nell'area di residenza. Ricoverata presso il reparto di Cardiologia del Policlinico, le condizioni della donna sono buone. Anche a Bologna si registra un caso importato di Dengue: attivate le misure di profilassi, con la disinfestazione nell'area circostante la casa della persona colpita.