La polizia locale è entrata in azione oggi in centro a Trani, in Puglia, per un intervento al primo piano di uno palazzo dove su un balcone privato era stata segnalata la presenza di uno stendino con pipistrelli in essiccazione appesi ad esso. La denuncia è partita da residenti e commercianti della zona in questi giorni in cui impazzano le notizie sulla diffusione del Coronavirus in tutto il Paese. Dopo i controlli, però, pare che in realtà si tratti di ali di pollo. "Si tratta verosimilmente di ali di pollo" ha spiegato infatti dopo le verifiche il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro. Saranno comunque eseguite analisi per stabilire di che animali si tratti. "Tutto è stato sequestrato e sono in corso accertamenti di natura igienico sanitaria sugli inquilini che sono di origini asiatiche" ha aggiunto il primo cittadino dopo l'intervento di carabinieri e Asl.

Sangue in strada

Le squadre di polizia e dei carabinieri, giunte sul posto, hanno dovuto chiudere la strada ed invitato tutti a non soffermarsi in zona, in corso Manzoni, nel tratto compreso fra via Ragazzi del ‘99 e piazza Dante. Tuttavia pare che gli inquilini dell’alloggio in questione in un primo momento fossero irreperibili. Sul posto è accorso poi anche il sindaco Bottaro. Con lui gli ispettori della Asl e l'Amiu che si occuperà degli interventi di sanificazione dell'ambiente poiché sembrerebbe sia colato del sangue lungo la strada.

Il sindaco di Trani: "La situazione è sotto controllo"

Lo stesso sindaco di Trani in un primo momento aveva spigato a Telesveva: "Ci hanno segnalato pipistrelli essiccati su questo balcone, appartenente a un appartamento abitato da persone di nazionalità cinese. Abbiamo visto le immagini dall'alto riprese con il drone ed è confermata la presenza di animali. Ora stiamo approfondendo con Scientifica e Asl. Sembra che colasse anche del sangue, abbiamo decontaminato l'area secondo i protocolli ministeriali. La situazione è assolutamente sotto controllo, attendiamo di entrare nell'appartamento per le verifiche. Se si tratta di animali da essiccare, ricordiamo che tutto questo è proibito per legge. Se penso a tutto quello che sta accadendo oggi in città e in Italia, trovo paradossale che accadano queste cose. Vorrei tranquillizzare tutti".