28 Maggio 2012
12:49

Tra Formigoni e Daccò ora spunta una villa in Sardegna comprata per un amico

Un milione e 100mila euro regalati dal presidente della Lombardia all’amico Alberto Perego e spesi per comprare una villa di Piero Daccò venduta al prezzo di 3 milioni di euro, anche se ne valeva di più. Da qui l’approfondimento degli inquirenti.
A cura di Susanna Picone
Un milione e 100mila euro regalati dal presidente della Lombardia all’amico Alberto Perego e spesi per comprare una villa di Piero Daccò venduta al prezzo di 3 milioni di euro, anche se ne valeva di più. Da qui l’approfondimento degli inquirenti.

Che di soldi, restituiti o meno, tra il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e l’amico-faccendiere Piero Daccò, in carcere per i vari scandali della sanità lombarda, ne girassero molti è ormai chiaro. E mentre negli ultimi giorni abbiamo assistito alle varie accuse mosse proprio da Daccò nei confronti di Formigoni e le risposte di quest’ultimo che proprio ieri, in una lettera aperta, ha ribadito il suo pensiero parlando dei soliti attacchi contro la sua persona e la Regione, oggi spunta anche una villa da un milione di euro acquistata in Sardegna da Alberto Perego, commercialista che teneva la contabilità di Comunione e Liberazione e amico e coinquilino nella comunità ciellina dei Memores Domini del Governatore.

La lussuosa villa era di proprietà di Pierangelo Daccò e i soldi a Perego per comprarla sono stati un regalo di Formigoni, un milione e 100mila euro, pari praticamente a undici anni di reddito del Presidente. Secondo quanto rivela il Corriere della Sera, Perego figura come beneficiario di un bonifico datato primavera 2011 e firmato dal Governatore con la causale “mutuo concordato”, versamento al quale ne segue un altro di 100mila euro del 17 luglio. Daccò sarebbe finito in manette sette giorni dopo quel rogito.

Una villa venduta ad un prezzo inferiore al suo valore – L’acquisto di questa villa andrebbe dunque a ricostruire un altro tassello sul quale bisogna scavare della storia Formigoni-Daccò per diversi motivi, in primis perché, secondo quanto spiega il quotidiano, per immobili di quel genere in Sardegna si stimano prezzi ben maggiori e persino doppi (la villa è stata venduta per 3 milioni di euro). Compito degli investigatori, mente Formigoni continua comunque a non essere indagato, è dunque cercare di scoprire quanto di queste cifre, che si aggiungono alle vacanze, i voli e lo yacht vari, possano rappresentare un “regalo” per Formigoni necessario per avere dei benefici in ben altri campi.

La tratta dei baby calciatori africani in Italia: il lato oscuro del calcio non è solo in Qatar
La tratta dei baby calciatori africani in Italia: il lato oscuro del calcio non è solo in Qatar
Caro bollette, allarme dei geriatri per l'inverno:
Caro bollette, allarme dei geriatri per l'inverno: "Salute a rischio per 3 milioni di anziani"
Pistoia, un uomo ha trascinato e tentato di molestare una donna nel bagno della questura
Pistoia, un uomo ha trascinato e tentato di molestare una donna nel bagno della questura
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni