Il caldo africano sta per tornare sull'Italia con temperature record, che raggiungeranno picchi di 38/40 gradi complice l'anticiclone che dal deserto del Sahara porterà una nuova ondata di calore rovente, la terza di questa estate e la seconda per intensità. A partire da oggi, domenica 21 luglio, e per tutta la prossima settimana ci sarà bel tempo e afa sia al Nord che al Sud, non prima però di aver lasciato spazio a qualche temporale localizzato.

Previsioni meteo, prima dell'ondata di caldo allerta in Veneto

Oggi, infatti, tra il pomeriggio e la sera ci sarà instabilità in aumento sulle Alpi con qualche piovasco, isolato sui settori occidentali, più presente sui settori centro orientali. Attenzione soprattutto in Veneto, dove la protezione civile, così come comunicato sul sito ufficiale della Regione, ha dichiarato allerta meteo gialla per il bacino idrografico dell’Alto Piave, nel Bellunese, fino alla mezzanotte di domenica 21 luglio, per possibili rovesci o temporali sui rilievi, con possibilità di qualche fenomeno intenso sulle Dolomiti e di qualche rovescio locale sulle zone pedemontane e sulla pianura settentrionale. Cielo nuvoloso anche in Liguria.

Quanto durerà il caldo africano in Italia

A partire da lunedì, però, su tutta la Penisola ci sarà bel tempo e temperature record, sopra le medie del periodo soprattutto al Nord e sulle regioni tirreniche, con un significativo rinforzo dell'anticiclone africano. Per tutta la prossima settimana in particolare al Nordovest si potrà raggiungere la soglia dei 36 gradi centigradi assieme alle zone interne delle regioni centrali soprattutto interne laziali e Umbria, qui anche 37 gradi. Mercoledì 24 luglio dovrebbe essere la giornata più calda in assoluto, con la massima estensione del caldo al Nord, tutta o quasi la Val padana e al Centro, tra Toscana, Umbria e Lazio, dove si potranno toccare anche i 39 gradi, mentre su Sardegna e Sicilia ci saranno picchi fino a 40 gradi. Il tutto, accompagnato da un elevato tasso di umidità con il fenomeno dell'afa in progressivo aumento. Ma quanto durerà questa fase di caldo rovente? Gli esperti ancora non si sono sbilanciati, ma qualcosa potrebbe cambiare a partire dalla prossima domenica 28 luglio quando è atteso un lieve calo termico.

Le città più calde con temperature da record

La nuova ondata di calore africano che si sta abbattendo sull'Italia interesserà tutta la Penisola da nord a sud ma saranno alcune aree del centro nord a subirne le conseguenze maggiori. Firenze, Terni e Ferrara infatti saranno le città più calde in assoluto dove la colonnina di mercurio raggiungere i picchi massimi di 39-40 gradi. Temperature comprese fra 37 e 38 grandi anche su molte altre città del Centro-Nord, da Alessandria a Grosseto, passando per Viterbo e Frosinone. Temperature fra 35 e 36 gradi invece in molte città di Piemonte, Lombardia, Umbria, Lazio, Campania e Calabria. A rendere la situaoine ancora meno sopportabile anche gli alti tassi di umidità, con notti afose in tutta la penisola, soprattutto nella seconda parte della settimana.