Dopo le prime avvisaglie di queste ore nel nord del Paese, il maltempo che è in agguato sulla Penisola farà sentire i suoi effetti a partire da domani estendendosi gradualmente anche alle regioni centrali. È il risultato del tanto atteso ribaltone meteo di metà settimana che oltre a portare instabilità diffusa sul centro nord e poi anche al sud, determinerà un generale calo delle temperature, in alcune zone anche oltre i cinque gradi. L'anticiclone africano responsabile di questa ennesima ondata di calore estremo sull'Italia infatti cederà parzialmente a un impulso di aria relativamente più fresca proveniente dall'Atlantico che di fatto farà aumentare notevolmente l'instabilità atmosferica. Il maltempo si farà sentire con rovesci e temporali a livello locale, soprattutto nel pomeriggio, dando vita a possibili fenomeni intensi

Ad essere interessati saranno principalmente le zone alpine  prealpine e i rilievi appenninici centro meridionali ma acquazzoni e temporali saranno possibili anche in pianura e in alcuni tratti persino sulle coste tirreniche del centro.  "Le attuali possibilità di rovesci e temporali che interessano il Nord Italiaandranno estendendosi anche alle altre regioni peninsulari. Non si tratterà di un peggioramento organizzato tipico di perturbazioni ma solo di un moderato aumento della instabilità, specie al pomeriggio" ha spiegato infatti l'esperto  Francesco Nucera, meteorologo di 3bmeteo.com

Le previsioni meteo dei prossimi giorni infatti indicano tra giovedì e domenica possibili temporali localmente anche di forte intensità su al Nord-Ovest, Alpi, prealpi, Appennino centro meridionale, specie durante le ore pomeridiane e serali. I temporali faranno sentire i loro effetti nelle zone interne di Umbria, alto Lazio e Toscana oltre che in Sardegna. Tempo altamente variabile anche in Pianura Padana mentre più soleggiato altrove ma l'instabilità riguarderà un po' tutta la Penisola. Come conseguenza le temperature scenderanno di diversi gradi, riportandosi su valori più vicini alla media del periodo anche se ancora al di sopra della norma.