Omicidio a Nereto, in provincia di Teramo. La vittima è una donna rumena. Mihaela Roua, romena di 32 anni, madre di una bimba di 6 anni. Il suo corpo senza vita stata è stato ritrovato nel suo appartamento di viale Europa, di fronte alla caserma della Guardia di Finanza. Sul suo corpo, diverse ferite da taglio lasciano pensare che possa trattarsi dell’ennesimo caso di femminicidio.

A dare l’allarme è stata la datrice di lavoro che si era insospettita dell’assenza della ragazza dopo la pausa pranzo, e del fatto che non rispondesse al telefono. Mihaela lavorava in una camiceria di Corropoli. A quel punto vigili del fuoco e Carabinieri si sono recati presso l’abitazione della 32enne, trovando la sua auto parcheggiata sotto e la porta dell’appartamento chiuso senza nessun segno di infrazione. Inizialmente si pensava a un malessere, ma quando le forze dell’ordine hanno aperto la porta si sono trovata davanti una scena agghiacciante. La donna era riversa a terra nel soggiorno in una pozza di sangue ed era stata pugnalata al collo e all'addome. Sarebbe già stata trovata l'arma del delitto, un coltello da cucina.

I carabinieri stanno vagliando tutte le ipotesi e sono alla ricerca dell’omicida, nel frattempo il marito, un autotrasportatore, non sarebbe stato ancora rintracciato. L’uomo si sarebbe allontanato a bordo di una Mazda. Sul luogo è intervenuto il pm Davide Rosati, i carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Teramo e un’ambulanza del 118.