Un giovane uomo di 31 anni stato ucciso con una coltellata al petto per aver fatto un apprezzamento di troppo alla barista. Questa, per il momento, la ricostruzione dell'omicidio avvenuto tra via Quattro novembre e via Nasolini a Piacenza alle 23.30 di venerdì 29 dicembre. La vittima è Ervin Tola, un alabanese residente nella città emiliana, accoltellato davanti agli amici, che hanno fornito alle autorità gli elementi utili per l'identificazione dell'assassino.

Una violenta lite tra Tola e il suo assassino italiano, cominciata per un apprezzamento della vittima alla barista, è iniziata all'interno del bar Oldtimer. Proseguito il litigio anche all'esterno del locale, davanti a numerose persone, l'uomo ha estratto il coltello e inferto il colpo mortale al 31enne, per poi ritrarre l'arma e fuggire con essa. La vittima, nonostante la ferita, è riuscita a trascinarsi di nuovo all'interno del bar, in cui si è accasciata per non risvegliarsi più. Sul posto sono giunti i sanitari del 118, ma non è stato possibile far altro che constatare il decesso di Ervin Tola. In loco anche le volanti dei Carabinieri, mentre la Polizia municipale ha chiuso l'accesso della strada alle auto per permettere alla scientifica tutti i rilievi del caso.

Secondo indiscrezioni, l'assassino potrebbe essere stato già fermato in nottata e sottoposto a interrogatorio o, addirittura, potrebbe essersi costituito.