421 CONDIVISIONI
20 Agosto 2021
18:03

Spento l’incendio nella pineta di Sovereto: l’oasi naturale è ora una distesa di cenere

Spento con molte difficoltà il rogo che ha distrutto la pineta di Sovereto, ad Isola Capo Rizzuto. Dell’oasi naturale, però, resta molto poco: le immagini mostrano un’immensa distesa di cenere. La sindaca Maria Grazia Vittimberga: “Non ci arrendiamo, renderemo l’area non edificabile per i prossimi 50 anni”
A cura di Gabriella Mazzeo
421 CONDIVISIONI
scatto di ICR Tv Web
scatto di ICR Tv Web

L'estate del 2021 è stata da bollino nero per l'ambiente: tantissimi sono stati gli incendi che hanno devastato paradisi naturali del nostro Paese. L'incendio che ha devastato la pineta di Sovereto, ad Isola Capo Rizzuto, nei giorni scorsi è stato domato con non poche difficoltà dopo dieci ore di lavoro delle diverse squadre di vigili del fuoco intervenute sul posto. Subito dopo è stata effettuata una bonifica, ma dell'ampia zona verde nel Crotonese, in piena Area Marina Protetta Capo Rizzuto, resta ben poco. L'immagine è spettrale: l'oasi naturale è ora una lunga distesa di cenere che si protrae per diversi ettari. Il Comune, guidato dalla sindaca Maria Grazia Vittimberga, ipotizza il dolo. "Non sappiamo quale mano ci sia dietro – scrive sulle proprie pagine ufficiali – ma è certamente qualcuno che vuole il male del territorio e che non ha a cuore il futuro dei propri figli. Saremo al fianco delle autorità per capire cosa sia successo e perché. Quest'incendio è stato provocato per cambiare il volto della pineta, ma non lo permetteremo. Chiederemo al Consiglio Comunale di rendere l'area non edificabile per i prossimi 50 anni. Non saranno sicuramente sufficienti i 15 anni imposti dall'articolo 10, comma 1 della legge 353 che dice che le zone boscate distrutte dal fuoco non possono avere una destinazione diversa da quella precedente all'incendio fino a 15 anni".

Si pensa però alla piantumazione di nuovi alberi. L'operazione, però, richiederà molti anni prima di restituire alla zona il suo splendore. "Faremo sì che quest'area sia destinata alle famiglie e ai bambini per godere dello spettacolo della natura e respirare aria pura" conclude la sindaca.

La nota di Legambiente

"Dopo la stagione degli incendi, occorrerà fare chiarezza sulle responsabilità della Regione e di tutta la filiera attivata per prevenire i roghi che invece stanno distruggendo regolarmente i nostri spazi verdi" scrive l'associazione guidata da Anna Parretta in Calabria. "Sarà necessario indagare e chiarire alcuni episodi più eclatanti di altri, come nel caso del rogo di Bosco Sovereto. Il bosco in questione è nell'Area marina protetta di Capo Rizzuto, nel comune di Isola Capo Rizzuto. Si tratta di un'area di grande pregio ambientale per la quale abbiamo chiesto interventi di tutela e prevenzione degli incendi".

421 CONDIVISIONI
Pasta contaminata, il prodotto richiamato dal ministero della Salute: il lotto ritirato
Pasta contaminata, il prodotto richiamato dal ministero della Salute: il lotto ritirato
Ossido di etilene nel gelato, richiamato dai supermercati: l’allerta del Ministero
Ossido di etilene nel gelato, richiamato dai supermercati: l’allerta del Ministero
Maltempo Sicilia, un morto dopo tromba d’aria: grandine e strade piene di ghiaccio nel Catanese
Maltempo Sicilia, un morto dopo tromba d’aria: grandine e strade piene di ghiaccio nel Catanese
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni